Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Inovio riferisce la fase che VGX-3100 studio i dati nella displasia e nel cancro cervicali

Inovio Pharmaceuticals, Inc. (Amex di NYSE: INO), una guida nello sviluppo dei vaccini terapeutici e preventivi contro i cancri e le malattie infettive, ha riferito i dati che dimostrano la durevolezza a lungo termine delle risposte immunitarie indotte da VGX-3100, il suo vaccino d'investigazione del DNA per il trattamento la displasia cervicale e del cancro causati dal papillomavirus umano (HPV). Questi risultati sono stati presentati alla quindicesima conferenza annuale sulle emissioni della sanità delle donne, ospitate in New York dalla società internazionale della malattia infettiva per l'ostetricia e Ginecologia-U.S.A., dal segno Bagarazzi, MD, il capo ispettore sanitario di Inovio.

I dati sono stati generati con una valutazione a lungo termine dei partecipanti alla fase che di Inovio studio di 18 femmine adulte con neoplasia intraepiteliale cervicale moderata o severa (CIN 2/3), una lesione premaligna di prima scelta che può piombo a cancro cervicale. Questo studio è stato destinato per valutare le risposte immunitarie generate vicino e la sicurezza del vaccino.

In questo studio, 72% degli individui vaccinati (13 di 18) ha sviluppato le risposte a cellula T antigene-specifiche significative durante i primi quattro mesi del trattamento (ogni paziente è stato vaccinato ai mesi 0, 1 e 3) dall'analisi standardizzata di ELISpot dell'interferone-γ. Il gruppo della terza e dose elevata video il più forte livello di risposte a cellula T, con 83% (5 6) dei radar-risponditore del positivo. Il livello di risposte a cellula T in radar-risponditore positivi ha compreso da 100 al punto 5000 che forma le unità (SFU) per milione celle una volta misurato dopo stimolo di notte nell'analisi standardizzata di ELISpot. Al contrario, gli approcci vaccino in competizione che mirano alla terapia di HPV hanno indicato coerente i livelli di sub-100 SFU anche quando usando le analisi più sensibili.

Questi dati recentemente riferiti hanno valutato 11 di 13 radar-risponditore positivi come pure 3 di 5 pazienti che erano non radar-risponditore al mese 4. Questi pazienti successivamente sono stati riflessi da parte a parte a completamento di studio al mese 9 (sei mesi inviano l'ultima vaccinazione).  Come previsto, tutti e tre i non radar-risponditore al mese 4 tranquillo non hanno mostrato una risposta a cellula T al mese 9. al contrario, 91% dei pazienti valutati (10 di 11) video forte e le risposte a cellula T di memoria persistente al mese 9. d'importanza, il livello di risposte a cellula T sono rimanere forti, con le risposte che variano da 100 al 3800 eccessivo SFU. Questi risultati sono coerenti ed aggiungono la convalida ai simili livelli di risposte a cellula T persistenti e forti al mese 9 osservato da Inovio dai sui studi del vaccino del HIV di PENNVAX™ in primati non umani.

La generazione di risposte a cellula T è considerata strumentale nella rimozione delle celle cancerogene dall'organismo e dall'imperativo a raggiungere la potenza sufficiente di nuovi vaccini terapeutici contro i cancri. Il raggiungimento della risposta immunitaria continua e durevole fornisce la prospettiva che l'organismo manterrà una vigilanza prolungata e combatterà contro le celle precancerose e cancerogene della cervice. Tali risposte a cellula T di memoria persistente precedentemente non sono state riferite facendo uso di altre piattaforme vaccino, compreso i programmi virali in competizione di vettore. Ulteriormente, le risposte a cellula T continue al mese 9 riferito qui sono almeno superiore composto di dieci parti ai presenti dai candidati vaccino in competizione anche al loro livello a breve termine di punta.

“Questi risultati dimostrano il potenziale potente del nostro vaccino di SynCon™ VGX-3100 consegnato facendo uso del nostro sistema privato di elettroporazione di CELLECTRA® come pure le capacità della nostra piattaforma vaccino brevettata,„ ha detto il Dott. J. Joseph Kim, il presidente e direttore generale di Inovio.  

“Basato sui dati coercitivi raggiunti dal nostro studio clinico di displasia cervicale di fase I, ora valutando l'efficacia di VGX-3100 stiamo consegnandi facendo uso della nostra unità di elettroporazione di CELLECTRA® in una ripartita le probabilità in, controllato a placebo, studio clinico di fase II della prova alla cieca. Crediamo che questi recentemente abbiano riferito che dati di fase I che mostrano la persistenza a lungo termine delle celle di T antigene-specifiche più ulteriormente supporta la nostri fiducia ed ottimismo per infine la riunione del punto finale primario di questo studio di efficacia di fase II: la distanza delle lesioni di CIN 2/3, misurata al mese 9, dopo le tre vaccinazioni ai mesi 0, 1 e 3,„ ha concluso il Dott. Kim.  

Questo studio recentemente iniziato di fase II iscriverà 148 pazienti con CIN 2/3 o CIN 3 a circa 25 centri di studio negli Stati Uniti, in Corea, nel Sudafrica, in Australia e nel Canada. Lo studio egualmente valuterà le risposte immunitarie umorali e comunicate per cellule a VGX-3100 in campioni di sangue prelevati prima della prima dose vaccino e periodicamente da allora in poi. I campioni cervicali saranno analizzati per prova delle risposte immunitarie nella cervice al riferimento e ad intervalli successivi. Gli oggetti egualmente saranno riflessi per la tollerabilità e la sicurezza.

Source:

Inovio Pharmaceuticals, Inc.