Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

AAO per riconoscere decano di optometria di UH con il premio di Charles F. Prentice Medal

La ricerca sulla miopia utile distinzione di decano accademia di optometria di UH il più alta

Il conte L. Smith III, O.D., decano dell'istituto universitario di optometria e professore Greeman-Piccolo all'università di Houston (UH), è il destinatario 2010 del premio di Charles F. Prentice Medal dall'accademia americana di optometria (AAO).

Stabilito nel 1958, questo onore riceve annualmente ad uno scienziato eccezionale che ha contribuito significativamente all'avanzamento di conoscenza con la ricerca nelle scienze visive ed è il più alta distinzione data dal AAO. Smith sarà riconosciuto venerdì 19 novembre, nel corso della riunione annuale dell'organizzazione a San Francisco.

“La carriera di Smith ha provocato una serie di scoperte innovarici ed utili nello sviluppo visivo, nella visione binoculare e nelle aree riferite, sia per la comprensione dei meccanismi di base che per l'applicazione a pratica clinica,„ ha detto Chris A. Johnson, presidenza del comitato dei premi di AAO. “Il suo lavoro rappresenta un modello particolarmente buon affinchè i giovani ricercatori aspiri a.„

L'un'innovazione particolare in cui Smith è stato compreso questo anno è la scoperta delle nuove tecnologie per gestire la miopia, meglio conosciuta come miopia. Pregiudicando più di 1,6 miliardo genti globalmente, la miopia affligge 128 milione di persone negli Stati Uniti. Se lasciato inosservato, la circostanza progredisce e può non solo urtare avversamente la formazione e l'evoluzione sociale di un bambino, ma egualmente aumenta significativamente il rischio di cataratte, di glaucoma e di distacco della retina come età della gente.

“La nostra ricerca fornisce la nuova comprensione nello sviluppo rifrangente come pure avendo implicazioni pratiche per la gestione clinica di miopia,„ Smith ha detto. “La rifrazione è la capacità dell'occhio di piegare l'indicatore luminoso in moda da mettere a fuoco un'immagine sulla retina e questa cambia mentre una persona matura. Quando qualcuno diventa miope, le immagini a distanza sono messe a fuoco davanti alla retina invece di, mentre deve essere per la chiara visione.

“La correzione visiva tradizionale per questa circostanza è stata di manipolare le immagini visive soltanto di andata ed a rovescio con le lenti correttive. Ora è scoperto, tuttavia, che l'immagine retinica periferica fa una maggior parte nella crescita e nella miopia di stimolazione dell'occhio. Così, in società con il centro di ricerca cooperativo della visione a Sydney, abbiamo sviluppato i vetri e le lenti a contatto progettati per gestire la progressione della miopia dall'ottica periferica di manipolazione.„

Questi nuovi metodi Smith ed i suoi colleghi stanno studiando rappresentano una variazione fondamentale nell'approccio agli interventi ottici per gestire lo sviluppo rifrangente. I loro risultati preliminari hanno fornito la prova che le manipolazioni ottiche periferiche possono effettivamente rallentare la progressione della miopia. I punti seguenti del gruppo saranno di intraprendere i test clinici più a lungo termine e di ottimizzare le progettazioni che della lente hanno elaborato finora.