Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'acetato di Abiraterone può contribuire ad eliminare i tumori della prostata

Una droga disvuotamento approvata l'anno scorso per il trattamento di carcinoma della prostata metastatico può contribuire ad eliminare o quasi eliminare i tumori in molti pazienti con i cancri aggressivi che hanno ancora spargersi oltre la prostata, secondo uno studio clinico da presentare alla riunione annuale della società americana dell'oncologia clinica (ASCO), 1-5 giugno, in Chicago.

Il test clinico di fase II, piombo dai ricercatori al Dana-Farber Cancer Institute e ad altri centri di ricerca, ha esaminato l'uso dell'acetato di abiraterone della droga (Zytiga (R)) congiuntamente a prednisone e chirurgia in 58 uomini con carcinoma della prostata ad alto rischio isolato alla ghiandola di prostata. I partecipanti hanno ricevuto tre o sei mesi del regime della due-droga seguito da chirurgia per eliminare la prostata. Quando il trattamento era completo, gli esami di patologia hanno indicato che un terzo dei partecipanti non ha avuto o quasi tessuto del tumore lasciato.

“I cancri molto ad alto rischio localizzati alla prostata sono raramente essiccati dal prostatectomy da solo,„ dice l'autore principale dello studio, Maria-Ellen Taplin, MD, di Dana-Farber. “Le terapie che combinano la chirurgia con le più vecchie droghe d'inibizione non hanno migliorato storicamente i risultati. Questo bisogno insoddisfatto ha provocato gli sforzi per sviluppare le nuove droghe capaci più completamente di diminuzione dei livelli dell'androgeno all'interno dei tumori della prostata.„

Taplin presenterà sabato 2 giugno i dati (estratto 4521), alle 8 di mattina CT, teatro della corona di Arie, posto di McCormick.

L'androgeno, l'ormone maschio, fornisce il combustibile per la crescita del carcinoma della prostata. Le terapie convenzionali mirano alla produzione dell'androgeno nei testicoli e nelle ghiandole surrenali, ma non all'interno del tumore stesso. L'acetato di Abiraterone è capace di produzione dell'androgeno di didascalia in tutti e tre i siti.

Nello studio, i ricercatori hanno usato la metà della dose di prednisone (uno steroide) generalmente dato con l'acetato di abiraterone. Questa dose più bassa, è sperato, diminuirebbe gli effetti secondari connessi con gli steroidi mentre mantenevano i sui vantaggi di protezione degli squilibri steroidi particolari si è associato con il abiraterone. Poiché non c'erano effetti secondari aumentati dal abiraterone, i ricercatori ritengono che la dose più bassa di prednisone (5mg quotidiano) sia adeguata per la maggior parte dei pazienti.

“La maggior parte dei pazienti in questo studio hanno avuti grandi tumori, carcinoma della prostata dell'alto grado ed erano ad ad alto rischio per la diffusione del cancro,„ osservazioni di Taplin. “Molto siamo incoraggiati tramite i risultati ed abbiamo cominciato un altro studio di fase II che studiamo un altro inibitore novello di segnalazione dell'androgeno, MDV3100, nella regolazione neoadjuvant per il carcinoma della prostata ad alto rischio. Egualmente stiamo sviluppando un programma di test clinico che studiamo l'aggiunta della droga d'investigazione ARN509 al abiraterone. Per provare il vantaggio globale del trattamento intensivo della privazione dell'androgeno insieme con il prostatectomy, un grande test clinico ripartito con scelta casuale dovrà essere fatto.„