L'operazione swap dei farmaci IV con gli equivalenti orali può salvare milioni

I pazienti ospedalizzati di commutazione capaci di catturare il farmaco per via orale dal dispositivo di venipunzione ai moduli della pillola delle stesse droghe potrebbero salvare sicuro milioni di dollari l'annualmente, la nuova ricerca di Johns Hopkins suggerisce.

In un esame delle registrazioni automatizzate per l'anno 2010, condotte all'ospedale di Johns Hopkins a Baltimora, i ricercatori hanno stimato il risparmio di più di $1,1 milioni nel dipartimento di medicina da solo - ad esclusione dei pazienti chirurgici - operazione swap fuori quattro farmaci comunemente prescritti IV con i loro equivalenti orali. Un rapporto sullo studio è pubblicato in terapeutica clinica del giornale.

“Il nostro studio esaminato appena quattro droghe amministrate da un dipartimento in un ospedale durante un anno e trovate più di milione dollari nel risparmio potenziale,„ dice Brandyn D. Lau, uno specialista medico dell'informatica alla scuola di medicina di Johns Hopkins University ed alla guida dello studio. “Immagini se ogni ospedale desse un'occhiata dura a sostituire i farmaci orali per IV un ove possibile. Stiamo parlando di un impatto finanziario enorme, senza il rischio ai pazienti.„

Secondo i centri per Assistenza sanitaria statale e servizi di Medicaid, approssimativamente 12 per cento delle spese di sanità degli Stati Uniti nel 2009 - $293,2 miliardo - erano per i farmaci ed i prodotti medici non durevoli.

Lau dice che un'opzione su grande scala ai farmaci orali ha il potenziale non solo di fare diminuire i costi, ma anche di diminuire l'esigenza della perforatura dei filoni per inserire direttamente i tubi o i farmaci endovenosi, procedure che portano un elevato rischio delle infezioni ospedale-acquistate della circolazione sanguigna e l'ospedale più lungo resta. I ricordi semplici ai medici che i loro pazienti possono essere ammissibili passare i tipi del farmaco potrebbero rendere il grande risparmio, i ricercatori dicono.

I quattro farmaci esaminati nello studio erano clorotiazide (un farmaco usato per trattare ipertensione ed indirizzare conservazione fluida), voriconazolo (un antifungoso), levetiracetam (per fermare gli attacchi) e pantoprazole (per riflusso acido). Pettinando il sistema computerizzato dell'immissione di ordini del fornitore di Hopkins (FACCIA FRONTE), hanno esaminato se i pazienti che ricevono queste droghe per via endovenosa egualmente sono stati prescritti altri farmaci oralmente o se stessero alimentandi i pasti solidi, un'altra indicazione che probabilmente avrebbero potuti inghiottire le pillole. Nel 2010, complessivamente 10.905 dosi dei quattro farmaci sono state date IV ai pazienti dall'ammessi da con il dipartimento di medicina. Lau dice che le droghe sono date più frequentemente nei pazienti della chirurgia.

Il gruppo ha paragonato quei risultati al costo di vari farmaci. Per esempio, il costo all'ingrosso di una compressa da 5 milligrammi di clorotiazide è $1,48. Una dose equivalente della droga data per via endovenosa è $357,24, più di 200 volte tanto quanto la versione orale. Pantoprazole, il farmaco il più comunemente amministrato nello studio, è $4,09 per compressa da 40 milligrammi, mentre una fiala da 40 milligrammi è $144. Quel farmaco è dato spesso ai pazienti parecchie volte un il giorno. Le riduzioni dei costi potenziali per paziente per il farmaco acido di riflusso sarebbero $680,98, i ricercatori trovati.

I ricercatori notano che non tutti i pazienti possono passare dal modulo IV al modulo orale di una droga. Gli ordini di dieta possono cambiare, Lau dice, o un medico può avere una ragione per la commutazione del paziente particolare ad un farmaco orale. Ma anche un piccolo aumento nella conversione dei pazienti da IV al farmaco orale avrebbe un impatto finanziario sostanziale dovuto la considerevole differenza nei costi fra i due moduli. Nel frattempo, sebbene la ricerca di Lau esaminata soltanto i costi all'ingrosso delle droghe, là sia altri costi connessi con dare il farmaco da IV che potrebbe essere diminuito se meno droghe fossero amministrate che modo, dice.

I ricercatori hanno scelto queste quattro droghe per studiare perché l'orali ed IV moduli sono molto simili ad uno un altro, ma molte altre droghe potenzialmente potrebbero anche essere operazione swap fuori per le riduzioni dei costi ancora maggiori.

Per applicare gli scambi, Lau dice che gli ospedali con i sistemi computerizzati del farmaco potrebbero aggiungere gli avvisi ai loro programmi che comparirebbero quando un paziente su un farmaco IV risponde ai criteri di eleggibilità per l'assunzione orale del farmaco. Lau avverte, tuttavia, che medici già sono bombardati con i ricordi e potrebbe essere meglio da cominciare con le droghe con il più alto risparmio per dose, quali levetiracetam e clorotiazide.

“C'è il pericolo nel sovra-ricordo,„ Lau dice. “I ricordi costanti possono infastidire medici al punto in cui smettono di prestare attenzione. Dobbiamo studiare il migliore modo chiamare medici passare da IV ai farmaci orali.„

La formazione, dice, è un altro viale. Medici d'istruzione che il farmaco orale è un'alternativa più economica a IV possono incoraggiarli a fare l'opzione senza sottoporrli ai ricordi regolari e potenzialmente irritanti.

Source:

The Johns Hopkins Hospital