Il VEN si presenta egualmente nell'isola delle scimmie di macaco

Gli scienziati di Max Planck scoprono le cellule cerebrali in scimmie che possono essere collegate all'autoconsapevolezza ed all'empatia in esseri umani

La corteccia insulare anteriore è una piccola regione del cervello che svolge un ruolo cruciale nell'autoconsapevolezza umana e nei disordini neuropsichiatrici relativi. Un tipo unico delle cellule - il neurone di von Economo (VEN) - è individuato là. A lungo, il VEN è stato presupposto per essere unico agli esseri umani, alle grandi scimmie, alle balene ed agli elefanti. Henry Evrard, neuroanatomista al Max Planck Institute per la cibernetica biologica in T-bingen, Germania, ora ha scoperto che il VEN si presenta egualmente nell'isola delle scimmie di macaco. La morfologia, la dimensione e la distribuzione della scimmia VEN suggeriscono che sia almeno un omologo anatomico principale del VEN umano. Questa individuazione offre le nuove ed opportunità tanto necessarie di esaminare dettagliatamente le connessioni e le funzioni di una regione del cervello e delle cellule che potrebbe avere un ruolo chiave nell'autoconsapevolezza umana e nei disturbi mentali compreso autismo e nei moduli specifici di demenza.

La corteccia insulare, o semplicemente l'isola, è una regione corticale nascosta profilatura e messa al sicuro in profondità nel cervello - un'isola all'interno della corteccia. Nell'ultima decade, l'isola è emerso da oscurità come avendo un ruolo chiave nelle diverse funzioni collegate solitamente ai nostri stati corporei interni, alle nostre emozioni, alla nostra autoconsapevolezza ed alle nostre interazioni sociali. La parte molto anteriore dell'isola in particolare è dove gli esseri umani percepiscono coscientemente le emozioni soggettive, quali amore, odio, rancore, la sicurezza di sé o l'imbarazzo. Relativamente a queste sensibilità, l'isola anteriore è compresa in varie psicopatologie. Il danno dell'isola piombo a apatia ed all'incapacità di dire che sensibilità noi o la nostra esperienza del partner colloquiale. Queste inabilità e l'alterazione dell'isola egualmente sono incontrate nell'autismo ed in altri disordini neuropsichiatrici altamente nocivi compreso la variante comportamentistica di demenza frontotemporal (bvFTD).

Il neurone di von Economo (VEN) si presenta quasi esclusivamente nell'isola anteriore e nella corteccia anteriore del cingulate. Fino ad oggi è stato creduto che il VEN fosse soltanto presente in esseri umani, in grandi scimmie ed in alcuni mammiferi gran-brained con comportamento sociale complesso quali le balene e gli elefanti. Contrariamente al neurone piramidale vicino tipico che è presente in tutti i mammiferi ed in tutte le regioni del cervello, il VEN ha una forma peculiare dell'asse di rotazione ed è circa tre volte grandi. La loro densità numerale è alterata selettivamente nell'autismo e nel bvFTD. Henry Evrard ed il suo gruppo, al Max Planck Institute per la cibernetica biologica in T-bingen ora ha scoperto VENs nell'isola anteriore nelle scimmie di macaco. Il suo lavoro attuale fornisce la prova coercitiva che le scimmie possiedono almeno un modulo primitivo del VEN umano sebbene non abbiano la capacità di riconoscersi in uno specchio, un marchio di garanzia comportamentistico dell'autoconsapevolezza.

“Questo i mezzi, non precedentemente creduto, che altamente hanno concentrato le popolazioni di VEN non sono un'esclusività degli ominidi, ma egualmente si presentano in altre specie del primate„, spiegano Henry Evrard. “La filogenesi di VEN deve essere riesaminata. Per di più, l'analisi molto tanto necessaria delle connessioni e la fisiologia di questi neuroni specifici ora è possibili.„ Conoscere le funzioni del VEN e delle sue connessioni ad altre regioni del cervello in scimmie ha potuto darci le bugne sull'evoluzione del substrato anatomico dell'autoconsapevolezza in esseri umani e può aiutare noi nelle inabilità neuropsichiatriche serie di migliore comprensione compreso autismo, o persino le dipendenze come alle droghe o fumo.