Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'università di Utah sviluppa il video gioco per aiutare i bambini con cancro

Anche gli eroi eccellenti hanno bisogno di una probabilità migliorare, particolarmente se stanno combattendo il loro arco-Nemesis e un granchio robot che non andranno appena via. Almeno, quello è i locali dietro un video gioco sviluppato all'università di Utah per aiutare i bambini con cancro durante il loro trattamento.

In una collaborazione emozionante fra l'università di programma di arti e di spettacolo dell'assistenza tecnica (EAE) di Utah, dei dipartimenti dell'università della pediatria e del centro medico medicinale e di chimica dei bambini primari, di gruppo di professori e di dottorandi hanno creato un gioco che si pensa che per aumentare la forza fisica dei pazienti e desse loro un senso di autorizzazione aiutare il loro stato mentale mentre combatte la loro malattia. Il venerdì, il 23 settembre, la cacciagione è stato rivelato per uso al centro medico dei bambini primari.

AUTORIZZAZIONE DEI PAZIENTI

Ha cominciato quando Grzegorz Bulaj, un professore associato di chimica medicinale all'università di Utah, Charlie incontrato, un ragazzo di otto anni con uno spirito straordinario che è stato diagnosticato con un tumore cerebrale. Durante le visite dell'ospedale, Bulaj ha notato un aggeggio chiamato uno spirometro incentivo, un tubo di plastica in cui un paziente esala e gli aumenti una palla (l'incentivo) su come può per incoraggiare le respirazioni profonde e la guardia contro polmonite.

Primitivo come può sembrare, Bulaj ha realizzato che questo spirometro è nient'altro che un gioco che incoraggia l'attività a contribuire a guarire. Ha contattato un collega, canto natalizio Bruggers dell'ematologo-oncologo, che lavora in oncologia pediatrica al centro medico dei bambini primari, situato accanto all'università ed al suo ospedale della ricerca e di insegnamento.

Bruggers e Bulaj hanno discusso i meriti di sviluppare un altro tipo di cacciagione per i pazienti come Charlie.

“Dopo la conversazione con canto natalizio,„ Bulaj spiega, “l'idea è stato definito come questo: Attiviamo i circuiti nel cervello che connettono la parte responsabile della conservazione noi altamente motivati alla parte che contiene l'attività motoria.„ Through associando l'attività fisica con gli stimoli motivazionali, Bulaj dice, “un nuovo circuito degli impulsi positivi poi sarebbe sviluppato che renderebbero a pazienti il tatto più forte come combattono una malattia. Possibilmente più importante, avranno divertimento che lo fanno.„

Bruggers dopo ha effettuato una certa ricerca sul concetto “di autorizzazione paziente,„ di cui gli psicologi descrivono come “luogo di controllo„ dall'interno. È l'idea che un paziente ritiene che possano cambiare apparentemente l'impossibile. Ha trovato le statistiche in cui i pazienti del colpo hanno realizzato i progressi significativi nella terapia fisica messa a fuoco sulle tecniche pazienti di autorizzazione.

“I pazienti che sono autorizzati sono presumibilmente più probabili essere disposti a combattere la loro malattia ed a mantenere il loro trattamento per un periodo più lungo,„ Bruggers spiega.

Nota quella quando cura i malati di cancro, speranza è un fattore principale. È ottimista che questo progetto eviterà quel senso di mancanza di speranza che vede troppo spesso nelle sue interazioni quotidiane con i pazienti.

“Sapere, questo progetto era molto emozionante per me,„ dice Bruggers, “perché ho una probabilità fa parte di rendere qualche cosa di utile e divertimento per i capretti che potenzialmente aiuteranno molta gente.„

ENTRI, EAE

In un momento che ora sembra serendipitous, Bruggers ha letto su EAE, un programma nazionalmente allineato di proprietà insieme dal dipartimento della pellicola e delle arti di media e dal banco di computazione, che insegna a studenti a come fare i video giochi all'università di Utah.

“EAE è destinato per sfidare gli studenti e presentarli con le opportunità nell'ambiente. Questo progetto misura perfettamente la fattura,„ dice Roger Altizer di che cosa ora sta chiamando il PE video gioco interattivo. Il PE corrisponde ad autorizzazione paziente ed egualmente implica l'aspetto fisico della progettazione del gioco. Altizer, che ha fornito la progettazione del gioco, è il Direttore di progettazione e di produzione del gioco per il programma di EAE.

Altizer, con l'altra facoltà Robert Kessler e Craig Caldwell di EAE, ha riunito un gruppo di cinque dottorandi per sviluppare la cacciagione. Bruggers ha richiesto i criteri specifici per il progetto che approvvigiona ai bisogni dei bambini che subiscono il trattamento del cancro.

I criteri di Bruggers possono sembrare insoliti, o persino incongruenti, per un video gioco. Fra loro era la condizione che il giocatore dovesse potere combattere e svilupparsi più forte senza sperimentare alcuni violenza, uccisione, morte o grafici sanguinosi.

“Gli studenti hanno fatto un processo stupefacente della riconciliazione della battaglia con la guarigione e combattendo con la positività,„ Bruggers dice.

I dottorandi - Laura Warner, fabbro del rame di Kurt, Brandon Davies, Wade Paterson e Giordania Wilcken - lavorati durante l'estate per creare un gioco di quinti livello del multi-giocatore. Viene completo con musica originale, i caratteri ed i grafici ed è portatile in modo da può essere utilizzato in una stanza di ospedale.

Creato con Microsoft XNA e giocato facendo uso dei regolatori di movimento su Sony PlayStation 3, la cacciagione utilizza la tecnologia di moto-control, ma non richiede molto spazio di agire in tal modo. EAE è stato dato l'accesso alla versione beta del programma del Move.me di Sony per sviluppare la cacciagione. Inoltre, il sistema non interferisce con la frequenza dei videi dell'ospedale poichè alcuni a sistemi controllati a moto sono stati trovati per fare.

Nella creazione della cacciagione, era importante che gli studenti capiscono i bisogni dei malati di cancro pediatrici. Hanno speso un esteso lasso di tempo con Bruggers e Bulaj come pure con un terapista fisico e gli assistenti sociali dal centro medico dei bambini primari. Da queste riunioni, gli studenti potevano discernere le caratteristiche che sarebbero state importanti al trattamento curativo.

“Qualche cosa di sottile, eppure estremamente importante alla cacciagione è l'uso della metafora e del linguaggio figurato,„ note Altizer. Dice che il protagonista - un eroe eccellente che è esaurito dal combattimento dei suoi nemesi dell'arco - ottiene più vibrante e più grande mentre progredisce attraverso i livelli della cacciagione.

“È il nostro scopo che il paziente riferirà all'eroe eccellente, poichè giocano più, lui si rafforza,„ Altizer dice. Egualmente nota che non c'è nessuna cosa vivente nella cacciagione ferita o ucciso. L'eroe eccellente estrae sempre ed i caratteri che combatte sono robot, nemmeno significato rappresentare i granchi o le balene reali.

Le metafore abbondano nella cacciagione e Bruggers e Bulaj sono particolarmente affettuosi di un livello in cui un muro di sostegno deve essere costruito per custodire gli abitanti di un'isola da un tsunami. Tutti i giocatori nella cacciagione usano i regolatori del movimento al mortaio spanto ed impilano i mattoni insieme. La parete è destinata per rappresentare un paziente che lavora con il loro gruppo dei badante per sviluppare il loro sistema immunitario.

L'attività fisica della cacciagione ottiene progressivamente più provocatoria mentre il giocatore avanza attraverso i livelli. Mentre i rivelatori dello studente erano consci che i malati di cancro possono essere deboli e/o limitare la mobilità, era importante da progredire per aumentare la resistenza e le caratteristiche fisiche come la frequenza cardiaca e l'assunzione dell'ossigeno.

Bruggers pensa potere guardare come i pazienti e le loro famiglie interagiscono con la cacciagione e raccolgono i dati sul progresso dei pazienti.

Per quanto riguarda Charlie, il ragazzino che ha ispirato questo tutto, “ha giocato la cacciagione per ore e ore e felicemente è stato esaurito una volta fatto,„ Bulaj dice. Bulaj ha preso accordi per giocare con Charlie ad una sessione privata nella sua casa. “È un ragazzo speciale,„ dice Bulaj, “lo ho voluto essere il primo paziente per giocarlo poiché è la ragione che abbiamo iniziato giù questo percorso.„

UN PICCOLO PUNTO VERSO LE GRANDI RICOMPENSE

Tutte parti in causa nello sviluppo del gioco pensano soltanto più grandi e migliori cose venire da questo primo piccolo punto.

Bruggers, Bulaj, Altizer, Caldwell e Kessler hanno suscitato la guida di un'altra università di entità di Utah per aiutare lo sviluppo futuro della cacciagione.

Il centro dell'imprenditore di Pierre Lassonde ha definito questo progetto ad un gruppo dei dottorandi che ricercheranno e creano una strategia per mettere la cacciagione del PE nelle mani di altri ospedali e badante. Quello ha potuto essere con una serie di opportunità di mercato differenti, compreso un'unità senza scopo di lucro connessa con l'università.

Lassonde si concentra Direttore che il d'Ambrosio troy è sicuro che il migliore modello per questo progetto uscirà dalla creatività e dall'esame accurato dei suoi studenti. “Questa è un'altra grande esperienza di apprendimento per gli studenti universitari e un grande esempio dell'applicazione che pratica il nostro programma permette a. Ciò è un esercizio creativo e tangibile che sfida i nostri studenti.„

Tanto come EAE, il centro di Lassonde ha trovato un modo affinchè gli studenti lavori alle sfide nell'ambiente presentate da questo progetto. Le note di D'Ambrosio, “questo non è un'equazione semplice da risolvere, ma la maggior parte delle cose nel mondo sono complicate.„

Sia Bruggers che Bulaj esprimono la loro delizia a fin dove la loro idea “semplice„ ha capitato una portata di di meno che un anno.

“Non posso credere che abbiamo cominciato parlare di questo a gennaio e da ora a settembre potevamo realmente consegnare il prodotto a Charlie e pazienti del centro medico dei bambini primari da giocare,„ Bulaj dice. “Questo è il genere di differenza che possiamo fare ad un'università di livello internazionale della ricerca. È stato un esempio perfetto della missione a tre direzioni dell'università della ricerca, della formazione e del servizio.„ Più, dice, è stato molto divertimento.

Source:

University of Utah