Droga per invertire declino immunologico nell'invecchiamento

I ricercatori di UCSF hanno identificato un farmaco attuale che ripara gli elementi chiave del sistema immunitario che, quando da bilanciamento, piombo ad un declino costante nell'immunità e nella salubrità mentre la gente invecchia.

Il gruppo ha trovato che estremamente - le dosi basse del lenalidomide della droga possono stimolare le fabbriche della proteina della immune-cella dell'organismo, che fanno diminuire la produzione durante l'invecchiamento e riequilibrano i livelli di parecchie citochine chiave - le proteine immuni che attacchi i virus ed i batteri o l'infiammazione di causa quello piombo ad un declino globale nella salubrità.

Lo studio iniziale, che è stato destinato per definire l'intervallo della dose di una tal terapia in un gruppo di 13 pazienti, potrebbe piombo ad una pillola quotidiana per amplificare l'immunità negli anziani, i ricercatori ha detto. I dati compariranno nell'emissione di gennaio dell'immunologia clinica del giornale e possono essere trovati online a www.elsevier.com/locate/yclim.

L'identificazione di una droga per invertire il declino immunologico nell'invecchiamento, conosciuta come il immunosenescence, è il punto degli anni di ricerca da Edward J. Goetzl, MD, a UCSF ed all'istituto nazionale su invecchiamento, in come i livelli di citochina cambiano mentre la gente invecchia, in come quella varia dal genere e che cambia il dettame se qualcuno sarà sano nel loro 90s o comincerà un ciclo discendente del declino che comincia nel medio evo.

“Nessune longevità e durata della vita realmente parlanti ora, ma circa “la portata di salubrità, “„ ha detto Goetzl, Direttore dell'allergia di UCSF e della ricerca nell'immunologia, che mette a fuoco sullo sviluppare i nuovi sistemi diagnostici e trattamenti per le malattie allergiche ed immunologiche.

“Se, all'età 50, i vostri livelli di citochina sono gli stessi come siano a 25, probabilmente resterete in buona salute come invecchiate,„ lui avete detto. “Ma se capo in discesa, dobbiamo fare qualcosa. Se poteste catturare una pillola di basso dosaggio senza gli effetti secondari, non non la fate?„

Nel 2009, Goetzl aveva studiato un gruppo di 50 adulti anziani attraverso l'istituto nazionale su invecchiamento, esaminante i loro livelli di citochine chiave - (IL) interleuchina 2, IFN-gamma e IL-17 - e scoperto che le donne vero in buona salute di 70-80 anni hanno avute gli stessi livelli di quelle di ha fatto il 20enni sano.

Tuttavia, uomini anziani e donne delicate che hanno mostrato i livelli aumentati di malattie infiammatorie ed hanno indebolito le difese contro le infezioni tese per avere livelli più bassi delle prime due citochine, che sono protettive e livelli elevati di IL-17, che è collegato ad infiammazione. Che lo squilibrio, i ricercatori trovati, ha cominciato nel medio evo recente.

Poi hanno precisato per trovare una droga che potrebbe sollevare IL-2 e la IFN-gamma e per non avere effetto su IL-17 o per abbassarlo.

“Ora abbiamo avuti un profilo - in esseri umani - quel noi potremmo catturare alle provette per dire, “questa droga ha un effetto desiderabile? “„ Goetzl ha detto. “Il nostro processo era di trovare una terapia che non solo funziona, ma agisce in tal modo ad un intervallo della dose senza gli effetti secondari.„

Il gruppo ha messo a fuoco su tre classi di droghe, fra loro quella che include il lenalidomide - un derivato di talidomide - che sta subendo una rinascita, Goetzl ha detto.

In primo luogo presentato verso la fine degli anni 50 come sedativo, il talidomide non è stato approvato mai negli Stati Uniti, ma è stato ritirato dal mercato mondiale nel 1961 dopo avere causato i difetti di nascita severi negli infanti di cui le madri hanno catturato la droga per diminuire la nausea durante la gravidanza.

Negli ultimi anni, tuttavia, il lenalidomide è stato trovato per essere un'efficace co-terapia per i certi cancri, specialmente tumori del rene e di mieloma multiplo come pure lebbra, alle dosi di 5 mg - 20 mg al giorno. Quei cancri sono legati ad un calo in IL-2, la citochina principale che il gruppo di Goetzl aveva collegato ai declini in sistemi immunitari di invecchiamento.

In questo studio, il gruppo ha provato la droga in anziani in buona salute, ciascuna di chi sono stati abbinati nella corsa, nel genere e nell'origine nazionale ad un giovane partecipante adulto in buona salute. Hanno trovato che estremamente - bassi livelli di lenalidomide - 0,1 μM - produzione approssimativamente 7 volte ottimamente stimolata IL-2 nei giovani (21-40 anni), ma produzione stimolata IL-2 in pazienti sopra l'età 65 dalla volta 120, riparante li ai livelli giovanili per i fino a cinque giorni. A quel dosaggio, la droga egualmente ha aumentato la IFN-gamma fino a sei volte nei pazienti anziani, senza sopprimere la generazione IL-17.

I ricercatori egualmente hanno trovato che il lenalidomide ha avuto molti altri effetti benefici sulle celle di T dei partecipanti anziani, compreso migliore migrazione in tutto l'organismo, l'attività di perlustrazione più efficiente e la sopravvivenza più lunga dopo la difesa dell'organismo contro un'infezione.

Il gruppo pianificazione cominciare nel 2011 i test clinici su più vasta scala per verificare l'efficacia e le speranze della droga a più vasta disponibilità in alcuni anni.