Il VA sviluppa l'indagine di DESTINO per accedere alla qualità del trattamento alla conclusione delle vite dei pazienti

Sebbene ci siano stati miglioramenti significativi nel trattamento del cancro di collo e capo, c'è ancora una mancanza di dati sull'esperienza nella conclusione di cura di vita per i malati di cancro del collo e della testa, secondo un nuovo studio pubblicato nell'emissione del maggio 2011 della chirurgia del collo e della Otorinolaringoiatria-Testa.

Come discusso in questo studio, il dipartimento degli Stati Uniti del gruppo di affari di veterani ha sviluppato la valutazione della famiglia del trattamento alla conclusione dell'indagine di vita (DESTINO), che è amministrata alle famiglie dei veterani deceduti. Lo scopo dell'indagine è di valutare la qualità del trattamento alla conclusione delle vite dei pazienti, in uno sforzo per fornire alla migliore cura di estremità-de-vita per dirigersi ed ai malati di cancro del collo.

Lo studio ha acceduto alle informazioni pazienti dal capo ed il Cancro di collo ha specializzato il programma del database di eccellenza della ricerca (SPORA) stabilito dall'università del Michigan. Il tasso di risposta globale era 20%.

La maggior parte della popolazione paziente ha incluso quelle con i tumori avanzati della fase, con le cose principali T3 o T4. Di questi pazienti, 55% ha avuto cancro della laringe ai tempi della morte, che ha incluso quelle con la malattia nella testa e nel collo e circa un terzo è morto delle metastasi di distanza (fase del tumore). I risultati di studio indicano che rispetto ai pazienti che sono morto a casa o in centro ospedaliero, circa un terzo di coloro che è morto nell'ospedale ha avuto un punteggio significativamente più basso di DESTINO, indicante la meno soddisfazione con la conclusione di cura di vita.

Poiché molti tumori avanzati sono dati una prognosi difficile, la cura palliativa è fornita per tenere conto la gestione tempestiva di dolore. È importante notare quello, non tutti i pazienti con capo ed il cancro di collo riceverà la cura eccezionale alla conclusione di vita. Gli studi indicano che 22% dei pazienti ha avuto membri della famiglia presenti ai tempi della morte, con soltanto 33% specificando che hanno ritenuto comodi con il loro fornitore di pronto intervento e soltanto un piccolo numero che specifica il controllo di sintomo era adeguato. I dati ricevuti dai pazienti che ricevono la cura palliativa hanno provocato un più alto punteggio di DESTINO, suggerente che i trattamenti potessero migliorare la qualità delle vite dei pazienti. È importante notare quello quando i fattori sociali o ulteriori circostanze urtano la cura, cura palliativa può essere utile anche quando la morte non è imminente.

La prova nello studio suggerisce che i cambiamenti negli standard di cura possano avvantaggiare i pazienti futuri. Cri Andrew G. Shuman, MD, scrive, “questo studio, con la sua utilizzazione di uno strumento convalidato di indagine, accoppiata con un grande, database futuro raccolto dei malati di cancro del collo e della testa, facilitato un'analisi concreta e valida dell'esperienza di estremità-de-vita nei malati di cancro del collo e della testa.„