Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo Studio rivela come la mutazione genetica di Bdnf contribuisce all'obesità severa

La scoperta offre le bugne circa come accendere la sensibilità del cervello verso la leptina e l'insulina, ormoni che spengono l'appetito

I Ricercatori al Centro Medico di Georgetown University hanno rivelato come una mutazione in un singolo gene è responsabile dell'incapacità dei neuroni efficacemente di passarsi l'appetito che sopprime i segnali dall'organismo al giusto posto nel cervello. Che Cosa risulta è l'obesità causata da un appetito vorace.

Il Loro studio, pubblicato il 18 marzo sul sito Web della Medicina della Natura, suggerisce che ci potrebbe essere un modo stimolare l'espressione di quel gene per trattare l'obesità causata dal cibo incontrollato.

Il gruppo di ricerca specificamente ha trovato che una mutazione nel gene neurotrophic cervello-derivato (Bdnf) di fattore in mouse non permette che i neuroni del cervello efficacemente passino la leptina e l'insulina segnali chimici attraverso il cervello. In esseri umani, questi ormoni, che sono rilasciati nell'organismo dopo che una persona mangia, sono progettati “dicono„ l'organismo di smettere di mangiare. Ma se i segnali non riescono a raggiungere le posizioni corrette nell'ipotalamo, l'area nel cervello che segnala la sazietà, mangiante continua.

“Questo è la prima volta sintesi delle proteine in dendrites, le estensioni del tipo di albero dei neuroni, è stata trovata per essere critiche per controllo di peso,„ dice il ricercatore senior dello studio, Baoji Xu, il Ph.D., un professore associato di farmacologia e la fisiologia a Georgetown.

“Questa scoperta può aprire le strategie novelle per aiutare il cervello per gestire il peso corporeo,„ dice.

Xu lungamente ha studiato il gene di Bdnf. Ha trovato che il gene produce un fattore di crescita quella comunicazione di comandi fra i neuroni.

Per esempio, ha indicato che durante lo sviluppo, BDNF è importante alla formazione ed alla maturazione di sinapsi, le strutture che permettono i neuroni di inviare i segnali chimici fra loro. Il gene di Bdnf genera l'una breve trascrizione e l'una trascrizione lunga. Ha scoperto che quando la trascrizione di Bdnf del a lungo modulo è assente, il fattore di crescita BDNF è sintetizzato soltanto nel corpo cellulare di un neurone ma non in sui dendrites. Il neurone poi produce troppe sinapsi acerbe, con conseguente deficit nell'apprendimento e memoria in mouse.

Xu egualmente ha trovato che i mouse con la stessa mutazione di Bdnf sono diventato sono severamente obesi.

Altri ricercatori hanno cominciato ad esaminare il gene di Bdnf in esseri umani e gli studi genoma di ampiezza su grande scala di associazione hanno mostrato che varianti del gene di Bdnf, infatti, è collegato all'obesità.

Ma, finché questo studio, nessuno non abbia potuto descrivere esattamente come BDNF gestisce il peso corporeo.

I dati di Xu indicano che sia la leptina che l'insulina stimolano la sintesi di BDNF in dendrites di un neurone per muovere il loro messaggio chimico da un neurone verso un altro con le sinapsi. L'intenzione è di tenere i segnali chimici dell'insulina e di leptina che si muovono lungo la strada principale di un neurone verso le posizioni corrette del cervello, dove gli ormoni accenderanno un programma che sopprime l'appetito.

“Se c'è un problema con il gene di Bdnf, i neuroni non possono parlare l'un l'altro ed i segnali dell'insulina e di leptina sono inefficaci e l'appetito non è modificato,„ Xu dice.

Ora che gli scienziati sanno che BDNF regolamenta il movimento dei segnali dell'insulina e di leptina tramite i neuroni del cervello, la domanda è se una riga di trasmissione difettosa può essere riparata.

Una strategia possibile sarebbe di produrre la trascrizione supplementare di Bdnf del a lungo modulo facendo uso adi terapia genica basata a virus adeno-associata, Xu dice. Ma sebbene questo genere di terapia genica sia risultato essere sicuro, è difficile da consegnare attraverso la barriera di sangue del cervello, lui aggiunge.

“Il migliore approccio potrebbe essere di trovare una droga che può stimolare l'espressione di Bdnf nell'ipotalamo,„ Xu dice. “Abbiamo aperto la porta sia ai nuovi viali nella ricerca di base che alle terapie cliniche, che è molto emozionante.„

CoSource: Centro Medico di Georgetown University