L'unità Novella della consegna della droga può trattare il danno retinico legato al diabete

Un gruppo degli ingegneri e degli scienziati all'Università di British Columbia ha sviluppato un'unità che può essere impiantata dietro l'occhio per la versione controllata ed a vista delle droghe per trattare il danno retinico causato dal diabete.

La retinopatia Diabetica è la causa principale di perdita della visione fra i pazienti con il diabete. La malattia è causata tramite la crescita indesiderata delle celle capillari nella retina, che nelle sue fasi avanzate può provocare la cecità.

La procedura di pubblicazione novella della droga è dettagliata nella questione attuale del Laboratorio su un Chip, un giornale pluridisciplinare sulle tecnologie microfluidic e nanofluidic innovarici.

Gli autori principali sono laureato recente Fatemeh Nazly Pirmoradi dell'ingegneria meccanica di PhD, che ha terminato lo studio per la sua tesi di dottorato e l'Ingegneria Meccanica Assoc. Prof. MU Chiao, che studia il nanoscience ed i sistemi microelectromechanical per le applicazioni biologiche.

I co-author sono Prof. Helen Burt e ricercatore John Jackson alla Facoltà delle Scienze Farmaceutiche.

“Abbiamo voluto fornire una cassaforte e modo efficace di aiutare i pazienti diabetici a salvaguardare la loro vista,„ dice Chiao che ha un membro della famiglia occuparsi della retinopatia diabetica.

Un trattamento corrente per retinopatia diabetica è terapia laser, che ha effetti secondari, fra loro ustioni del laser o la perdita di unità periferica o di visione notturna. Le droghe Anticancro possono anche essere usate per trattare la malattia. Tuttavia, questi composti chiari dai dosaggi così alti della circolazione sanguigna sono richiesti rapidamente, così esponendo altri tessuti alla tossicità.

Il Tasto all'innovazione di UBC è la capacità di avviare il delivery system della droga attraverso un campo magnetico esterno. Il gruppo ha compiuto questo sigillando il bacino idrico dell'unità impiantabile - che è non più grande della capocchia di un spillo - con una membrana magnetica elastica del polydimethylsiloxane (silicone). Un campo magnetico induce la membrana a deformare e scaricare una quantità specifica della droga, tanto come la spremuta dell'acqua da una bottiglia flessibile.

In una serie delle prove di laboratorio, i ricercatori di UBC hanno caricato l'unità impiantabile con il docetaxel della droga ed hanno avviato la versione della droga ad un dosaggio adatto a trattare la retinopatia diabetica. Hanno trovato che l'unità impiantabile ha tenuto la sua integrità con dispersione trascurabile oltre i 35 giorni.

Egualmente hanno riflesso l'efficacia biologica della droga su un periodo considerato, verificante la contro due tipi di cellule tumorali coltivate, compreso quelli trovati nella prostata. Hanno trovato che potevano raggiungere i tassi di scarico affidabili.

“Il docetaxel ha conservato la sua efficacia farmacologica per più di due mesi nell'unità e poteva uccidere fuori le cellule tumorali,„ dice Pirmoradi.

L'unità di UBC offre i miglioramenti sopra le unità impiantabili esistenti per la consegna della droga, dice Chiao.

“Le Tecnologie disponibili ora sono o a pile e sono troppo grandi per il trattamento dell'occhio, o contano sulla diffusione, che significa che tassi di scarico della droga non può essere fermata una volta l'unità è impiantata - un problema quando gli stati dei pazienti cambiano.„

Pirmoradi dice che sarà parecchi anni prima che l'unità di UBC sia pronta per uso paziente. “C'è molto lavoro davanti noi in termini di ottimizzazione della prestazione e di biocompatibilità.„

Il gruppo egualmente sta lavorando per segnare tutte le domande con esattezza mediche possibili di loro unità in moda da poterle adeguare essi alla progettazione meccanica le malattie particolari.

Sorgente: Università di British Columbia