Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Prove di FDA dei frutti di mare inclusi insufficienti

Il pesce osseo, il gamberetto ed i prodotti dei frutti di mare sono alcuni degli alimenti il ampiamente commerciali e circa 85 per cento di frutti di mare consumati negli Stati Uniti sono inclusi. Un nuovo studio dai ricercatori dal centro di Johns Hopkins per un futuro sopportabile al banco di Bloomberg della salute pubblica indica che le prove dei frutti di mare inclusi dagli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) sono insufficienti per la conferma della sua sicurezza o l'identificazione dei rischi. I risultati, pubblicati questo mese in scienza e tecnologia ambientale, evidenziano le carenze nei programmi di ispezione per frutti di mare inclusi attraverso quattro di più grandi organismi includenti del mondo e mostrano quali tipi di animali acquatici e da quali paesi, sono la maggior parte della ispezione spesso venente a mancare. Lo studio ha identificato una mancanza di ispezione negli Stati Uniti confrontati ai sui pari: soltanto 2 per cento di tutti i frutti di mare inclusi in Stati Uniti sono provati a contaminazione, mentre l'Unione Europea, il Giappone ed il Canada ispezionano fino a 50 per cento, 18 per cento e a 15 per cento di determinati prodotti inclusi dei frutti di mare. Quando provare negli Stati Uniti accadono, i residui di droghe utilizzate nell'acquicoltura, o “nelle imprese di piscicoltura,„ a volte sono trovati; sopra determinate concentrazioni, queste droghe sono nocive agli esseri umani.

L'amore, il PhD, l'autore principale dello studio ed i colleghi di David al Johns Hopkins concentrano per un futuro sopportabile, dati acquistati sui programmi di ispezione dei frutti di mare dai siti Web governativi e dalle query dirette agli organismi di governo. Hanno analizzato il numero delle violazioni degli standard del residuo della droga in funzione delle specie di animale acquatico, di paese esportatore, di tipo di droga, di volume dell'inclusione e di concentrazione di residuo.

I loro risultati indicano che c'è un organismo insufficiente dei dati per la valutazione dei rischi sanitari connessi con i residui della droga in inclusioni dei frutti di mare degli Stati Uniti. “I dati resi accessibili al pubblico da FDA precludono la valutazione delle esposizioni ai medicinali veterinari incontrati dalla popolazione degli Stati Uniti,„ ha detto Keeve Nachman, il PhD, un co-author di studio. I ricercatori hanno incontrato una mancanza di trasparenza nel protocollo e nella polizza di prova degli Stati Uniti. Un esempio dell'opacità di FDA è che le sue registrazioni pubbliche non specificano quando ispezione del passaggio del pesce o se provare sono state realizzate sui campioni scelti a caso o sui campioni mirati a; queste distinzioni sono critiche alla valutazione accurata della prevalenza dei residui della droga.

L'amore ed i risultati dei colleghi hanno indicato che FDA prova rispettivamente a 13 tipi di residui della droga, contrariamente alle agenzie di ispezione Europa ed in Giappone che provano a 34 e 27 droghe. Questa discrepanza suggerisce che i produttori dei frutti di mare possano usare molte droghe per cui gli Stati Uniti non schermano. Sulla base dei risultati degli autori dei residui della droga, può essere congetturato che i medicinali veterinari stanno continuando ad essere utilizzati nell'acquicoltura dai paesi in via di sviluppo, che possono piombo alle conseguenze avverse di salubrità, compreso lo sviluppo dei batteri resistenti agli antibiotici sulle imprese di piscicoltura e la loro diffusione nei prodotti dei frutti di mare.

Le inclusioni negli Stati Uniti, Ue, il Canada ed il Giappone con il più alta frequenza delle violazioni della droga erano gamberetto o gamberetti, anguilla, granchi, pesce gatto o pangasius, tilapia e salmone. Il Vietnam, la Cina, la Tailandia, l'Indonesia, Taiwan, l'India e la Malesia sono stati identificati come gli esportatori negli Stati Uniti, l'Ue, nel Canada e nel Giappone con la maggior parte delle violazioni della droga.

Secondo amore, “i consumatori dovrebbero avere una conoscenza di con l'paese-de-origine e se l'animale selvaggio-è stato catturato o azienda-sollevato.„ L'amore ammette fortunatamente, “, questi informazioni è stato quotato sui prodotti tutto il crudi o leggermente elaborati dei frutti di mare in drogherie dal 2005, seguendo il pæse d'origine legge di contrassegno (COOL).„

“I frutti di mare inclusi possono portare i rischi in termini di sicurezza alimentare perché FDA non dispone dei mezzi ispezionare a dinamico e regolarmente gli impianti non Xeros e conta sulla prova di prodotto come località di soggiorno ultima,„ ha detto l'amore. Per minimizzare i rischi di inclusioni dei frutti di mare e per aumentare gli standard di prova degli Stati Uniti per abbinare quelli di altri paesi, gli autori raccomandano che il bilancio di FDA sia espanto per tenere conto la prova ed il noleggio più esaurienti di più ispettori.

Il documento, “i residui del medicinale veterinario in frutti di mare ispezionati dall'Unione Europea, gli Stati Uniti, il Canada ed il Giappone dal 2000 al 2009,„ sono stati pubblicati online davanti alla stampa in scienza e tecnologia ambientale. Gli autori sono amore di David, Rodman di Sara, Roni Neff e Keeve Nachman. Il finanziamento per lo studio è stato fornito dal centro di Johns Hopkins per un futuro sopportabile.