Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I risultati iniziali del secondo test clinico dell'innesto della retina hanno presentato a ARVO 2011

Innesto l'AG, un rivelatore principale della retina degli innesti subretinal per il cieco, oggi ha annunciato la presentazione dei risultati iniziali dal loro secondo test clinico. I risultati hanno indicato che i primi sette pazienti che permanentemente sono stati impiantati con l'innesto subretinal della società hanno riparato la funzione visiva utile permettendo loro di migliorare le attività della vita quotidiana. I dati precedenti presentati sul successo del loro microchip subretinal hanno compreso l'uso di un'alimentazione esterna e questi dati sono la prima volta i pazienti hanno potuti riparare la visione facendo uso di un'alimentazione elettrica impiantata sotto l'interfaccia.

La presentazione del manifesto presentata dall'autore principale, dal professor Eberhart Zrenner, da M.D., da Direttore e dal presidente dell'istituto per la ricerca oftalmica al centro per l'oftalmologia dell'università di Tuebingen, Germania, è una delle sei presentazioni in relazione con l'innesto della retina che è consegnata all'associazione 2011 della ricerca nella riunione annuale dell'oftalmologia e della visione (ARVO) che riunisce 1-5 maggio in Fort Lauderdale, Fla.

Presentazione di Dott. Zrenner avente diritto, “visione mediata dall'innesto Subretinal: Il miglioramento per le attività del Vivere-Preliminare quotidiano risulta,„ evidenzia i risultati preliminari del test clinico della società in secondo luogo in cui sette pazienti hanno ricevuto un innesto subretinal permanente in un occhio con l'alimentazione elettrica impiantata sotto l'interfaccia. I pazienti partecipanti hanno raggiunto statisticamente la prestazione significativa o altamente significativa della visione quando identifica le forme geometriche ed i punti comuni di collocamento della tabella ed una volta confrontati allo studio pilota, hanno il vantaggio di impianto permanente che permette loro di muoversi più liberamente quando partecipa alle attività di vivente quotidiano fuori delle impostazioni di un laboratorio in realtà.

“I risultati presentati oggi forniscono l'incoraggiamento continuato nella lotta per riparare la visione utile ai pazienti di retinite pigmentose,„ ha detto il professor Eberhart Zrenner, M.D., Direttore ed il presidente, istituto per la ricerca oftalmologica all'ospedale Tuebingen, Germania dell'occhio dell'università. “Poichè continuiamo la nostra ricerca aspettiamo con impazienza di fornire ai pazienti che corrente stanno vivendo nello scuro con un'opportunità non solo di vedere l'indicatore luminoso e le immagini, ma anche potere fornire loro l'indipendenza nell'effettuazione incarica nella vita di tutti i giorni.„

Pregiudicando approssimativamente 300,000 persone nel mondo, la retinite pigmentosa (RP) è uno dei moduli più comuni delle degenerazioni retiniche ereditate che peggiora col passare del tempo. Questo stato progressivo causa tipicamente i problemi severi della visione nell'età adulta, spesso con conseguente cecità completa. Con l'introduzione dell'innesto subretinal, i pazienti possono ora mettere a fuoco e vedere gli oggetti la dimensione di un coltello o di un cucchiaio mentre l'occhio si muove regolarmente indipendentemente dalla direzione in cui la loro testa ha affrontato.

“Il nostro gruppo è incoraggiato tramite i risultati di questo studio ed aspettiamo con impazienza di continuare a costruire sui successi che abbiamo veduto nei test clinici ripiegando questo studio per urtare più vite,„ ha detto il Dott. Walter-G. Wrobel, presidente e direttore generale, innesto AG della retina. “Questo studio prova che la tecnologia può lavorare bene mentre offre a pazienti la mobilità e la libertà per vedere oltre la regolazione del laboratorio. Aspettiamo con impazienza di presentare i dati supplementari in futuro mentre più pazienti sono impiantati in Germania e di là.„

Nel marzo 2011, l'innesto della retina ha annunciato che partnered con l'istituto in Filadelfia, Penn dell'occhio di volontà., poichè il sito del ricercatore di test clinico degli Stati Uniti del cavo, che traccia la prima volta la tecnologia subretinal dell'innesto dell'innesto della retina sarà utilizzato negli studi dai pazienti che soffrono dalle retinite pigmentose in America settentrionale.

Source:

Retina Implant AG