Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ricerca: Il triossido arsenico può avvantaggiare le persone con i tumori cerebrali connettivi

L'arsenico è pensato solitamente come a veleno. Malgrado questo, è stato utilizzato nella medicina per oltre 2000 anni ed il triossido arsenico composto arsenico (ATO) è approvato dalla FDA per il trattamento della leucemia promyelocytic acuta. Ora, un gruppo dei ricercatori, piombo da Aykut - ren, al centro medico di Georgetown University, Washington, ha generato i dati facendo uso delle linee cellulari umane del cancro che suggeriscono che l'ATO potrebbe anche essere del vantaggio alle persone con determinati tumori cerebrali o i tumori del tessuto connettivo.

Determinati cancri, in particolare tumori cerebrali conosciuti come i medulloblastomas ed i tumori del tessuto connettivo conosciuti come il sarcoma di Ewing, sono caratterizzati dall'attivazione inadeguata di una via di segnalazione conosciuta come la via di segnalazione Hh/GLI1. Il gruppo ha trovato che la crescita di GLI1-dependent delle linee cellulari del sarcoma di Ewing e di medulloblastoma è stata soppressa dall'ATO, che ha lavorato inibendo GLI1. Ancora, l'ATO ha impedito le linee cellulari del sarcoma di Ewing dell'essere umano di GLI1-dependent i tumori di sviluppo sopra trapianto nei mouse ed ha migliorato la sopravvivenza in un modello spontaneo clinicamente pertinente del mouse del medulloblastoma con la segnalazione attivata di via di Hh. Gli autori quindi suggeriscono che l'ATO dovrebbe essere considerata come terapeutico potenziale per il trattamento dei tumori che esibiscono l'attivazione inadeguata di via Hh/GLI1.

In un commento accompagnante, Praveen Raju, all'istituto universitario medico di Weill Cornell, New York, nota che i dati forniscono la spiegazione razionale per la considerazione dell'ATO come terapia per i cancri all'infuori della leucemia promyelocytic acuta. Tuttavia, avverte il sarcoma di Ewing e il medulloblastoma è principalmente tumori dell'infanzia e la via di Hh è cruciale per sia lo sviluppo embrionale che postnatale, in modo dall'inibizione di ATO di questa via potrebbe avere effetti secondari severi in tali pazienti.