Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le terapie di camma più cura usuale possono migliorare i risultati nei pazienti di dolore lombo-sacrale

Quasi 8 di 10 Americani avvertiranno il dolore lombo-sacrale a un certo momento nelle loro vite. Il dolore lombo-sacrale persistente è un comune, rendare incapace, costoso e difficile trattare la circostanza. Molti pazienti potrebbero trarre giovamento significativamente ad un da un modello individualizzato, pluridisciplinare, basato a gruppo di cura che comprende l'accesso ai professionisti complementari autorizzati di cura (per esempio, chiropratici, terapisti di massaggio e agopuntori) oltre ai curante convenzionali, come dimostrato in uno studio pubblicato nel giornale di medicina alternativa e complementare, un giornale pari-esaminato da Mary Ann Liebert, Inc. L'articolo, “un modello di cura integrante per dolore lombo-sacrale,„ è liberamente disponibile sul giornale del sito Web della medicina alternativa e complementare a www.liebertpub.com/acm.

David M. Eisenberg, MD e colleghi dalla facoltà di medicina di Harvard ed ospedale delle donne e di Brigham (Boston, mA), istituto di ricerca di salubrità del gruppo (Seattle, WA) e Brown University (provvidenza, RI), ha confrontato la terapia convenzionale solo-definita come “cura usuale„ - alla combinazione di programma integrato delle terapie mediche complementari ed (CAM) alternative più cura usuale. Riferiscono che le differenze significative fra i due hanno ripartito le probabilità sui gruppi pazienti nei risultati che dolore incluso, stato funzionale e difficoltà che esegue routine, attività provocatorie auto-identificate.

Source:

The Journal of Alternative and Complementary Medicine