Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le celle giganti proteggono i neoformans del criptococco del fungo durante l'infezione

Le celle giganti chiamate “celle del titano„ proteggono i neoformans del criptococco del fungo durante l'infezione, secondo l'università due di ricercatori di Minnesota. Kirsten Nielsen, Ph.D., un assistente universitario nel dipartimento di microbiologia e destinatario recente Laura Okagaki di Ph.D. crede che la loro scoperta potrebbe contribuire a sviluppare i nuovi modi combattere le infezioni causate dal criptococco.

I risultati saranno pubblicati nell'emissione di giugno della cella eucariotica del giornale. Lo studio è stato costituito un fondo per dagli istituti della sanità nazionali e dall'università di facoltà di medicina di Minnesota.

Il criptococco, un fungo trovato frequentemente in polvere e la sporcizia, è ogni anno responsabile delle morti di più di 650.000 malati di AIDS mondiali. È egualmente una preoccupazione potenzialmente micidiale fra i pazienti di trapianto di organi e della chemioterapia. Corrente, il criptococco causa le morti più annuali in Africa Subsahariana che la tubercolosi.

“Mentre la maggior parte delle persone in buona salute sono resistenti alle infezioni del criptococco, il fungo può causare la malattia micidiale per quelli con i sistemi immunitari già deboli,„ ha detto il Dott. Nielsen.

Una volta inalato, il criptococco può causare un'infezione nei polmoni. Questa infezione può spargersi al cervello ed al risultato nella meningite, ad un'infiammazione spesso micidiale del cervello ed alla spina dorsale.

Nielsen e Okagaki hanno trovato che le celle del titano, o le celle del criptococco dieci - venti volte la dimensione di una cella normale, sono troppo grandi distruggersi dal sistema immunitario dell'organismo.

I ricercatori egualmente hanno trovato che la presenza di celle del titano può proteggere tutte le celle nell'area, anche le celle del criptococco del criptococco graduate normale.

“Questo ci dice che la formazione delle cellule del titano è un aspetto importante dell'interazione fra l'essere umano/host e l'organismo che permette che il criptococco causi la malattia,„ ha detto Nielsen. “Questi informazioni ci aiuteranno a trovare i nuovi modi trattare le infezioni del criptococco che sono molto difficili da trattare con le droghe attualmente disponibili.„