Le diete vegetariane non sono carenti in sostanze nutrienti importanti

I risultati da uno studio recente elimina l'idea sbagliata comune che le diete vegetariane sono carenti in sostanze nutrienti importanti che la maggior parte della gente ottiene dagli alimenti animali, secondo un articolo nell'emissione di luglio di nutrizione & di scienza dell'alimento.

Gli studi intrapresi dall'Eastern Michigan University e pubblicati nel giornale dell'associazione dietetica americana, indicano che le diete vegetariane sono denso, coerente nutrienti con le linee guida dietetiche e su in fibra, proteina, vitamina b12, calcio, zinco e ferro - sostanze nutrienti che la maggior parte della gente ottiene dagli alimenti animali.

I ricercatori hanno esaminato un'analisi trasversale di salubrità nazionale e la messa a fuoco dietetica ed antropometrica di indagine dell'esame di nutrizione (1999-2004) di dati sui partecipanti ha invecchiato 19 e più vecchia. Tutti i vegetariani sono stati confrontati a tutti i non vegetariani. I ricercatori hanno trovato che le assunzioni di media di fibra, vitamine A, C ed E, tiamina, riboflavina, folato, calcio, magnesio e ferro erano tutte più su per i vegetariani che per tutti i non vegetariani.

“Penso che questo sia affascinante,„ dice Phil Lempert, fondatore di nutrizione dell'alimento & di scienza e CEO del rapporto e di SupermarketGuru.com di Lempert. “Questi risultati combinati con le linee guida impiante impianto di dieta forniscono ai rivenditori dell'alimento un'opportunità di aiutare meglio i loro clienti a capire come comperare e mangiare uno stile di vita sano. Con soltanto sei per cento della popolazione che incontra lo scopo quotidiano per le verdure anche coloro che non vuole essere un vegetariano potrebbero usare questo modello per migliorare la loro salubrità.„

Inoltre nell'edizione di luglio di nutrizione & di scienza dell'alimento, come i supermercati stanno diminuendo le emissioni. Secondo i rapporti, i supermercati con i sistemi di refrigerazione tipici colano, in media, 25 per cento del loro refrigerante ogni anno. Martelli per la libbra, l'effetto di queste perdite è fino a 3.900 volte peggio che quella dell'anidride carbonica sull'ambiente. Una volta calcolate per il loro effetto su mutamento climatico, le perdite del refrigerante di un supermercato medio hanno un più alto impatto sul nostro pianeta che tutta l'elettricità usata da una memoria media durante un anno. I dettagli come i rivenditori stanno lavorando con GreenChill, un programma dell'articolo dell'ente per la salvaguardia dell'ambiente che aiuta la transizione del rivenditore dell'alimento ai refrigeranti in condizioni ambientali più amichevoli, diminuiscono la quantità di refrigerante usata, eliminano le perdite ed adottano le tecnologie della refrigerazione, le strategie e le pratiche verdi.

Inoltre, manifestazioni di nutrizione & di scienza dell'alimento di questo mese come Albertson, LLC, che ha memorie in Arizona, nell'Arkansas, Colorado, Florida, in Luisiana, nel New Mexico ed il Texas, sta eliminando le auto-estrazioni nelle loro memorie per migliorare il servizio di assistenza al cliente.

“Tutti i rivenditori possono imparare come apportare i miglioramenti alle loro memorie appena parlando ed ascoltando i bisogni dei loro clienti,„ dice Lempert.  “Applaudo tutto lo sforzo per interazione.„

Altri articoli comprendono le notizie circa una campagna dell'occhio degli uccelli di notizie per contribuire a rendere le verdure accessibili e piacevoli ognuno e ad un'intervista con Jason Rodgers, un agricoltore della pesca di Carolina del Sud.

Source:

Food Nutrition & Science