Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio confronta la composizione di in acidi grassi del latte materno negli Stati Uniti e le donne di Tsimane

Lavorando con i ricercatori all'università di Pittsburgh e dell'ospedale pediatrico di Cincinnati, gli antropologi al UC Santa Barbara hanno trovato gli alti livelli degli acidi grassi utili omega-3 nel latte materno della donna economicamente impoverita di amerindio rispetto alle donne negli Stati Uniti. La loro ricerca compare nella questione attuale del giornale materno e della nutrizione del bambino.

Lo studio ha confrontato la composizione di in acidi grassi del latte materno negli Stati Uniti e le donne di Tsimane. Il Tsimane vive in Bolivia amazzoniana e mangia una dieta che consiste soprattutto dalle coltivazioni principali, dalla selvaggina e dal pesce di acqua dolce coltivati sul posto. I campioni del latte delle madri di Tsimane hanno contenuto le percentuali significativamente più alte dell'acido docosaexanoico dell'acido grasso omega-3 (DHA), che è cruciale per lo sviluppo conoscitivo e visivo infantile.

Ulteriormente, le percentuali di DHA in latte materno non sono diminuito significativamente attraverso i primi due anni successivi al parto, il periodo durante cui i cervelli infantili avvertono la crescita di punta e l'assorbimento massimo di DHA. Ciò era egualmente vera per le donne degli Stati Uniti e lo studio suggerisce che l'allattamento al seno esteso tramite sia gli Stati Uniti che le madri di Tsimane possa fornire agli infanti una sorgente costante di DHA durante il periodo critico di sviluppo del cervello.

“La composizione di in acidi grassi di latte materno varia con la composizione di in acidi grassi della dieta di una madre e delle memorie del grasso. Gli esseri umani ancestrali probabilmente hanno consumato omega-6 ed acidi grassi omega-3 nelle proporzioni uguali,„ ha detto Melanie Martin, uno studente di laurea nel dipartimento dell'UCSB dell'antropologia e del ricercatore del cavo dello studio. “I omega-6 delle madri di Tsimane ai rapporti omega-3 erano quattro - uno, molto più vicino ai preventivi ancestrali di quanto osservati nelle donne degli Stati Uniti.„

Purtroppo, il rapporto di omega-6 a omega-3 nelle diete industrializzate varia 10 - 1 a su quanto 20 - 1. Ciò è molto probabilmente dovuto l'assenza di pesce fresco ed il consumo corrente di oli vegetali trasformati e dell'alimento ricchi in acido linoleico (un omega-6) come pure grassi del trasporto. Questi alti livelli di omega-6 sono stati collegati ai rischi aumentati di obesità, di infiammazione e di malattia cardiovascolare ed interferiscono con la sintesi di DHA e di altri acidi grassi omega-3.

“La percentuale media del latte DHA delle madri di Tsimane era 400 per cento superiore a quello delle madri di Cincinnati, mentre le loro percentuali medie degli acidi grassi del trasporto e linoleici erano 84 per cento e 260 per cento più bassi, rispettivamente,„ ha detto Martin. “Malgrado vivere nelle circostanze economicamente impoverite, madri di Tsimane produca il latte materno che ha composizione di in acidi grassi saldata e potenzialmente più utile rispetto a latte dalle madri degli Stati Uniti.„

Lo studio viene come conseguenza dell'emissione del 21 maggio della rivista Time, che reignited il dibattito sopra l'età appropriata a cui un bambino dovrebbe completare la professione d'infermiera. “Il ronzio circa il coperchio di rivista Time recente ha interpretato in modo errato,„ ha notato Steven Gaulin, professore dell'antropologia all'UCSB ed uno dei co-author dello studio. “La dieta americana sta erodendo uno dei vantaggi che più importanti il latte materno può fornire -- grassi che sono critici allo sviluppo infantile del cervello. Non è sorprendente che, fra le nazioni sviluppate, i bambini americani sono ultimi sulle prove internazionali di per la matematica e di scienza.„

I risultati dello studio evidenziano le domande importanti circa la formula infantile, il contenuto dell'acido grasso di cui è basato sul latte materno delle madri degli Stati Uniti. “Lo studio suggerisce che gli standard della composizione di in acidi grassi per le formule infantili dovrebbero essere derivati dalle popolazioni quale il Tsimane,„ Martin ha spiegato. “E le raccomandazioni nutrizionali per gli infanti dovrebbero rappresentare i requisiti prolungati degli acidi grassi che il latte materno assicura naturalmente.„