Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il rischio di malattia del Parkinson aumenta con il trauma cranico e l'esposizione traumatici al paraquat dell'antiparassitario

La minaccia si raddoppia con l'esposizione al paraquat dell'antiparassitario

Il trauma cranico traumatico ha fornito la coscienza del pubblico come la ferita dell'impronta e silenziosa riportata da molti dei nostri guerrieri militari dall'Irak e Afghanistan. Ma tali lesioni non solo accadono nella guerra, essi accadono ai civili anche. Pensi gli incidenti stradali, un franamento e la caduta, un casco scontrantesi di due giocatori di football americano al casco.

Mentre la maggior parte della gente sa che i risultati di un trauma cranico traumatico - variando da un'emicrania semplice ai problemi a lungo termine con la memoria e pensando, secondo la severità - pochi sono informati che una tal lesione può anche aumentare più successivamente il suo rischio nella vita per la malattia del Parkinson, il disordine neurodegenerative che pregiudica approssimativamente 1 per cento - 2 per cento della popolazione sopra l'età di 65.

Ora gli scienziati al UCLA hanno trovato il meccanismo per questo rischio elevato e a lungo termine di Parkinson: la perdita di tipo specifico di neurone.

In uno studio preclinico, i ricercatori hanno trovato che un trauma cranico traumatico moderato in ratti ha causato una perdita di 15 per cento nelle cellule cerebrali conosciute come i neuroni dopaminergici nigrostriatal poco tempo dopo il trauma e che questa perdita ha continuato a diventare una perdita di 30 per cento 26 settimane dopo la lesione iniziale.

La perdita di questi neuroni particolari può provocare i sintomi cardinali del motore osservati nei pazienti di Parkinson, compreso acinesia (problemi con movimento), il tremito e la rigidità posturali. Più ulteriormente, una volta combinato con un secondo fattore di rischio conosciuto per Parkinson, il paraquat dell'antiparassitario, la perdita di neuroni dopaminergici si è raddoppiato a 30 per cento molto più veloci.

Gli studi, che compaiono nell'edizione online corrente del giornale Neurotrauma, sono stati intrapresi da primo Che Hutson autore, un ex dottorando del UCLA ed il Dott. senior Marie-Francoise Chesselet dell'autore, un professore della neurologia e presidenza del dipartimento del UCLA della neurobiologia, con i colleghi.

Mentre il trauma cranico traumatico è stato conosciuto per essere un fattore di rischio per Parkinson, nessuno ha conosciuto perché. Né era se il trauma cranico traumatico agisce sinergico con gli antiparassitari quale il paraquat, quello conosciuto dei diserbanti più ampiamente usati nel mondo, che è conosciuto per essere tossico agli esseri umani ed agli animali ed è stato collegato allo sviluppo di Parkinson.

I neuroni dopaminergici di Nigrostriatal sono compresi nella produzione di dopamina, che svolge un ruolo importante nel regolamento di movimento, tra l'altro. Lo studio corrente ha dimostrato che mentre un trauma cranico traumatico non causa Parkinson, può rendere le persone più suscettibili del disordine, Chesselet ha detto.

“Abbiamo trovato quello con un trauma cranico traumatico moderato, la perdita di neuroni era troppo piccola di numero per causare la malattia del Parkinson, ma è abbastanza per aumentare il rischio di palladio,„ ha detto. “Facendo diminuire il numero dei neuroni dopaminergici, affatto avanzi l'insulto al cervello attaccherà un più piccolo numero dei neuroni; di conseguenza, la soglia per i sintomi sarebbe raggiunta più velocemente.„

In secondo luogo, Chesselet ha notato, “poco tempo dopo un trauma cranico traumatico, questi neuroni è più vulnerabile ad un secondo insulto.„

La ricerca ha esaminato sia gli effetti a lungo termine del trauma cranico traumatico che l'acuto, o a breve termine, effetti, combinati con un'esposizione alle dosi basse del paraquat. Nello studio acuto, i ratti che ricevono il trauma cranico traumatico moderato da solo hanno avvertito una perdita di 15 per cento di neuroni dopaminergici. L'aggiunta del paraquat ha aumentato l'effetto, causante una perdita di 30 per cento di neuroni.

A lungo termine studi, che non abbiano compreso l'aggiunta del paraquat, i cervelli del ratto ha mostrato ad una perdita di 30 per cento di neuroni dopaminergici 26 settimane dopo la lesione. Ciò suggerisce quella a lungo termine, trauma cranico traumatico da solo è sufficiente per indurre una degenerazione progressiva dei neuroni dopaminergici.

“Questi sono i primi dati che rivelano quello in un modello del trauma cranico traumatico sperimentale, non solo fanno neuroni dopaminergici nigrostriatal degenerati, quelli che sopravvivono a stato sensibilizzati alla tossicità del paraquat,„ hanno detto lo studio l'autore David A. Hovda, un professore di neurochirurgia e Direttore del centro di ricerca del trauma cranico del UCLA.

“Questi risultati indicano che maggior attenzione dovrebbe essere prestata al rischio a lungo termine di Parkinson dopo il trauma cranico traumatico e che l'epidemiologia di entrambi i fattori di rischio, trauma cranico ed esposizione al paraquat, dovrebbe essere valutata in associazione,„ Chesselet ha detto.