Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'Alta flora dell'intestino protegge i bambini dalle allergie

L'Alta diversità e vari batteri nell'intestino proteggono i bambini dalle allergie rispetto ad alcuni diversi generi batterici. Questi sono i risultati di uno studio completo della microflora intestinale (flora dell'intestino) in bambini allergici ed in buona salute, che è stato condotto all'Università di Linköping in Svezia.

Un'ipotesi è che il nostro sistema immunitario incontra troppo pochi batteri durante l'infanzia, che spiega la percentuale aumentante di bambini allergici. Tuttavia è stato difficile da confermare scientifico l'ipotesi.

“Abbiamo intrapreso gli studi in collaborazione con l'Istituto di Karolinska e l'Istituto di Tecnologia Reale di KTH che conferma la cosiddetta ipotesi dell'igiene. I Bambini acquistano la microflora intestinale dal loro ambiente e nella nostra società probabilmente sono esposti ai batteri insufficienti che sono necessari affinchè il sistema immunitario maturino„, dicono Thomas Abrahamsson, medico pediatrico e un ricercatore all'Università di Linköping.

Abrahamsson è l'autore principale dello studio recentemente pubblicato nel Giornale stimato dell'Allergia e dell'Immunologia Clinica.

I Ricercatori precedentemente hanno ritenuto che la diversità e la variabilità - diversità microbica - fosse significative per lo sviluppo di allergia in infanti. Tuttavia, non finora, può una chiara connessione essere stabilito dovuto le ultime alle tecnologie basate a DNA. L'Uso dei questi metodi validi permette ad una revisione completa della struttura microbiologica.

I campioni di feci Da 40 bambini sono stati analizzati: 20 bambini con eczema atopico e gli anticorpi allergici di IgE agli alimenti e gli altri 20 in un gruppo di controllo che mancava di queste circostanze. Facendo Uso di cosiddetti 454 che pyrosequencing, i ricercatori hanno identificato le sequenze del DNA che poi sono state collegate simultaneamente con un database per determinare quali generi batterici erano presenti nei campioni.

I risultati indicano che la diversità era significativamente maggior nei bambini in buona salute ad un mese dell'età confrontato a quei bambini che allergie sviluppate successive. La Diversità nei gruppi sicuri sembra essere particolarmente importante: Proteobacteria consiste di cosiddetti batteri gram-negativi che sono associati con la protezione contro le allergie e sono comuni in bambini che sono cresciuto sugli allevamenti con il bestiame e perfino in Batterioidi che secondo le indicazioni degli esperimenti neutralizzano l'infiammazione.

Nel Frattempo, i risultati di altri studi sembrerebbero essere screditati.

Un esempio è Bifidobacteria che ha utilizzato come supplemento nei prodotti lattier-caseario. Erano abbondanti nello studio tuttavia che i ricercatori non potrebbero identificare il contributo ad alcun effetto protettivo.

È la composizione della microflora intestinale durante le prime settimane di vita che danno segni di essere critiche allo sviluppo del sistema immunitario. In assenza degli stimoli sufficienti da molti batteri differenti, il sistema può reagir in modo esageratoe contro gli antigeni inoffensivi nell'ambiente, quali gli alimenti. Il rischio di sviluppare l'asma all'età scolare per i bambini afflitti da queste allergie è cinque - sei volte più su.

Sorgente: http://www.liu.se/