Le minoranze con il ms possono affrontare il rischio di sviluppare i sintomi depressivi

La sclerosi a placche (MS) può causare il danno fisico significativo, compreso fatica, dolore, gli spasmi del muscolo, i tremiti e le vertigini. Per molti con il ms, la malattia provoca la distruzione con benessere emozionale, anche e secondo un nuovo studio, le minoranze potrebbero particolarmente essere a rischio di sviluppare i sintomi depressivi.

Dei partecipanti di studio con lo stato neurologico, 44,2 per cento dei latini e 45,8 per cento degli afroamericani hanno riferito almeno la depressione delicata, rispetto a 38,7 per cento dei bianchi con sig.ra. Tuttavia, più latini non hanno ricevuto mai la sanità mentale, confrontata ai bianchi o agli afroamericani al ms, secondo lo studio l'autore Robert Buchanan, Ph.D. del cavo

Buchan è un professore nel dipartimento di scienze politiche e della pubblica amministrazione alla Mississippi State University. Per lo studio nell'emissione del dicembre 2010 dell'origine etnica & della malattia del giornale, gli autori hanno usato i dati da una registrazione di 26.967 del ms 1.313 e del latino 715, di bianco pazienti afroamericani.

“La depressione è ancor più comune nella gente con il ms,„ ha detto Staley Brod, M.D., Direttore della clinica del gruppo di ricerca di sclerosi a placche all'università di Texas-Houston. “In generale è un problema trattabile e, nella maggior parte dei casi, il neurologo che sta vedendo che il paziente può occuparsi di efficacemente,„ ha detto.

Tuttavia, confrontato agli afroamericani ed ai bianchi, i latini erano significativamente meno probabili ottenere i servizi medico-sanitari di salute mentale, ottenere l'assistenza medica da uno specialista o ricevere l'assistenza di sanità domestica o di terapia occupazionale.

“Un'individuazione sorprendente a me è quella malgrado queste ingiustizie nella salute mentale, il ripristino ed altri subspecialties medici, là non è disparità nel trattamento,„ Brod ha detto. Le simili percentuali dei bianchi, dei latini e degli afroamericani hanno ricevuto le terapie di sclerosi a placche, chiamate terapie dimodificazione, che trattano i chiarori ed impediscono i sintomi.

In termini di livelli di inabilità e di funzionamento, i latini con il ms sono andato meglio di altri gruppi etnici, lo studio hanno riferito. Più latini hanno riferito la funzione normale per mobilità, vescica e funzione e la visione delle viscere, confrontate ai bianchi ed agli afroamericani.

Buchanan ha detto che perché i risultati di studio contano sulle risposte dei partecipanti volontari, non un campione di dati casuali, l'applicabilità dei risultati alla più grande popolazione del ms potrebbe essere limitato.

Source:

Mississippi State University