Le Tariffe di paralisi cerebrale diminuiscono fra i bambini sopportati prematuramente

La paralisi Cerebrale è più spesso uno stato neurodevelopmental che pregiudica la funzione di motore, in bambini sopportati prematuramente.  Poiché la paralisi cerebrale è un risultato del trauma cranico ricevuto poco prima, durante, o presto dopo la nascita, il numero degli infanti che sono diagnosticati con la circostanza è un buon indicatore della qualità di cura perinatale e neonatale.  Un articolo presto da pubblicare Nel Giornale della Pediatria indicherà che le tariffe di paralisi cerebrale sono diminuito drammaticamente durante i 15 anni scorsi.

Il Dott. Ingrid van Haastert e colleghi dal Centro Medico Utrecht Nei Paesi Bassi ha studiato quasi 3000 infanti sopportati prematuramente fra 1990 e 2005.  Hanno trovato che 2,2% degli infanti sopportati fra 2002 e 2005 sono stati diagnosticati con paralisi cerebrale, giù da 6,5% per quei nati fra 1990 e 1993.  Così diminuzione drammatica nella tariffa delle diagnosi di paralisi cerebrale fornisce la prova che cura per gli infanti subito prima di, durante e poco tempo dopo che la nascita è migliorato durante i 15 anni ultimi. 

I ricercatori egualmente hanno trovato che i bambini che sono stati diagnosticati con paralisi cerebrale fra 2002 e 2005 sono stati influenzati meno severamente dalla circostanza che quelli diagnosticati più presto nello studio.  Fra gli infanti studiati, i fattori di rischio più importanti per sviluppare la paralisi cerebrale severa erano grandi lesioni e/o di emorragia degli argomenti bianchi nel cervello.  “Abbiamo trovato che una diminuzione nell'avvenimento di estese lesioni cistiche della materia bianca era il motivo principale per la caduta nella paralisi cerebrale severa,„ il Dott. van Haastert spieghiamo.

Centro Medico di SORGENTE Utrecht