Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

The Lancet riconosce la prova genetica del primo lato del letto del mondo

Sviluppato nel Canada e condotto dai ricercatori dall'università di istituto del cuore di Ottawa, in società con scienze biologiche spartane, la prova genetica del primo lato del letto del mondo ha ricevuto il riconoscimento da The Lancet, il giornale medico generale principale del mondo.

Il test genetico di Punto-de-cura dell'articolo per la personalizzazione del trattamento antipiastrinico (GENE RAPIDO): un futuro, ripartito le probabilità su, prova del proof of concept, rapporti sull'uso di una maschetta semplice tampona la prova, il RX spartano CYP2C19, eseguito dagli infermieri al lato del letto del paziente. Questa tecnologia rivoluzionaria permette che medici identifichino rapido i pazienti con una variante genetica conosciuta come CYP2C19*2. i pazienti cardiaci dello stent con questa variante sono a rischio della reazione male alla terapia standard della anti-piastrina con Plavix- (clopidogrel).

Lo studio ha dimostrato che la terapia adattata del trattamento della droga ha reso possibile esaminando con successo dal protetto che genetico tutti pazienti con la variante genetica a rischio dagli eventi avversi successivi, mentre 30 per cento dei pazienti curati con la terapia standard non hanno ricevuto la protezione adeguata.

“Per la prima volta nella medicina, infermieri potevano eseguire la prova del DNA al lato del letto del paziente. Ciò è un punto significativo verso la visione di medicina personale,„ ha detto il Dott. Derek So, cardiologo Interventional all'università di istituto del cuore di Ottawa (UOHI) e di ricercatore principale dello studio RAPIDO del GENE.