Il polmone artificiale raggiunge i risparmi di temi analoghi dell'organo genuino

La Piccola unità funziona con aria, ossigeno puro non stato necessario

Un polmone artificiale costruito dai ricercatori di Cleveland ha raggiunto i risparmi di temi analoghi dell'organo genuino, facendo uso di ossigeno non puro aero- mentre i polmoni artificiali correnti richiedono - per la sorgente dell'elemento essenziale.

L'Uso in esseri umani è ancora anni di distanza, ma per le 200 milione vittime di affezione polmonare universalmente, l'unità è un punto importante verso la creazione facilmente del portatile ed il polmone artificiale impiantabile, ha detto Joe Potkay, un assistente universitario della ricerca in ingegneria elettrica ed informatica alla Case Western Reserve University. Potkay è l'autore principale del documento che descrive l'unità e la ricerca, nel Laboratorio del giornale su un Chip.

Gli scienziati hanno sviluppato l'unità del prototipo quanto segue la progettazione e le dimensioni minuscole del polmone naturale. Il polmone artificiale è riempito di versioni respirabili della gomma di silicone dei vasi sanguigni che si ramificano giù ad un diametro meno di un quarto del diametro di capelli umani.

“Ha Basato sulla prestazione corrente dell'unità, stimiamo che un'unità che potrebbe essere utilizzata in esseri umani sia stata di circa 6 pollici da 6 pollici alto da 4 pollici, o circa il volume del polmone umano. Inoltre, l'unità potrebbe essere determinata dal cuore e non richiederebbe una pompa meccanica,„ Potkay ha detto.

I sistemi Correnti del polmone artificiale richiedono i carri armati pesanti di ossigeno, limitanti la loro trasferibilità. dovuto il loro scambio inefficiente di ossigeno, possono essere usati soltanto sui pazienti a riposo e non mentre attivo. E, la vita del sistema è misurata nei giorni.

I ricercatori di Cleveland hanno messo a fuoco in primo luogo sul miglioramento il risparmio di temi e della trasferibilità.

Potkay, che si specializza in micro- e nanotecnologia, lavorati con Brian Cmolik, MD, il professor clinico di aiuto alla Scuola di Medicina ed al ricercatore Occidentali della Riserva di Caso al Centro di Tecnologia Avanzato della Piattaforma ed all'instituto della Chirurgia di Cardiothoracic al Louis Rifornisce il Centro Medico di Cleveland VA. Michael Magnetta ed Abigail Vinson, ingegneri biomedici e studenti del terzo anno alla Scuola di Medicina di Case Western Reserve University, hanno fatto parte del gruppo ed hanno contribuito a sviluppare il prototipo durante i due anni scorsi.

I ricercatori in primo luogo hanno costruito una muffa con le funzionalità miniatura e poi hanno messo a strati su una gomma di silicone liquida che ha solidificato nei capillari e negli alveoli artificiali ed hanno separato l'aria ed i canali di sangue con una membrana della diffusione del gas.

Facendo le parti sullo stesso disgaggio del polmone naturale, il gruppo poteva creare un rapporto molto grande del superficie-area--volume e restringere le distanze per la diffusione del gas confrontata allo stato dell'arte corrente. Le Prove facendo uso di risparmio di temi di scambio di ossigeno di manifestazione di sangue del maiale è meglio tre - cinque volte, che permette loro di usare l'aria normale invece di ossigeno puro come il gas di ventilazione.

Il gruppo di Potkay ora sta collaborando con i ricercatori dai dipartimenti della Riserva Occidentale di Caso di assistenza tecnica biomedica e dell'ingegneria chimica per sviluppare un rivestimento per evitare l'ostruzione nei capillari artificiali stretti e sulle tecniche della costruzione state necessarie per costruire un polmone artificiale durevole abbastanza grande per provare nei modelli del roditore dell'affezione polmonare.

In una decade, il gruppo pensa avere polmoni artificiali del umano-disgaggio in uso nei test clinici.

Prevedono i pazienti attingerebbero le unità mentre permettono che i loro propri polmoni malati guariscano, o forse impiantino uno come ponte mentre attendono un trapianto del polmone - un'attesa che dura, in media, più di un anno.

Sorgente: Case Western Reserve University