Crescita e densità ossea di influenza di PCBs in tartarughe, “le specie di indicatore

Fabbricati fino al 1977 e vietato dall'Ente Per La Salvaguardia Dell'ambiente Nel 1979, i pentachlorobiphenyls (PCBs) sono prodotti chimici ancora trovati comunemente nell'ambiente perché ripartono lentamente. Ora, un marito e un gruppo di ricerca della moglie all'Università di Istituto Universitario di Westminster e del Missouri in Fulton, Mo., hanno trovato che l'esposizione ad uno dei prodotti chimici ha effetti sulla crescita e sulla densità ossea in tartarughe. Questa conoscenza ha potuto piombo alle comprensioni sugli effetti di PCBs sugli esseri umani e sull'ambiente.

“Le Tartarughe egualmente sono conosciute come specie “di indicatore perché sono usate spesso come calibro per la salubrità di intero ecosistema,„ hanno detto la Festa, il co-ricercatore e l'assistente universitario dell'Alba di biologia all'Istituto Universitario di Westminster in Fulton, Mo. “Trovando gli effetti di PCBs sulle tartarughe, possiamo capire che effetti possibili i prodotti chimici potrebbero avere sugli esseri umani.„

I Ricercatori hanno studiato il PWB 126, una versione del composto chimico utilizzato una volta in antiparassitari che ed i trasformatori elettrici. PCBs è assorbito mangiando gli animali esposti o bevendo l'acqua esposta ed è memorizzato in celle grasse. PCBs può pregiudicare il sistema endocrino e, così, il regolamento degli ormoni che gestiscono la crescita ed altre funzioni dell'organismo.

Gli Scienziati conoscono quel porto PCBs della gente in molti tessuti; tuttavia, piccolo è conosciuto circa l'effetto che i prodotti chimici hanno sulla gente. La Festa dell'Alba ha detto che la ricerca precedente sulla gente esposta casualmente al prodotto chimico con le cadute o gli incidenti ha indicato le correlazioni fra l'esposizione e la crescita arrestata in esseri umani.

“Studiando l'effetto dell'esposizione del PWB sulle tartarughe, possiamo capire meglio come l'esposizione del PWB urta la gente,„ abbiamo detto la Festa, il co-ricercatore e l'assistente universitario di Casey dell'anatomia nella Scuola di Medicina della MU. “La Gente è alta sul ciclo alimentare e così più suscettibile di capitalizzazione di PCBs. I Più Piccoli animali ingeriscono PCBs. Poichè i grandi animali mangiano questi più piccoli animali, il prodotto chimico resta nel ciclo alimentare, poichè è depositato in celle grasse e non lascia l'organismo. Anche la gente non direttamente esposta agli importi estremi del PWB può vedere gli effetti; questa ricerca ci aiuterà a capire meglio questi effetti.„

Nello studio, i ricercatori hanno esaminato le tartarughe d'acqua dolce di Diamondback (tartaruga d'acqua dolce del Malaclemys) che sono state esposte ad una quantità di PWB 126 che era equivalente all'esposizione che i rettili sperimenterebbero in un ambiente acquatico urbano, quali le zone umide mezzo Atlantiche della Campata o della Luisiana di Chesapeake. Le tartarughe sono state esposte al prodotto chimico per sei mesi e sono state confrontate ad un gruppo di tartarughe non esposte tenute nello stesso laboratorio. Le tartarughe Esposte erano più piccole, hanno avute le funzionalità più giovanili e densità ossea più bassa. In uno studio precedente, la Festa dell'Alba ha trovato che le tartarughe PWB-esposte hanno avute una tariffa metabolica più bassa.

I cambiamenti hanno un effetto sul modo la funzione delle tartarughe. Nel tuffarsi per i lungi periodi di tempo, calcio memorizzato tartarughe in loro shell di contribuire a mantenere uno stato fisiologico normale mentre trattengono il loro respiro. La densità ossea Più Bassa significa meno calcio, possibilmente con conseguente capacità diminuita di restare subacquea per molto lungo. Ulteriormente, le tartarughe con densità ossea bassa possono produrre le uova con gli shell più sottili, lasciante li più suscettibili dei predatori. La densità Più Bassa può provocare uno shell più molle, permettendo a più predatori di mangiare le tartarughe. Le tartarughe Commoventi possono anche incontrare difficoltà che mangiano la preda dura, quali i granchi, perché i rettili hanno più piccolo, mascelle più deboli e non possono incrinare facilmente gli shell.

Lo studio è stato pubblicato in Tossicologia Acquatica.

Sorgente: Università di Missouri-Colombia