Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I trapianti con sangue mezzo abbinato del midollo osseo o di cavo sono comparabili al tessuto completamente abbinato

L'identificazione del donatore adatto per i pazienti di linfoma e di leucemia che hanno bisogno dei trapianti del midollo osseo può essere ben più facile ora che i risultati di due test clinici mostrano che risultati del trapianto con sangue mezzo abbinato del midollo osseo o di cordone ombelicale è comparabile al tessuto completamente abbinato, in larga misura grazie alla disponibilità di efficace antirejection droga e la chemioterapia speciale del post-trapianto. L'individuazione significa che quasi tutti i pazienti necessitante un trapianto possono trovare i donatori, secondo gli scienziati di Johns Hopkins che hanno partecipato alle prove.

Le pianificazioni sono in corso per una prova ripartita con scelta casuale quadriennale per i cosiddetti trapianti haploidentical di sangue di cavo o del midollo in 380 pazienti cominciare tardi questo anno o all'inizio dell'anno prossimo. Molti grandi centri medici, compreso Johns Hopkins, si pensano che partecipino.

I risultati dei due studi sono buone notizie, i ricercatori di Hopkins dicono, perché affrontano il problema considerato dai pazienti quando non ci sono membri della famiglia una corrispondenza completa per il tipo del tessuto del paziente. Sebbene i pazienti ed i medici possano poi cercare i donatori con le registrazioni nazionali, altrettante come la metà o più dei pazienti che cercano le corrispondenze in queste registrazioni non trovi uno e la ricerca può richiedere le settimane ai mesi.

Durante questo tempo, la malattia di un paziente può progredire, nota l'esperto Ephraim Fuchs, M.D. nel trapianto del midollo osseo, che aggiunge che è particolarmente difficile affinchè le minoranze trovi le corrispondenze a causa della loro sottorappresentazione nelle registrazioni nazionali.

“La gente sta morendo aspettando i donatori abbinati da una registrazione,„ dice Fuchs, professore associato dell'oncologia al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel.

Nei test clinici, i ricercatori dal sangue ed il midollo trapiantano i test clinici che la rete a 27 centri medici ha verificato due tipi di trapianti, quelli da sangue del midollo osseo o di cavo mezzo abbinato (o haploidentical) e pubblicato i loro risultati nell'emissione del 14 luglio di sangue. Circa 50 pazienti adulti di linfoma o di leucemia con la malattia avanzata o ad ad alto rischio per la ricaduta sono stati inclusi in ciascuna delle prove di fase II. Sei dei centri partecipanti ha condotto entrambi i tipi di trapianti. Johns Hopkins ha condotto la prova haploidentical del trapianto soltanto.

I trapianti con sangue di cavo, raccolto dal cordone ombelicale e dalla placenta dopo che un bambino nasce, sono fatti generalmente in bambini a causa di piccolo numero delle celle in una singola unità di sangue di cavo. Gli adulti, d'altra parte, hanno bisogno di due unità.

Il tessuto del midollo osseo è estratto dal ago di stampa dall'osso iliaco dei donatori. Il midollo che è mezzo identico al tipo del tessuto di un paziente può essere ottenuto dai genitori, dai bambini e dalla maggior parte dei fratelli germani.

Risultati dei due tassi di sopravvivenza di un anno di manifestazione di prove di 54 per cento per il trapianto di sangue di cavo e di 62 per cento per midollo haploidentical. La sopravvivenza senza progressione di malattia ad un anno era 46 per cento per sangue di cavo e 48 per cento per midollo haploidentical. I ricercatori dicono che questo è comparabile alla sopravvivenza raggiunta dai simili pazienti che subiscono i trapianti dai fratelli germani completamente abbinati o dai donatori adulti indipendenti.

La tariffa di ricaduta dopo un anno era 45 per cento per i trapianti haploidentical del midollo e 31 per cento per sangue di cavo. Nessun paziente ha avuto malattia del trapianto contro l'ospite severa (GVHD) - un attacco ai tessuti normali del paziente dalle celle immuni del donatore -- dopo il trapianto del midollo osseo.

Ad un anno, le morti non causate dalla ricaduta si sono presentate in sette per cento dei pazienti haploidentical e 24 per cento dei trapianti di sangue di cavo.

Fuchs dice quello nel passato, trapianti haploidentical è venuto a mancare più spesso perché le celle trapiantate hanno causato GVHD severo, particolarmente in pazienti più anziani. La metà dei pazienti iscritti alle prove correnti era 50 e più vecchio.

“Dieci anni fa, era impensabile fare un trapianto haploidentical,„ dice Fuchs, che piombo il test clinico haploidentical del trapianto.

Per superare i problemi di GVHD, Fuchs ed i colleghi al programma del trapianto del midollo osseo di Johns Hopkins hanno aperto la strada all'uso di una droga della chemioterapia chiamata ciclofosfoammide dopo il trapianto per minimizzare gli effetti di GVHD. La droga elimina il sistema immunitario del paziente, lasciante le cellule staminali trapiantate di sangue intatte. Le cellule staminali creano i nuovi globuli sani nel paziente.

I ricercatori egualmente ritengono che un regime “di condizionamento„ dell'basso-intensità della chemioterapia e della radiazione prima che il trapianto haploidentical del midollo possa contribuire ad impedire GVHD severo. Il trattamento di condizionamento del paziente esterno dura i sei giorni. Poi, il midollo osseo del donatore è raccolto e, che lo stesso giorno, è infuso per via endovenosa nel paziente. Ciò è seguita dai due giorni della ciclofosfoammide della alto-dose e poi, altre droghe disoppressione.

Nei 16 - 24 giorni, i pazienti cominciano a formare i nuovi globuli compreso i globuli bianchi e le piastrine, importanti per sangue combattente di coagulazione e di infezione. Trenta - 40 per cento dei pazienti possono ricevere i loro trapianti su una base del paziente esterno, ma alcuni pazienti sono ammessi per le febbri o le infezioni. I pazienti sono riflessi con attenzione e rimangono nella vicinanza dell'ospedale per i 60 giorni dopo il trapianto.

I pazienti che ricevono i trapianti di sangue di cavo seguono un simile regime, ma hanno sette giorni del chemo del pre-trapianto e della radioterapia e ricevono il sangue di cavo da due donatori separati.

Fuchs anticipa che i trapianti haploidentical del midollo osseo possono essere provati più ampiamente nelle malattie benigne, quali l'anemia aplastica, il lupus e l'anemia faciforme. I trapianti di Haploidentical facendo uso della ciclofosfoammide del post-trapianto stanno eseguendi nei centri medici fuori degli Stati Uniti, compreso l'Italia, la Tailandia, Singapore, l'Israele, l'Australia, il Belgio e l'Inghilterra.