Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il trattamento per ritenzione urinaria acuta dovuto BPH varia fra i paesi

Gli uomini che avvertono un'incapacità improvvisa di passare l'urina a causa di una prostata ingrandetta non cancerogena sono ospedalizzati diversamente e curati secondo dove vivono, secondo uno studio internazionale pubblicato online dal giornale BJUI dell'urologia.

Il documento, che comparirà nell'emissione di gennaio, riferisce su quanto quasi 1.000 clinici in 15 paesi hanno risposto a questa emergenza urologica in più di 6.000 uomini.

“La ritenzione urinaria acuta (AUR) è una complicazione severa dell'iperplasia prostatica benigna (BPH) caratterizzata da un improvviso e l'incapacità dolorosa di urinare„ spiega il professor John Fitzpatrick dell'autore principale dall'ospedale universitario di Misericordiae di mater e dall'università, Dublino, Irlanda. “Come pure essendo estremamente distressing e un'emissione di salute pubblica importante, può anche piombo ad un rischio aumentato di affezione e perfino di morte.

“Il nostro studio mostra che quello prescrivere il paziente con uno stampo Alpha-1 prima della fornitura di trattamento ulteriore senza un catetere è l'itinerario più riuscito. Egualmente dimostra che la cateterizzazione prolungata è associazione con affezione aumentata.„

Lo studio ha compreso 6.074 uomini con AUR, che sono stati trattati da 953 urologi dalle pratiche private e miste del pubblico, di sanità su un periodo quadriennale. Di questi, 2.618 provenivano dalla Francia, 1.727 provenivano dall'Asia (Corea, Pakistan, Filippine, Taiwan, Tailandia e Vietnam), 883 provenivano da America Latina (Colombia, Messico, Venezuela), 755 dall'Algeria e 91 da Medio Oriente (Bahrein, Qatar, Kuwait ed Emirati Arabi Uniti). 

Risultati chiave dello studio incluso:

  • La maggior parte degli uomini (71%) hanno avuti AUR spontaneo, un risultato naturale della loro prostata ingrandetta, mentre 29% aveva precipitato AUR che segue un evento di grilletto. Le cause hanno compreso l'anestesia locale o generale (28,5%) e l'eccessiva ingestione di alcol (18%). AUR precipitato era più basso in Algeria (12%) e più alto in America Latina (44%), pricipalmente dovuto eccessiva ingestione di alcol negli ultimi.  
  • AUR ha predetto la presenza di BPH in 44% degli uomini. L'ospedalizzazione per AUR ha variato fra i paesi, varianti a partire da 1,7% in Algeria a 100% in Francia. Un catetere uretrale è stato inserito dentro appena sotto 90% dei casi, seguito solitamente dal trattamento senza un catetere (TWOC) dopo una mediana dei cinque giorni, facente la media a partire dai tre giorni in Francia agli otto giorni in Algeria. TWOC riusciva in 61% dei casi.
  • La maggior parte dei uomini (86%) hanno ricevuto Alpha-1 uno stampo (pricipalmente alfuzosina) prima di rimozione e di questa del catetere piombo agli indici di successo coerente più alti di TWOC, indipendentemente dall'età e dal tipo di AUR. La regressione a più variabili ha confermato quella che prescrive uno stampo Alpha-1 prima che TWOC aumentasse l'indice di successo di 92%.
  • L'errore di TWOC era più comune se gli uomini fossero di 70 anni più, ha avuto una dimensione della prostata di 50 il g o gli più alti, sintomi più bassi severi dell'apparato urinario, volume vuotato ad una cateterizzazione di 1000 ml o più e di AUR spontaneo.
  • La conservazione dei pazienti cateterizzati per i tre giorni o di più non ha influenzato il successo di TWOC, ma è stata associata con affezione aumentata e l'ospedalizzazione prolungata per gli eventi avversi.
  • Appena nell'ambito della metà degli uomini che l'errore con esperienza di TWOC (49%) recatheterised ed avuto la chirurgia di BPH. I 43,5% più ancora hanno provato un altro TWOC, con un indice di successo globale di 29,5%, variante da 20% in Algeria a 44% in Asia.
  • Appena più di 13% degli uomini ricevuti ha prolungato la cateterizzazione seguita da ambulatorio programmato, con le più alte tariffe in Francia (18%) ed America Latina (15%). L'ambulatorio immediato era meno comune a 7%, variando da 0,5% in Algeria a 13% in Asia. 

“Questa grande indagine a sezione trasversale di un'emergenza urologica in una vasta gamma di sistemi sanitari indica che la cateterizzazione uretrale seguita da un TWOC è la pratica normale universalmente e che prescrivere uno stampo Alpha-1 prima di TWOC si raddoppia la possibilità di successo„ conclude il professor Fitzpatrick.

“Tuttavia, egualmente evidenzia le differenze importanti fra i paesi per quanto riguarda le tariffe dell'ospedalizzazione, la durata di cateterizzazione e la gestione di risultato di TWOC, pricipalmente dovuto la mancanza di linee guida per la gestione di AUR.

“Egualmente identifica una serie di variabili, compreso l'età e la dimensione della prostata, che predicono il rischio di AUR ricorrente e di chirurgia dopo un riuscito TWOC. Questi potrebbero essere usati per identificare i pazienti che non possono essere gestiti tramite la terapia medica da solo e dovrebbero subire rapido la chirurgia.„       

Source:

BJUI