I ricercatori di Mayo guadagnano le comprensioni nella funzione dei chaperon dell'istone

I ricercatori della clinica di Mayo hanno guadagnato le comprensioni nella funzione di un membro di una famiglia delle proteine specializzate chiamate chaperon dell'istone. Facendo uso della spettroscopia e (NMR) della cristallografia a raggi x a risonanza magnetica nucleari, hanno determinato la struttura e le interazioni 3-D del chaperon Rtt106 dell'istone giù ai dettagli atomici. I risultati sono pubblicati nella natura del giornale.

“Le interazioni che abbiamo descritto sono importanti per il gene che fa tacere e la risposta di danno del DNA,„ dice l'autore Georges senior Mer, il Ph.D., un biologo strutturale della clinica di Mayo. “Questo è emozionante perché la nostra nuova conoscenza ci aiuterà meglio a capire questi trattamenti cellulari fondamentali.„

In celle, il nostro DNA fa parte di una struttura chiamata cromatina, formato dalle proteine, la maggioranza chiamata istoni, che sono avvolti con il DNA. È associato con gli istoni un altro gruppo di proteine chiamate chaperon dell'istone, che promuovono l'installazione adeguata o lo smontaggio della cromatina durante i tempi il nostro DNA è ripiegato o riparato una volta nocivo. La loro disfunzione è stata collegata a cancro, ad invecchiamento e ad altre malattie.

La scoperta

Prima che questo studio di Mayo, scienziati sappia che il chaperon Rtt106 dell'istone ha aiutato nel deposito degli istoni -- specificamente, un complesso degli istoni H3 e H4 -- sul DNA di replica. Non hanno capito come Rtt106 fa questo, dato che non ne possiede c'è ne dei requisiti conosciuti. L'istone H3 è in un modulo modificato in cui uno dei sui amminoacidi, lisina 56, è acetilato. Rtt106 non sembra avere un dominio acetilato del lettore della lisina.

I ricercatori di Mayo hanno scoperto due domini novelli in Rtt106 che intraprendono questo ruolo. Uno, definito il dominio di homodimerization, permette che due molecole di Rtt106 siano collegate in modo da possono cooperare in istoni obbligatori H3 e H4. L'altro, chiamato il doppio dominio di pH, è responsabile della percezione della lisina acetilata di H3 e più ulteriormente rinforza l'interazione. Gli atti combinati dei due domini di Rtt106 gli permettono di eseguire efficientemente e correttamente la funzione chaperoning. Ciò è la prima volta chiunque ha descritto questo modo di associazione specifica fra un chaperon dell'istone e un complesso modificato dell'istone.