Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'analisi di Metabolomics mostra presto 3IS come biomarcatore premonitore e sensibile della lesione acuta del rene

Metabolon, Inc., la guida in metabolomics, scoperta di biomarcatore e l'analisi, annuncia che la pubblicazione “dell'analisi di Metabolomics rivela l'elevazione di solfato 3-Indoxyl in plasma e del cervello durante dalla la lesione acuta indotta da chimica del rene in mouse: Indagine sugli agonisti del ricevitore dell'acido nicotinico„, in tossicologia e farmacologia applicata (doi: 10.1016/j.taap.2011.05.015). Lo studio è stato creato dal Dott. Joanna R. Zgoda-Politico e colleghi ai laboratori di ricerca di Merck nel New Jersey e scienziati a Metabolon.

I biomarcatori premonitori iniziali della lesione acuta del rene (AKI) sono essenziali per identificare il nephrotoxicity in specie di modello precliniche e, specialmente, in pazienti umani. Per identificare i biomarcatori di AKI che potrebbero riconoscere presto AKI come pure l'aiuto in una migliore comprensione meccanicistica di SCH 900424 ha indotto AKI in mouse, i tossicologi di Merck e di Metabolon hanno svolto uno studio globale di metabolomics sul plasma sanguigno e sull'urina del mouse. Lo studio di metabolomics ha rivelato quel solfato di indoxyl 3 (3IS), una tossina renale che si accumula nel sangue dei pazienti uremici o degli animali, è un indicatore più sensibile della tossicità renale di SCH900424-induced che i biomarcatori, la creatinina o l'urea tradizionale della tossicità del rene. Ancora, la capitalizzazione di 3IS nel sangue o in tessuti non è stata osservata quando gli animali sono stati trattati con un analogo strutturale strettamente connesso di SCH900424 che non induce AKI (controllo negativo). Lo sviluppo di un'analisi quantitativa di 3IS-specific LC-MS per analizzare i biofluids ed i tessuti ha tenuto conto capitalizzazione di misurazione di 3IS in mouse di SCH900424-treated, convalidante i risultati di metabolomics. Riassumendo, questo documento dimostra la capacità di usare il metabolomics globale per scoprire un biomarcatore iniziale meccanicistico collegato di AKI che più ulteriormente è stato convalidato in un'analisi specifica indipendente facendo uso di un articolo di prova negativo di controllo. 

Source:

 Metabolon