Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Batteri che infettano i pazienti di fibrosi cistica potrebbero contribuire a combattere MRSA

I batteri che infetta la gente con fibrosi cistica potrebbero contribuire a combattere altri microbi resistenti agli antibiotici, secondo un gruppo dalle Università di Warwick e di Cardiff.

L'uso Continuo degli antibiotici esistenti significa che i batteri resistenti ora stanno causando i problemi sanitari importanti dappertutto. I Nuovi antibiotici sono necessari urgentemente per combattere l'emergenza dei batteri multidrug-resistenti quale il superbug di MRSA.

Ora una sorgente sorprendente di speranza è emerso sotto forma di Burkholderia, un gruppo di batteri che possono causare le infezioni severe del polmone nella gente con la fibrosi cistica di malattia genetica. Tuttavia, il gruppo di Warwick e di Cardiff ora ha scoperto che gli antibiotici da Burkholderia sono efficaci contro MRSA e perfino l'altra fibrosi cistica che infettano i batteri.

Il Dott. Eshwar Mahenthiralingam, del Banco dell'Università di Cardiff delle Scienze Biologiche, Università di Cardiff, sta studiando Burkholderia per l'ultima decade. Facendo Uso delle prove legali di impronta digitale geneticamente per identificare i batteri, il gruppo di ricerca del Dott. Mahenthiralingam ha tenuto la carreggiata gli sforzi dappertutto ed ha contribuito a emanare le linee guida per impedirla che si sparge.

Prima dell'estate di 2007, il Dott. Mahenthiralingam aveva sviluppato un'ampia raccolta dei batteri di Burkholderia. Lui ed il suo gruppo poi hanno deciso di schermarli per gli antibiotici attivi contro altri batteri, specialmente droghe con il potenziale di uccidere altri batteri che infettano i pazienti di fibrosi cistica. Nel Corso dei due anni successivi, il gruppo del Dott. Mahenthiralingam ha scoperto che quello intorno un quarto dei batteri di Burkholderia ha attività antibiotica molto forte sugli agenti patogeni multidrug-resistenti quale MRSA. Uno sforzo particolare, ambifaria di Burkholderia, è stato trovato per produrre due antibiotici molto potenti attivi sui batteri resistenti, in particolare baumanii dell'Acinetobatterio.

Le strutture chimiche degli antibiotici, chiamate enacyloxins, sono state determinate dal Professor Gregory Challis ed il Dott. Lijiang Song all'Università di Warwick, dimostrante che appartengono ad una di famiglie più riuscite del prodotto naturale droga, i polyketides. Altri esempi dei polyketides comprendono l'eritromicina, che è usata per fare maturare molte infezioni batteriche e il doxorubin, usato come droga anticancro. Il Professor Challis ha commentato: “La combinazione di enzimi usati da Burkholderia per fare i enacyloxins è molto insolita. Le Nostre visioni di questo trattamento dovrebbero permettere che noi usiamo le tecniche sintetiche di biologia dell'avanguardia per produrre gli analoghi novelli del enacyloxin con i beni farmaceutici migliori.„

I risultati del gruppo ora sono stati pubblicati nella Chimica e nella Biologia del giornale. Il Dott. Mahenthiralingam ha commentato: “Burkholderia è batteri del terreno come Streptomiceti, che sono la sorgente della maggior parte dei nostri antibiotici correnti. La Nostra ricerca quindi offre la speranza reale di sorgente completamente nuova per l'identificazione e l'assistenza tecnica degli antibiotici altamente potenti. Con i batteri resistenti agli antibiotici che causano le grande che soffrono intorno al mondo, queste nuove sorgenti sono necessarie urgentemente.„

Sorgente: Università di Cardiff