Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

CCTA può identificare sicuro e rapido i candidati per scarico dai EDs

Angiografia coronaria di CT (CCTA) -- un modo non invadente sembrare le arterie interne che forniscono il sangue al cuore -- può determinare rapidamente ed attendibilmente quale lamentarsi dei pazienti del dolore toracico ad un pronto soccorso può essere inviato sicuro a casa, secondo ricerca presentata oggi all'istituto universitario americano della sessione scientifica annuale della cardiologia sessantunesima. La sessione scientifica, la riunione medica cardiovascolare prima, riunisce i professionisti cardiovascolari ad ulteriori avanzamenti nel campo.

Delle 6 milione visite annuali ai pronto soccorsi degli Stati Uniti (EDs) per dolore toracico, fino a 85 per cento realmente non sono causati a memoria i problemi. Molti progressi sono stati realizzati nell'identificazione in dei pazienti ad alto rischio, ma nelle sfide a basso rischio di valutazione di posa dei pazienti che possono essere costose in rischio, in disagio ed in tempo di recupero per il paziente e di risorse di sanità. La maggior parte di questi pazienti sono ammessi per tradizionale “eliminano„ la cura che richiede tipicamente una degenza in ospedale di circa 24 ore e di una prova di sforzo, con o senza la rappresentazione. Se i risultati sono positivi, il punto seguente è probabilmente cateterizzazione cardiaca, una procedura dilagante e che richiede tempo che comprende infilare un tubo sottile nel cuore.

I medici di ED hanno uno standard per lo scarico della persona con dolore toracico: un rischio di meno di 1 per cento di attacco di cuore o di morte in relazione con il cuore durante i 30 giorni prossimi. Per i pazienti senza la malattia di cuore conosciuta, il fattore chiave nel giudizio del quel rischio è se delle arterie del cuore mostrano un bloccaggio di 50 per cento o di più. La cateterizzazione cardiaca è una tecnica di rappresentazione comune usata a questo fine.

“Quando i EDs sono ammucchiati, tutti i pazienti soffrono,„ ha detto Harold I. Litt, MD, PhD, capo della rappresentazione cardiovascolare nel dipartimento della radiologia alla scuola di medicina di Perelman, università della Pennsylvania, Filadelfia ed il principale inquirente dello studio. “Il nostro obiettivo primario era di alimentare statisticamente lo studio per provare la sicurezza di CCTA in modo che i medici di ED potessero ritenere i pazienti domestici d'invio comodi che hanno risultati della quantità negativa dalle scansioni di CCTA ed abbiamo fatto quello.„

Il PA 4005 di ACRIN è i primi studi cardiovascolari intrapresi dall'istituto universitario americano della rete della rappresentazione della radiologia (ACRIN). In questa prova phase-4, 1.393 pazienti a cinque centri sono stati definiti a caso a tradizionale “eliminano„ la cura o CCTA in un rapporto di 1:2. I fornitori di cure mediche ad ogni sito hanno fatto tutte le decisioni circa le prove ed il trattamento per i pazienti tradizionali del gruppo di cura su base individuale. Il gruppo di CCTA ha seguito un protocollo in tre parti: (1) prove per misurare i livelli di sangue di due sostanze connesse con danno del cuore ed il rischio di attacco di cuore o di colpo, (2) CCTA e (3) scarico se i risultati dei test fossero negativi.

Nessuno dei 640 pazienti con un CCTA negativo hanno avuti un attacco di cuore o sono morto nei 30 giorni dopo scarico (tariffa 30 giorna di evento < di 1 per cento). Questi risultati si applicano ai pazienti al rischio basso intermedio. La gente che fa richiedere una cronologia conosciuta della malattia di cuore una valutazione molto più estesa prima che potessero essere inviate a casa sicuro, il Dott. Litt ha sottolineato.

Lo studio egualmente ha indicato che CCTA era un migliore indicatore che le prove di sforzo di individuazione dei pazienti con la coronaropatia (9 per cento contro 3 per cento). “Le prove di sforzo sono soltanto quando c'è abbastanza bloccaggio per alterare il flusso sanguigno,„ il Dott. positivo Litt hanno detto. “CCTA vi lascia realmente vedere l'aterosclerosi [un'accumulazione di placca nelle arterie] e la stenosi [limitazione delle arterie], anche se quello non è che cosa sta causando al vostro dolore toracico quel giorno.„

Per concludere, la prova ha trovato i chiari vantaggi per CCTA rispetto a cura tradizionale in parecchie categorie di uso delle risorse: il numero dei pazienti ha scaricato piuttosto di quanto ammesso all'ospedale (50 per cento contro 23 per cento), alla durata del soggiorno mediana (18 ore contro 25 ore) ed alla durata del soggiorno mediana per i pazienti che hanno avuti una prova negativa di sforzo o di CCTA (12 ore contro 25 ore). I ricercatori riuniranno i costi connessi con questi risultati e parleranno con sia i gruppi per analizzare il giorno 30 che utilizzazione e la redditività di un anno. Del giorno 30 ed in ospedale del costo gli elementi sono preveduti entro sei mesi. I ricercatori egualmente hanno registrato i dati circa placca arteriosa che sarà analizzata in futuro.