Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: REVLIMID e il dexamethasone per il mieloma multiplo di fuoco senza fiamma ad alto rischio diminuiscono il rischio di progressione di malattia

Celgene Sàrl internazionale (NASDAQ: CELG) annunciato che la terapia di valutazione REVLIMID (lenalidomide® ) di combinazione di dati e il dexamethasone in pazienti con il mieloma multiplo di fuoco senza fiamma asintomatico ad alto rischio sono stati presentati durante la società americana della riunione annuale dell'ematologia. Lo studio ha riferito REVLIMID ed il tempo prolungato dexamethasone alla progressione.

La fase III, ripartita con scelta casuale, studio multicentrico, studio del aperto contrassegno valutato se il trattamento iniziale con REVLIMID e il dexamethasone nei pazienti asintomatici ad alto rischio di mieloma multiplo di fuoco senza fiamma hanno prolungato il tempo alla progressione alla malattia sintomatica confrontata ai pazienti che non hanno ricevuto il trattamento ed appena sono stati osservati.

I pazienti sono stati curati con REVLIMID (25mg giornalmente i giorni 1-21 di un ciclo da 28 giorni) e il dexamethasone (20mg i giorni 1-4, 12-15 di un ciclo da 28 giorni) per nove cicli di quattro settimane ed il trattamento allora continuato con una dose più bassa di REVLIMID (10mg giornalmente i giorni 1-21 di un ciclo da 28 giorni) fino alla progressione. I risultati hanno mostrato un tasso di risposta globale di 75% (43/57), compreso 51% (29/57) di PR, 12% (7/57) di VGPR, di CR di 5% (3/57) e di CR rigoroso di 7% (4/57) (SCR). Per i pazienti che hanno completato i nove cicli iniziali del trattamento, il tasso di risposta globale era 91% (30/33), compreso 15% (5/33) di VGPR, di CR di 9% (3/33) e di SCR di 9% (3/33). Per i pazienti che poi hanno continuato a ricevere il trattamento continuo di lenalidomide, la tariffa dell'SCR è aumentato a 16% (5/32).

Dopo che seguito mediano di 16 mesi, progressione di malattia è stato osservato in 3% (4/118) dei pazienti curati con REVLIMID e il dexamethasone, mentre 18% (21/118) dei pazienti ha diventato il mieloma attivo nel braccio di osservazione. Undici su questi 21 paziente egualmente hanno sviluppato le lesioni dell'osso dovuto il mieloma attivo.

Il tempo mediano al mieloma sintomatico era di 25 mesi in pazienti nel braccio di osservazione ed ancora non è stato raggiunto per i pazienti che hanno ricevuto REVLIMID e il dexamethasone (P<0.0001).

Nessun evento avverso del grado 4 è stato riferito. Classifichi avversi l'astenia inclusa 3 eventi (7% 4/57), la diarrea (4% 2/57), l'infezione (4% 2/57), l'anemia (2% 1/57) e le chiazze cutanee (2% 1/57). Un trattamento interrotto paziente a causa degli eventi avversi. Gli adeguamenti della dose sono stati procedere a secondo i bisogni per gestire la tossicità.

REVLIMID non è approvato come trattamento per il mieloma multiplo di fuoco senza fiamma ad alto rischio.

Circa il mieloma multiplo

Il mieloma multiplo (anche conosciuto come il mieloma o il mieloma delle cellule di plasma) è un cancro del sangue in cui le celle di plasma maligne overproduced nel midollo osseo. Le celle di plasma sono globuli bianchi che contribuiscono a produrre gli anticorpi chiamati immunoglobuline che combattono l'infezione e la malattia. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti con il mieloma multiplo hanno celle che producono un modulo di paraprotein chiamato immunoglobulina (o della proteina di m.) che non avvantaggia l'organismo. Inoltre, le celle di plasma maligne sostituiscono le celle di plasma normali ed altri globuli bianchi importanti al sistema immunitario. Le celle di mieloma multiplo possono anche fissare ad altri tessuti dell'organismo, quali l'osso ed i tumori dei prodotti. La causa della malattia rimane sconosciuta. I pazienti di mieloma di fuoco senza fiamma hanno elevato i livelli di celle di plasma maligne nel midollo osseo che producono la proteina di m., comunque non hanno le manifestazioni o i sintomi clinici del mieloma multiplo.

Circa REVLIMID®

REVLIMID è un composto® di IMiDs. REVLIMID e l'altro IMiDs continuano ad essere valutati dentro oltre 100 test clinici. La conduttura di IMiDs è coperta da una proprietà completa della proprietà intellettuale delle richieste di brevetto pubblicate ed in corso negli Stati Uniti, UE ed altre regioni, compreso composizione-de matter ed i brevetti di uso.

REVLIMID è approvato congiuntamente al dexamethasone per il trattamento dei pazienti con il mieloma multiplo che hanno ricevuto almeno una terapia priore quasi 70 paesi, Europa d'inclusione, in Americhe, il Medio Oriente ed in Asia e congiuntamente al dexamethasone per il trattamento dei pazienti di cui la malattia ha progredito dopo una terapia in Australia ed in Nuova Zelanda.

REVLIMID egualmente è approvato in Americhe, il Medio Oriente ed in Asia per l'anemia trasfusione-dipendente dovuto i MDS di intermediate-1-risk o bassi connessi con un'anomalia citogenetica di eliminazione 5q con o senza le anomalie citogenetiche supplementari. Le applicazioni di autorizzazione di vendita corrente stanno valutande in una serie di altri paesi.

REVLIMID® (lenalidomide) congiuntamente al dexamethasone è indicato per il trattamento dei pazienti di mieloma (MM) multiplo che hanno ricevuto almeno una terapia priore.

REVLIMID è indicato per i pazienti con l'anemia trasfusione-dipendente dovuto le sindromi myelodysplastic di Intermediate-1-risk o basse (MDS) connesse con un'anomalia citogenetica di eliminazione 5q con o senza le anomalie citogenetiche supplementari.

Informazioni di sicurezza importanti

AVVISO: RISCHIO FETALE, TOSSICITÀ EMATOLOGICA ed EMBOLIA POLMONARE E DI TROMBOSI VENOSA PROFONDA

Non usi REVLIMID durante la gravidanza. Lenalidomide, un analogo del talidomide, causato le anomalie dell'arto in una scimmia inerente allo sviluppo studia. Il talidomide è un teratogeno umano conosciuto che causa i difetti di nascita umani pericolosi severi. Se il lenalidomide è usato durante la gravidanza, può causare i difetti di nascita o la morte ad un bambino di sviluppo. In donne di potenziale di gravidanza, ottenga 2 test di gravidanza negativi prima di iniziare il trattamento di REVLIMID. Le donne di potenziale di gravidanza devono usare 2 moduli della contraccezione o astenersi continuamente dal sesso eterosessuale durante e per le 4 settimane dopo il trattamento di REVLIMID. Per evitare l'esposizione fetale al lenalidomide, REVLIMID è soltanto a disposizione nel quadro di un programma limitato di distribuzione chiamato “RevAssist®.„

TOSSICITÀ EMATOLOGICA (NEUTROPENIA E TROMPOCITOPENIA)

REVLIMID può causare la neutropenia e la trompocitopenia significative. Ottanta per cento dei pazienti con del 5q MDS hanno dovuto avere una mora/riduzione della dose durante lo studio principale. Trentaquattro per cento dei pazienti hanno dovuto avere una seconde mora/riduzione della dose. I gradi 3 o la tossicità ematologica 4 sono stati veduti in 80% dei pazienti iscritti allo studio. I pazienti sulla terapia per del 5q MDS dovrebbero avere loro emocromi hanno riflesso il settimanale per le prime 8 settimane della terapia ed almeno mensilmente da allora in poi. I pazienti possono richiedere l'interruzione e/o la riduzione della dose. I pazienti possono richiedere l'uso del supporto di prodotto di sangue e/o dei fattori di crescita. (vedi il DOSAGGIO e l'AMMINISTRAZIONE)

TROMBOSI VENOSA PROFONDA ED EMBOLIA POLMONARE

REVLIMID ha dimostrato un rischio significativamente aumentato di trombosi venosa profonda (DVT) e di embolia polmonare (PE) in pazienti con i millimetri che sono stati trattati con la terapia di dexamethasone e di REVLIMID. I pazienti ed i medici si consigliano di essere osservatori per i segni ed i sintomi di tromboembolismo. I pazienti dovrebbero essere incaricati di cercare l'assistenza medica se sviluppano i sintomi quali dispnea, dolore toracico, o il gonfiamento del cosciotto o del braccio. Non è conosciuto se l'anticoagulazione profilattica o la terapia antipiastrinica prescritta insieme con REVLIMID può diminuire il potenziale per gli eventi thromboembolic venosi. La decisione per approntare le misure profilattiche dovrebbe essere fatta con attenzione dopo una valutazione dei fattori di rischio di fondo di un paziente determinato.

CONTROINDICAZIONI:

Categoria X di gravidanza:

  • Lenalidomide è controindicato in donne incinte ed in donne capaci di diventare incinto. Le femmine di potenziale di gravidanza possono essere curate con il lenalidomide hanno fornito le precauzioni adeguate sono catturate per evitare la gravidanza

Reazioni allergiche:

  • REVLIMID è controindicato in pazienti che hanno dimostrato l'ipersensibilità (per esempio, angioedema, sindrome di Stevens-Johnson, necrolysis epidermico tossico) al lenalidomide

AVVISI E PRECAUZIONI:

Rischio fetale:

  • REVLIMID è un analogo di talidomide, un teratogeno umano conosciuto che causa i difetti di nascita umani pericolosi. Uno studio embryofetal dello sviluppo in primati non umani indica che il lenalidomide ha prodotto le malformazioni nella prole delle scimmie femminili che hanno ricevuto la droga durante la gravidanza, simile ai difetti di nascita osservati in esseri umani dopo l'esposizione a talidomide durante la gravidanza. Se REVLIMID è usato durante la gravidanza, può causare i difetti di nascita o la morte ad un bambino di sviluppo
  • Le femmine di potenziale di gravidanza devono consigliarsi di evitare la gravidanza mentre su REVLIMID. Due efficaci metodi contraccettivi dovrebbero essere usati durante la terapia, durante le interruzioni di terapia e per almeno 4 settimane dopo il completamento della terapia
  • Pazienti maschii: Non è conosciuto se il lenalidomide è presente nel seme dei pazienti che ricevono la droga. Di conseguenza, i maschi che ricevono REVLIMID devono utilizzare sempre un preservativo del lattice durante il tutto il contatto sessuale con le femmine di potenziale di gravidanza, anche se hanno subito una riuscita vasectomia

Rischio riproduttivo e requisiti di prescrizione dello speciale (programma di RevAssist):

  • A causa di questa tossicità potenziale ed evitare l'esposizione fetale, REVLIMID è soltanto disponibile nel quadro di un programma limitato speciale di distribuzione chiamato “RevAssist.„ I prescrittori ed i farmacisti registrati con il programma possono prescrivere e dispensare il prodotto ai pazienti che sono registrati e riempire tutti i termini del programma di RevAssist

Mieloma Tossicità-Multiplo ematologico:

  • REVLIMID può causare la neutropenia e la trompocitopenia significative
  • I pazienti che catturano REVLIMID per il millimetro dovrebbero avere loro emocromi hanno riflesso ogni 2 settimane per le prime 12 settimane e poi mensilmente da allora in poi
  • Negli studi riuniti di millimetro classifichi 3 e le 4 tossicità ematologiche erano più frequenti in pazienti curati con la combinazione di REVLIMID e di dexamethasone che in pazienti curati con il dexamethasone solo
  • I pazienti possono richiedere l'interruzione della dose e/o la riduzione della dose

Trombosi venosa profonda:

  • Gli eventi thromboembolic venosi (trombosi venosa principalmente profonda ed embolia polmonare) si sono presentati in pazienti con il millimetro trattato con la terapia di combinazione di lenalidomide ed in pazienti con i MDS trattati con monoterapia di lenalidomide

Reazioni allergiche:

  • Angioedema e le reazioni dermatologiche serie compreso la sindrome di Stevens-Johnson (SJS) e il necrolysis epidermico tossico (TEN) sono stati riferiti. Questi eventi possono essere interni. I pazienti con una cronologia priore dell'eruzione del grado 4 connessa con il trattamento del talidomide non dovrebbero ricevere REVLIMID. L'interruzione o la sospensione di REVLIMID dovrebbe essere considerata per le chiazze cutanee del grado 2-3. REVLIMID deve essere interrotto per il angioedema, classifica l'eruzione exfoliative o bollosa dell'eruzione 4, o se SJS o DIECI è sospettato e non dovrebbe essere riattivato dopo la sospensione per queste reazioni

Sindrome di lisi del tumore:

  • Le istanze interne della sindrome di lisi del tumore sono state riferite durante il trattamento con il lenalidomide. I pazienti a rischio della sindrome di lisi del tumore sono quelli con l'alto carico del tumore prima del trattamento. Questi pazienti dovrebbero essere riflessi molto attentamente ed appropriarsi le precauzioni catturate

Reazione del chiarore del tumore:

  • La reazione del chiarore del tumore si è presentata durante l'uso d'investigazione del lenalidomide per la leucemia linfocitaria cronica (CLL) ed il linfoma ed è caratterizzata dal gonfiamento tenero di linfonodo, dalla febbre della qualità inferiore, dal dolore e dall'eruzione. Il trattamento di CLL o di linfoma con il lenalidomide fuori di un test clinico ben-riflesso è scoraggiato

INTERAZIONI DELLA DROGA:

  • Gli agenti di Erythropoietic, o altri agenti, che possono aumentare il rischio di trombosi, quale estrogeno che contiene le terapie, dovrebbero essere utilizzati con prudenza nei pazienti di millimetro che ricevono il lenalidomide con il dexamethasone

USO IN POPOLAZIONI SPECIALI:

Madri di professione d'infermiera:

  • Non è conosciuto se REVLIMID è espulso in latte umano
  • A causa del potenziale per gli effetti collaterali negativi negli infanti di professione d'infermiera, una decisione dovrebbe essere presa se interrompere curare o droga, considerante l'importanza della droga alla madre

Uso geriatrico:

  • Poiché i pazienti anziani sono più probabili fare diminuire la funzione renale, la cura dovrebbe essere selezione contenuta della dose. Rifletta la funzione renale

Danno renale:

  • Poiché REVLIMID soprattutto è espulso identicamente dal rene, gli adeguamenti alla dose cominciante di REVLIMID sono raccomandati per fornire l'esposizione appropriata della droga in pazienti danno renale moderato o severo (CLcr < 60 mL/min) ed in pazienti su dialisi

EFFETTI COLLATERALI NEGATIVI:

Mieloma multiplo

  • Nel gruppo del trattamento di REVLIMID/dexamethasone, 269 pazienti (76%) hanno subito almeno un'interruzione della dose con o senza una riduzione della dose di REVLIMID confrontato a 199 pazienti (57%) del gruppo del trattamento dexamethasone/del placebo
  • Di questi pazienti che hanno avuti un'interruzione della dose con o senza una riduzione della dose, 50% nel gruppo del trattamento di REVLIMID/dexamethasone ha subito almeno un'interruzione supplementare della dose con o senza una riduzione della dose confrontata a 21% del gruppo del trattamento dexamethasone/del placebo
  • La maggior parte dei eventi avversi e classificano 3/4 di eventi avversi erano più frequenti nei pazienti di millimetro che hanno ricevuto la combinazione di REVLIMID/dexamethasone confrontato a placebo/dexamethasone
  • Effetti collaterali negativi riferiti in ≥15% dei pazienti di millimetro (REVLIMID/dexamethasone contro il dexamethasone/il placebo): la fatica (44% contro 42%), la neutropenia (42% contro 6%), costipazione (41% contro 21%), diarrea (39% contro 27%), grappa del muscolo (33% contro 21%), l'anemia (31% contro 24%), febbre (28% contro 23%), edema periferico (26% contro 21%), nausea (26% contro 21%), dolore alla schiena (26% contro 19%), infezione superiore delle vie respiratorie (25% contro 16%), la dispnea (24% contro 17%), vertigini (23% contro 17%), la trompocitopenia (22% contro 11%), eruzione (21% contro 9%), tremito (21% contro 7%), peso è diminuito (20% contro 15%), la rinofaringite (18% contro 9%), ha offuscato la visione (17% contro 11%), l'anoressia (16% contro 10%) e la disgeusia (15% contro 10%)

Sindromi di Myelodysplastic

  • Trompocitopenia (61,5%; 91/148) e neutropenia (58,8%; 87/148) era il più delle volte gli eventi avversi riferiti osservati nella popolazione di MDS del 5q
  • Altri eventi avversi hanno riferito in ≥15% dei pazienti di del 5q MDS (REVLIMID): diarrea (49%), prurito (42%), eruzione (36%), fatica (31%), costipazione (24%), nausea (24%), rinofaringite (23%), artralgia (22%), febbre (21%), dolore alla schiena (21%), edema periferico (20%), tosse (20%), vertigini (20%), emicrania (20%), grappa del muscolo (18%), dispnea (17%), faringite (16%), epistassi (15%), astenia (15%), infezione superiore delle vie respiratorie (15%)

DOSAGGIO ED AMMINISTRAZIONE:

  • Il trattamento è continuato o modificato basato sopra i risultati del laboratorio e clinici. Dosando le modifiche sono raccomandati di gestire i gradi 3 o 4 la neutropenia o la trompocitopenia o altra gradi 3 o la tossicità 4 giudicata per essere collegato con REVLIMID
  • Per altre tossicità dei gradi 3 o 4 giudicate per essere collegato con REVLIMID, tenga il trattamento e ricominci dopo più in basso al livello di dose quando la tossicità ha risolto a ≤Grade 2
Source:

Celgene International Sàrl