I ricercatori dimostrano che le cellule staminali di IPS possono essere usate per terapia genica

Questa ricerca, pubblicata il 12 ottobre sul sito Web di esame della natura, fornisce la prova di un concetto importante potrebbe aprire la strada per l'uso futuro di queste cellule staminali curare gli esseri umani, con le terapie geniche di prospettiva. Per parecchi anni ora, gli scienziati hanno potuti produrre le celle con i beni della cellula staminale, dalle celle specializzate e mature usando dal nostro organismo, quali le cellule epiteliali. Questi “IPS„ cellule staminali sarebbe “il pluripotent: possono fornire alle celle specializzate, sopra la domanda, lo stesso pool genico delle celle originali. le celle di IPS rappresentano una base potenziale per la prospezione di parecchi aree, specialmente trapianti o terapia genica terapeutici. Tuttavia, fin qui la ricerca condotta su queste celle non aveva fornito la prova del loro risparmio di temi di potenziale in vivo per i tipi suddetti di usi.

Per la prima volta, i ricercatori dall'istituto di Sanger e l'università di Cambridge (Regno Unito), con collaborazione da un gruppo di Institut Pasteur/Inserm in Francia, hanno dimostrato che le celle derivate dalle cellule staminali di IPS possono essere usate nel quadro di terapia genica per aiutare i contro effetti patologici in mouse per modellare con l'errore di fegato.

I ricercatori hanno messo a fuoco su una malattia genetica rara che pregiudica il fegato. È causato da una mutazione puntiforme nel gene di a1-antitrypsin, che è essenziale affinchè le celle epatiche funzioni correttamente. I vari livelli della visualizzazione dei bambini di sintomi delicati (ittero, distensione dell'addome, ecc.), ma, nell'età adulta, questi sintomi possono svilupparsi progressivamente in un enfisema polmonare ed in una cirrosi, dove la sola speranza di una maturazione è un trapianto del fegato.

I ricercatori dall'università di Cambridge, diretta da Ludovic Vallier e da David Lomas e dall'istituto di Sanger, coordinato da Allan Bradley, hanno cominciato campionando le cellule epiteliali dei pazienti, che poi sono state coltivate in vitro per “differenziazione„ prima dell'applicazione dei beni delle cellule staminali pluripotent: ciò è “la fase delle cellule di IPS„. Con l'ingegneria genetica, gli scienziati potevano poi correggere la mutazione responsabile della malattia. Poi hanno impegnato le cellule staminali “in buona salute„ di now nel trattamento di maturazione, piombo per differenziarsi alle celle di fegato.

Gli scienziati dal Institut Pasteur e da Inserm, piombo da H-l-Ne Strick-Marchand nell'unità innata mista di immunità di Institut Pasteur/Inserm (diretta da James Di Santo), poi hanno verificato le nuove celle epatiche umane prodotte così su un modello animale afflitto con l'errore di fegato. La loro ricerca ha indicato che le celle erano interamente funzionali ed adatto a ad integrazione in tessuto attuale e che possono contribuire a rigenerazione del fegato nei mouse ha trattato.

Questa opera approfondita, pubblicata in natura, così ha rinforzato le speranze in scientifico e le comunità mediche per quanto riguarda l'uso delle celle di IPS curare gli esseri umani.

Source:

INSERM (Institut national de la santé et de la recherche médicale)