Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Pfizer non riesce ad incontrare il punto finale primario nello studio di fase 3 di TORISEL per RCC avanzato

Pfizer Inc. ha annunciato che lo studio di fase 3 INTORSECT (B1771003), valutante TORISEL® (temsirolimus) in pazienti con cancro del rene avanzato (RCC) su cui la malattia aveva progredito o dopo la terapia® di SUTENT (malato del sunitinib), non ha incontrato il punto finale primario di prolungamento della sopravvivenza di progressione liberamente (PFS) una volta confrontato a sorafenib. Sebbene PFS sia numericamente più alto in pazienti curati con il temsirolimus, la differenza non era statisticamente significativa. Sopravvivenza globale, un punto finale secondario nello studio, indicato significato statistico che favorisce i pazienti ripartiti con scelta casuale al braccio del sorafenib. Gli eventi avversi in questo studio erano coerenti con i profili di sicurezza conosciuti per entrambe le droghe. L'efficacia ed i dati completi della sicurezza da questo studio saranno presentati ad un congresso medico principale imminente.    

Approssimativamente 270,000 persone universalmente sono diagnosticate con il cancro renale delle cellule ogni anno con circa 20 per cento che avanzano la malattia ai tempi della diagnosi. Fra 40 e 65 per cento dei pazienti negli Stati Uniti che progrediscono terapia prima linea seguente continui a ricevere un trattamento del secondo line.

“Questa prova avanza la nostra conoscenza circa TORISEL in RCC. TORISEL rimane una droga importante per il trattamento del cancro avanzato del rene basato sul suo studio chiave in pazienti prima linea con il rischio prognostico difficile,„ ha detto il Dott. Mace Rothenberg, vice presidente senior dello sviluppo clinico e degli affari medici per la divisione di affari dell'oncologia di Pfizer. “TORISEL continua ad essere una parte importante di portafoglio di Pfizer delle terapie per il cancro avanzato del rene.„