Johnson & Johnson riferisce le vendite nette di $16,2 miliardo per il primo trimestre 2011

Johnson & Johnson (NYSE: JNJ) oggi ha annunciato le vendite di $16,2 miliardo per il primo trimestre di 2011, un aumento di 3,5% rispetto al primo trimestre di 2010. I risultati operativi hanno aumentato 1,8% e l'impatto positivo di valuta era 1,7%. Le vendite nazionali hanno diminuito 0,6%, mentre le vendite internazionali hanno aumentato 7,3%, riflettendo la crescita operativa di 4,1% e un impatto positivo di valuta di 3,2%.

I redditi netti ed i benefici per azione diluiti per il primo trimestre di 2011 erano $3,5 miliardo e $1,25, rispettivamente. I redditi netti del primo trimestre 2011 hanno compreso le spese nette delle spese di rappresentazione $271 milione dovuto la controversia ed i costi supplementari di richiamo del cinorrodo di DePuy ASR™.  I redditi netti del primo trimestre 2010 hanno compreso un guadagno netto di $910 milioni che rappresentano l'impatto netto degli argomenti di controversia. A parte questi punti speciali, i redditi netti per il quarto corrente erano $3,7 miliardo ed i benefici per azione diluiti erano $1,35, rappresentando gli aumenti di 3,6% e di 4,7%, rispettivamente, rispetto allo stesso periodo nel 2010.

La società ha aumentato il suo orientamento degli utili per 2011 annuo - $4,90 - $5,00 per azione, sia cambiamenti di riflessione di tasso di cambio che sviluppi recenti nell'affare.  L'orientamento della società esclude l'impatto dei punti speciali.

“Il nostro affare dei prodotti farmaceutici ha dimostrato la forte crescita che questo quarto ha portato a dalla prestazione dei prodotti recentemente lanciati. Abbiamo consegnato gli utili solidi mentre rendendo gli investimenti necessari avanzare le condutture robuste attraverso i nostri commerci,„ ha detto William C. Weldon, presidente e direttore generale.

“Le innovazioni che stiamo portando al servizio, i cambiamenti stiamo applicando nella fabbricazione e nella qualità e la dedica della gente di Johnson & Johnson, ci dà le grandi prospettive della crescita di fiducia in futuro del nostro affare,„ ha detto Weldon.

Lle vendite mondiali del consumatore di $3,7 miliardo per il primo trimestre hanno rappresentato una diminuzione di 2,2% contro l'anno priore che consiste di un declino operativo di 4,1% e di un impatto positivo da una valuta di 1,9%. Le vendite nazionali hanno fatto diminuire 13,8%; le vendite internazionali hanno aumentato 5,9%, che hanno riflesso un aumento operativo di 2,6% e un impatto positivo di valuta di 3,3%.

Le vendite nelle medicine non quotate in borsa degli Stati Uniti sono state urtate significativamente dalla sospensione di fabbricazione alla struttura ospedaliera del consumatore di McNeil a Washington forte, il PA. come pure l'impatto sui volumi di produzione relativi agli sforzi in corso per migliorare i sistemi di fabbricazione e di qualità. I contributori positivi ai risultati operativi erano vendite internazionali delle medicine e dei nutritionals non quotati in borsa, dei prodotti di cura del bambino e delle vendite internazionali dei prodotti orali di cura.  

Durante il quarto, McNeil-PPC, Inc. ha firmato un decreto di consenso con gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA), che governeranno determinate lavorazioni di divisione di sanità del consumatore di McNeil. Il decreto di consenso permette che McNeil continui il lavoro già iniziato nell'ambito di un piano d'azione completo e che identifica le procedure che contribuiranno a fornire l'assicurazione supplementare di qualità del prodotto a FDA.

Lle vendite farmaceutiche mondiali di $6,1 miliardo per il primo trimestre hanno rappresentato un aumento di 7,5% contro l'anno priore con la crescita operativa di 6,4% e un impatto positivo da una valuta di 1,1%. Le vendite nazionali hanno aumentato 5,8%; le vendite internazionali hanno aumentato 9,7%, che hanno riflesso un aumento operativo di 7,3% e un impatto positivo di valuta di 2,4%.  

I risultati di vendite comprendono la forte prestazione dei prodotti recentemente lanciati, compreso STELARA® (ustekinumab), un approvato biologico per il trattamento del moderato alla psoriasi severa della placca; SIMPONI® (golimumab), un approvato biologico per curare gli adulti con il moderato all'artrite reumatoide severa, all'artrite psoriatica e allo spondylitis ankylosing; e INVEGA® SUSTENNA™ (palmitato di paliperidone) un antipsicotico atipico una volta mensile, a lunga azione, iniettabile per l'acuto e trattamento di mantenimento di schizofrenia in adulti.

Parecchi altri prodotti egualmente hanno contribuito alle vendite la crescita operativa compreso REMICADE® (infliximab), un approvato biologico per il trattamento di una serie di malattie infiammatorie mediate immuni; PREZISTA® (darunavir), un trattamento per il HIV; CAELYX® (cloridrato liposomico pegylated) della doxorubicina, un trattamento per determinati tipi di cancri; LEVAQUIN® (levofloxacina), un trattamento per le infezioni batteriche; e vendite internazionali di RISPERDAL® CONSTA® (risperidone), un iniettabile a lunga azione per la gestione di disordine bipolare di I e schizofrenia.

Durante il quarto, la Commissione Europea ha approvato XEPLION® (palmitato) di paliperidone, un iniettabile una volta mensile e a lunga azione, antipsicotico, per il trattamento della schizofrenia. Inoltre, la società ha completato la sua offerta per aggiudicazione per Crucell N.V., una società biofarmaceutica globale messa a fuoco sulla ricerca & sullo sviluppo, produzione e vendita dei vaccini e degli anticorpi contro la malattia infettiva universalmente. Crucell ora funziona come il centro per i vaccini all'interno del gruppo dei prodotti farmaceutici di Johnson & Johnson.

Ad aprile, la società ha annunciato che aveva raggiunto un accordo con Merck emendare i diritti di distribuzione a REMICADE® (infliximab) e a SIMPONI® (golimumab), che trattano le malattie infiammatorie croniche quale l'artrite reumatoide. L'accordo conclude il procedimento di arbitrato iniziato nel 2009, richiedendo una decisione relativa all'accordo di distribuzione dopo l'annuncio della fusione proposta fra Merck e lo Schering-Plough.

Lle vendite mondiali di sistemi diagnostici e degli apparecchi medici di $6,4 miliardo per il primo trimestre hanno rappresentato un aumento di 3,3% contro l'anno priore che consiste di un aumento operativo di 1,3% e di un impatto positivo di valuta di 2,0%. Le vendite nazionali hanno fatto diminuire 0,5%; le vendite internazionali hanno aumentato 6,6%, che hanno riflesso un aumento operativo di 3,0% e un impatto positivo di valuta di 3,6%.

I contributori primari alla crescita operativa hanno compreso l'affare dell'elettrofisiologia di Biosense Webster; Prodotti di video del glucosio di sangue di LifeScan; Le lenti a contatto a perdere di Vistakon; Prodotti chirurgici della cura di Ethicon; Prodotti avanzati della sterilizzazione delle Endo-Chirurgie di Ethicon e vendite internazionali dei prodotti come minimo dilaganti; e la medicina dello sport e l'affare neurovascular di DePuy.  

Source:

Johnson & Johnson