Lo studio di Diogene studia la composizione ottimale in dieta per l'impedimento, trattante l'obesità

I ricercatori alla facoltà delle scienze biologiche (VITA), università di Copenhaghen, possono ora rivelare i risultati di più grande studio della dieta del mondo: Se volete perdere il peso, dovreste mantenere una dieta che è alta in proteine con più carne magra, prodotti lattier-caseario e fagioli a bassa percentuale di grassi e meno calorie con precisione raffinate dell'amido quali pane bianco e riso bianco. Con questa dieta, potete anche mangiare finché non siate pieno senza contare le calorie e senza guadagnare il peso. Per concludere, l'esteso studio conclude che le raccomandazioni dietetiche ufficiali non sono sufficienti per impedire l'obesità.

Lo studio casuale su grande scala chiamato Diogene ha studiato la composizione ottimale in dieta per impedire ed il trattamento dell'obesità. Gli studi sono stati intrapresi da otto centri di ricerca europei e sono stati diretti da Thomas Meinert Larsen, PhD ed il professor Arne Astrup, DrMedSc e capo sezione alla facoltà delle scienze biologiche (VITA) e sono costituiti un fondo per da una concessione di UE dell'EUR 14,5 milioni.

I risultati recentemente sono stati pubblicati in New England Journal distinto di medicina e già hanno attirato la considerevole attenzione internazionale.

L'obiettivo dello studio di Diogene è stato di paragonare le raccomandazioni dietetiche ufficiali in Europa, compreso le raccomandazioni danesi, ad una dieta basata sull'ultima conoscenza circa l'importanza delle proteine e dei carboidrati per il regolamento di appetito. Complessivamente 772 famiglie europee hanno partecipato, comprendendo 938 membri della famiglia adulti e 827 bambini. Gli adulti di peso eccessivo inizialmente hanno seguito i 800 kcal/dieta del giorno per otto settimane, perdente una media di 11 chilogrammo. Poi sono stati definiti a caso ad uno di cinque tipi differenti di dieta a bassa percentuale di grassi che sono seguito per sei mesi per verificare che la dieta era più efficace ad impedire il riacquisto del peso. In tutto il progetto, le famiglie ricevute orientamento esperto dai dietisti e sono state chieste di fornire il sangue ed i campioni di urina.

I cinque tipi di dieta

La progettazione ha compreso i seguenti cinque tipi di dieta:

  • Una dieta povera in proteine (13% di energia consumata) con un alto indice analitico glycemic (GI)
  • Un povero in proteine, dieta di basso GI
  • Un ad alta percentuale proteica (25% di energia consumata), dieta di basso GI
  • Un ad alta percentuale proteica, dieta di alto-GI
  • Un gruppo di controllo che ha seguito le raccomandazioni dietetiche correnti senza istruzioni speciali per quanto riguarda i livelli di indice analitico glycemic

Un ad alta percentuale proteica, dieta di basso GI funziona il più bene

Complessivamente 938 adulti di peso eccessivo con un indice di massa corporea medio (BMI) di 34 chilogrammi sq m inizialmente sono stati collocati su una dieta kcal per giorna 800 per otto settimane prima che l'intervento reale di dieta fosse iniziato. Complessivamente 773 partecipanti adulti hanno completato questa fase iniziale di perdita di peso e poi a caso sono stati definiti ad uno di cinque tipi differenti di dieta, in cui 548 partecipanti hanno completato l'intervento di sei mesi di dieta (una tariffa di completamento di 71%).

Meno partecipanti all'ad alta percentuale proteica, gruppi di basso GI caduti dal progetto che nel povero in proteine, gruppo di alto-GI (26,4% e 25,6%, rispettivamente, contro 37,4%; P = 0,02 e P = 0,01 per i due confronti, rispettivamente). La perdita di peso iniziale sulla dieta kcal 800 era una media di 11,0 chilogrammi.

Il riacquisto medio del peso fra tutti i partecipanti era di 0,5 chilogrammi, ma fra i partecipanti che hanno terminato lo studio, quelli nel gruppo alto-GI/povero in proteine hanno mostrato i risultati più difficili con un'obesità significativa di 1,67 chilogrammi. Il riacquisto del peso era 0,93 chilogrammi più di meno per i partecipanti su una dieta altamente proteica che per quelli su una dieta povera in proteine e 0,95 chilogrammi più di meno nei gruppi su una dieta di basso GI confrontata a quelle su una dieta di alto-GI.

Lo studio dei bambini

I risultati dello studio dei bambini sono stati pubblicati in un articolo separato nella pediatria medica americana del giornale. Nelle famiglie, c'erano 827 bambini che hanno partecipato soltanto all'intervento di dieta. Quindi, non sono stati tenuti mai a cominciare una dieta o contare le calorie - hanno seguito semplicemente la stessa dieta dei loro genitori. Approssimativamente 45% dei bambini in queste famiglie erano di peso eccessivo. I risultati dello studio dei bambini erano notevoli: Nel gruppo di bambini che hanno mantenuto un ad alta percentuale proteica, dieta che di basso GI la prevalenza del peso eccessivo è caduto spontaneamente da approssimativamente 46% - 39% - una diminuzione di approssimativamente 15%.

Proteine ed alimenti di basso GI ad libitum - il modo avanti

Lo studio di Diogene indica che le raccomandazioni dietetiche correnti non sono ottimali per impedire l'obesità fra la gente di peso eccessivo. Una dieta che consiste di un contenuto leggermente ad alta percentuale proteica e degli alimenti di basso GI ad libitum sembra essere più facile da osservare e che è stata documentata per assicurarsi che quella gente di peso eccessivo che ha perso il peso mantenga la loro perdita di peso. Ancora, la dieta provoca un calo spontaneo nella prevalenza del peso eccessivo fra i loro bambini.