Studio: Il GH può pregiudicare il caricamento e la qualità di vita di sintomo indipendenti da ipotiroidismo

La tiroidite di Hhashimoto (HT), un disordine infiammatorio della tiroide, è la maggior parte della causa comune di ipotiroidismo, ma uno studio ha suggerito che anche quando la funzione della tiroide è normale, il GH potesse aumentare i sintomi e fare diminuire la qualità di vita, come descritto in un articolo in tiroide, un giornale pari-esaminato pubblicato da Mary Ann Liebert, Inc. (www.liebertpub.com). La tiroide è la Gazzetta ufficiale dell'associazione americana della tiroide (ATA). L'articolo è libero disponibile online a www.liebertpub.com/thy

La tiroidite di Hhashimoto il più comunemente pregiudica le donne di mezza età ed è associata con una schiera dei sintomi che comprendono la fatica cronica, i capelli asciutti, l'irritabilità cronica, la difficoltà che si concentrano, la costipazione ed il nervosismo cronico. I pazienti commoventi tendono a riferire la qualità di vita in diminuzione. Il GH è un disordine autoimmune in cui l'organismo produce un anticorpo che attacca la ghiandola tiroide con conseguente infiammazione e la funzione spesso in diminuzione della tiroide (ipotiroidismo).

Johannes Ott e colleghi da Kaiserin Elisabeth Spital ed università medica di Vienna, Austria, riferisce che le donne con i livelli elevati dell'anticorpo di antitiroide hanno avute un numero significativamente più alto dei sintomi, anche se i loro livelli di misura (TSH) distimolazione dell'ormone-un della tiroide funzione-non hanno differito dai livelli di TSH misurati in donne con i più bassi livelli dell'anticorpo. Nell'articolo, “la tiroidite di Hhashimoto pregiudica il caricamento e la qualità di vita di sintomo indipendenti da ipotiroidismo: Uno studio futuro di Caso-Control in donne che subiscono tiroidectomia per il gozzo benigno (http://www.liebertpub.com/contentframe.aspx?code=nh31x7M2VXcDkUK2yLHKgCdvvaMD4fwLwbhPWLtSBQ7GuKZ1Y8ps%2fbmdWZnnT%2b5hK2kGHsnNkBQaXFUbDGq7K%2ftEIICjCaMhvPRq8RfrJXo%3d),„ gli autori conclude che l'ipotiroidismo è soltanto un fattore che contribuisce ai sintomi del GH.

“Questo studio solleva le emissioni cliniche importanti. Sebbene gli autori non studino il trattamento dell'ormone tiroideo per la tiroidite di Hhashimoto, solleva la possibilità che le dosi ottimali dell'ormone tiroideo completamente non miglioreranno tutti i sintomi. Ulteriori studi sono richiesti di confermare i risultati di Ott et al. e di determinare se i pazienti con ipotiroidismo dovuto la tiroidite di Hhashimoto ancora hanno sintomi residui malgrado il raggiungimento della risposta biochimica ideale alla terapia della sostituzione dell'ormone tiroideo,„ dice Charles H. Emerson, MD, il redattore capo della tiroide e professore emerito di medicina all'università di scuola di medicina di Massachusetts, a Worcester.