Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

BMY riceve l'approvazione FDA per YERVOY per il trattamento di melanoma metastatico

Bristol-Myers Squibb Company (NYSE: BMY) ha annunciato oggi che la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato YERVOY ™ (ipilimumab) 3 mg / kg per il trattamento di pazienti affetti da melanoma non operabile (inutilizzabile) o metastatico. YERVOY è la prima e unica terapia per il melanoma non resecabile o metastatico per dimostrare un significativo miglioramento nella sopravvivenza generale in base ai risultati di un cardine randomizzato, in doppio cieco di fase 3 di studio. La sopravvivenza generale mediana era di 10 mesi (95% CI: 8,0-13,8) per YERVOY, 6 mesi (95% CI: 5,5-8,7) per gp100 e 10 mesi (95% CI: 8,5-11,5) per YERVOY + gp100, con p -i valori di 0,0026 (non corretti per confronti multipli) per YERVOY e 0,0004 per YERVOY + gp100 vs gp100, rispettivamente. Come pubblicato sul New England Journal of Medicine, il metodo di Kaplan-Meier tasso di sopravvivenza stimata ad 1 anno è stata del 46% (95% CI: 37,0, 54,1) nel braccio YERVOY vs 25% (95% CI: 18,1, 32,9) nel braccio gp100. Il tasso di sopravvivenza stimato a 2 anni era del 24% (95% CI: 16,0, 31,5) nel braccio YERVOY vs 14% 2 (95% CI: 8,0, 20,0) nel braccio gp100. YERVOY, che è un ricombinante, anticorpo monoclonale umano, è il primo approvato dalla FDA l'immunoterapia del cancro che blocca i linfociti T citotossici antigene-4 (CTLA-4).

Le informazioni prescrittive complete per YERVOY include un boxed warning per le reazioni avverse immuno-mediata. YERVOY può causare gravi e fatali reazioni avverse immuno-mediata a causa di attivazione delle cellule T e la proliferazione. Questi immuno-mediate reazioni possono coinvolgere qualsiasi organo, tuttavia, i più comuni reazioni avverse gravi immuno-mediata sono enterocolite, l'epatite, dermatiti (tra cui necrolisi epidermica tossica), neuropatia, ed endocrinopatie. La maggioranza di queste reazioni immuno-mediata inizialmente si manifesta durante il trattamento, tuttavia, una minoranza si è verificato da settimane a mesi dopo l'interruzione del YERVOY (ipilimumab). A cessare l'YERVOY e avviare sistemica terapia ad alte dosi di corticosteroidi per gravi reazioni immuno-mediata. I pazienti dovrebbero essere valutati per i segni e sintomi di enterocolite, dermatite, neuropatia e endocrinopatia e chimici clinici devono essere valutati, compresi i test di funzionalità epatica e test di funzionalità tiroidea, in condizioni basali e prima di ogni dose. Si prega di consultare completa Importanti informazioni di sicurezza inclusi boxed warning riguardo le reazioni avverse immuno-mediata alle pagine 6-9.

"Melanoma metastatico è una delle forme più aggressive di cancro e nonostante la crescente incidenza, non nuovi trattamenti sono stati approvati in più di un decennio ", ha detto Lamberto Andreotti, chief executive officer di Bristol-Myers Squibb." L'approvazione di oggi di YERVOY è un esempio di Bristol-Myers Squibb vivere la sua missione di sviluppare e fornire farmaci innovativi che affrontino i bisogni insoddisfatti dei pazienti con malattie gravi. Esso rappresenta anche un significativo passo avanti nel nostro impegno a fornire ed eseguire contro la nostra strategia differenziata e mirata BioPharma ".

"Per la prima volta, gli oncologi hanno una opzione di trattamento per i pazienti con melanoma non resecabile o metastatico, che si è dimostrata in uno studio randomizzato di fase 3 studi clinici di prolungare significativamente la vita dei pazienti", ha detto Steven J. O'Day, MD, capo della Ricerca e Direttore del Programma Melanoma presso la Clinica Angeles e Research Institute, in California, e un investigatore dello studio cardine. "In effetti, la curva di Kaplan-Meier di questo studio suggeriscono un beneficio prolungato la sopravvivenza per alcuni pazienti." Sopravvivenza globale mediana era di 10 mesi (95% CI: 8,0-13,8) per YERVOY (ipilimumab), 6 mesi (95% CI: 5,5-8,7) per gp100 e 10 mesi (95% CI: 8,5-11,5) per YERVOY + gp100 , con p-valori di 0,0026 (non corretti per confronti multipli) per YERVOY e 0,0004 per YERVOY + gp100 vs gp100, rispettivamente.

"L'approvazione della FDA di YERVOY è il culmine di oltre 14 anni di ricerca e sviluppo dal nostro team di sviluppo dedicato e gli investigatori sperimentazione clinica", ha detto Elliott Sigal, MD, Ph.D., vice presidente esecutivo, direttore scientifico e presidente , Ricerca & Sviluppo, Bristol-Myers Squibb. "YERVOY è il primo approvato dalla FDA composto dal nostro robusto immuno-oncologia gasdotto, che comprende una varietà di altri composti con la possibilità di sfruttare il sistema immunitario del paziente per combattere il cancro." Il meccanismo d'azione degli effetti ipilimumab in pazienti con melanoma è indiretta, anche mediante cellule T mediata risposta immunitaria anti-tumorale.

Bristol-Myers Squibb ha concordato con la FDA di analisi post-marketing studio di confronto tra la sicurezza e l'efficacia del 3 mg / kg la dose rispetto ad una sperimentale dose di 10 mg / kg nei pazienti con melanoma non resecabile o metastatico.

La società prevede di iniziare YERVOY spedizione poche settimane dopo l'approvazione della FDA di oggi.

Sopravvivenza globale e profilo di sicurezza di YERVOY in pazienti affetti da melanoma non resecabile o metastatico

YERVOY è la prima e unica terapia per dimostrare un beneficio statisticamente significativo la sopravvivenza generale nei pazienti con melanoma non resecabile o metastatico. L'approvazione si basa su una fase 3, randomizzato (3:01:01), studio in doppio cieco che ha incluso 676 pazienti con melanoma non resecabile o metastatico, che sono stati precedentemente trattati con uno o più dei seguenti elementi: aldesleuchina, dacarbazina, la temozolomide, fotemustine , o carboplatino.

Come pubblicato sul New England Journal of Medicine, il metodo di Kaplan-Meier tasso di sopravvivenza stimata ad 1 anno è stata del 46% (95% CI: 37,0, 54,1) nel braccio YERVOY vs 25% (95% CI: 18,1, 32,9) nel braccio gp100. Il tasso di sopravvivenza stimato a 2 anni era del 24% (95% CI: 16,0, 31,5) nel braccio YERVOY vs 14% 2 (95% CI: 8,0, 20,0) nel braccio gp100. I pazienti trattati con YERVOY avuto una riduzione del 34% del rischio di morte sul braccio gp100 di controllo (HR = 0,66 [95% CI: 0,51-0,87]

Il miglior tasso di risposta generale (BORR) come valutato dallo sperimentatore è stata del 10,9% (95% CI: 6,3, 17,4) nei pazienti trattati con YERVOY (ipilimumab)

Nei pazienti che hanno ricevuto 3 mg / kg YERVOY da solo> Nei pazienti che hanno ricevuto 3 mg / kg di YERVOY + gp100

I risultati di questo studio sono stati precedentemente pubblicati sul New England Journal of Medicine e presentato nel corso di una sessione plenaria in occasione della 46a riunione annuale della American Society of Clinical Oncology.

YERVOY: valutazione dei rischi e strategia di mitigazione

"Bristol-Myers Squibb è impegnata ad un uso sicuro e appropriato dei nostri farmaci," ha dichiarato Annalisa Jenkins, senior vice president Global Medical, Bristol-Myers Squibb. "Come parte della approvazione degli Stati Uniti YERVOY, abbiamo collaborato con la FDA sullo sviluppo di una valutazione del rischio e la strategia di mitigazione per informare i pazienti e gli operatori sui rischi importanti per la sicurezza associati a YERVOY".

La valutazione del rischio YERVOY e strategia di mitigazione (REMS) è costituito da un piano di comunicazione per informare i potenziali prescrittori e gli operatori sanitari di supporto per le gravi reazioni avverse associate con YERVOY. Per supportare questo piano di comunicazione, Bristol-Myers Squibb ha messo in atto un sistema che consentirà alla società di fornire questi materiali educativi per il professionista sanitario appropriato al momento dell'ordine del prodotto.

Per maggiori informazioni e scaricare materiale didattico di sicurezza sarà disponibile presso www.YERVOY.com.

YERVOY stato studiato in un Pivotal studio clinico di fase 3 su pazienti affetti da melanoma non resecabile o metastatico

L'approvazione si basa su uno studio di Fase 3, in doppio cieco studio randomizzato 676 pazienti con melanoma non resecabile o metastatico, che sono stati precedentemente trattati con uno o più dei seguenti elementi: aldesleuchina, dacarbazina, la temozolomide, fotemustine o carboplatino. I pazienti sono stati randomizzati in rapporto 03:01:01 a ricevere YERVOY (ipilimumab) (3mg/kg) in combinazione con il vaccino peptidico sperimentale gp100.

L'endpoint primario dello studio di fase 3 cardine era la sopravvivenza globale nei YERVOY più gp100 braccio contro il braccio gp100. Gli endpoint secondari di efficacia comprendevano la sopravvivenza globale nei YERVOY più gp100 braccio contro il braccio YERVOY, la sopravvivenza globale nel braccio YERVOY contro il braccio gp100, BORR alla settimana 24 e la durata della risposta.

I pazienti hanno ricevuto YERVOY (3mg/kg) come infusione endovenosa somministrata in 90 minuti ogni 3 settimane per quattro dosi. Valutazione della risposta del tumore al YERVOY è stato condotto alle settimane 12 e 24, e successivamente ogni 3 mesi. I pazienti con evidenza di risposta obiettiva del tumore a 12 o 24 settimane hanno avuto la valutazione per la conferma di durata della risposta a 16 o 28 settimane, rispettivamente. Tra 57% e il 64% dei pazienti trattati in ogni braccio studio hanno ricevuto tutte e quattro le dosi previste.

YERVOY è stato studiato in pazienti con una prognosi generalmente poveri, compresi quelli con metastasi cerebrali, elevata LDH, e la malattia viscerale (M1c). Nello studio, il 71% aveva M1c fase, il 12% aveva una storia di metastasi cerebrali precedentemente trattati, il 98% aveva ECOG performance status di 0 e 1, il 23% aveva ricevuto aldeskeukin e il 38% ha elevati livelli di LDH. Inoltre, il 29% dei pazienti era 65 anni o più anziani con un età media di 57 anni. La durata mediana del follow-up è stata di 8,9 mesi. Si prega di consultare completa Importanti informazioni di sicurezza inclusi boxed warning riguardo le reazioni avverse immuno-mediata alle pagine 6-9.

YERVOY: Meccanismo di azione

Citotossica dei linfociti T antigene-4 (CTLA-4) è un regolatore negativo di attivazione delle cellule T. Ipilimumab lega a CTLA-4 e blocca l'interazione di CTLA-4 con i suoi ligandi, CD80/CD86. Il blocco del CTLA-4 ha dimostrato di aumentare attivazione delle cellule T e la proliferazione. Il meccanismo d'azione degli effetti ipilimumab in pazienti con melanoma è indiretta, anche mediante cellule T mediata risposta immunitaria anti-tumorale.

Fonte: Bristol-Myers Squibb Company