La droga sperimentale e le differenze genetiche indicano come la gente si occupa di timore e dello sforzo

I ricercatori alla Duke University e gli istituti della sanità nazionali hanno trovato un modo calmare i timori dei mouse ansiosi con una droga che altera la loro chimica del cervello. Egualmente hanno trovato che differenze genetiche umane relative alla stessa influenza di chimica del cervello come la gente fa fronte a timore ed allo sforzo.

È un avanzamento nella comprensione dei circuiti del timore del cervello che il gruppo di ricerca dice può tenere la promessa particolare per la gente a rischio dei disordini di ansia, compreso quelle disordine post - traumatico di sofferenza di sforzo (PTSD).

“Che cosa è il più coercitivo è la nostra capacità di tradurre in primo luogo dai mouse alla neurobiologia umana e poi tutta l'uscita a comportamento umano,„ ha detto Ahmad Hariri, un neurobiologo al duca Institute per le scienze & la polizza del genoma. “Che il genere di traduzione sta andando definire il futuro della psichiatria e della neuroscienza.„

Il thread comune nei loro studi è un gene che codifica un enzima chiamato idrolasi di ammide dell'acido grasso, o FAAH. L'enzima suddivide un prodotto chimico naturale del endocannabinoid nel cervello che agisce essenzialmente nello stesso modo che la cannabis, aka la marijuana, fa (quindi il endocannabinoid di nome).

Gli studi più iniziali avevano suggerito che bloccare l'enzima di FAAH potrebbe fare diminuire il timore e l'ansia aumentando i endocannabinoids. (Che è coerente con l'ansia in diminuzione una certa esperienza dopo il fumo della marijuana.) nel 2009, il laboratorio di Hariri ha trovato che una variante comune nel gene umano di FAAH piombo alla funzione in diminuzione degli enzimi con le influenze sui circuiti del cervello per elaborare il timore e l'ansia.

Nel nuovo studio, il gruppo di Andrew Holmes all'istituto nazionale su alcolismo e l'abuso di alcool hanno verificato gli effetti di una droga che blocca l'attività di FAAH in mouse timore-inclini che egualmente erano stati preparati per essere spaventosi con le esperienze in cui erano scosse consegnate del piede.

Le prove per la capacità di quei mouse di superare le loro cattive esperienze hanno trovato che la droga ha permesso un ripristino più veloce da grazie di timore ai livelli elevati del endocannabinoid del cervello. Più specificamente, i ricercatori hanno indicato che quegli effetti della droga hanno rintracciato all'amigdala, una piccola zona del cervello che servisce da hub critico per trattamento e l'apprendimento di timore.

Per provare a pertinenza umana dei risultati, il gruppo di Hariri è ritornato a variante che genetica avevano studiato più presto in un gruppo di adulti di mezza età. Hanno mostrato a partecipanti di studio un le serie di maschere che descrivono le fronti di taglio minacciose mentre hanno riflesso l'attività delle loro amigdale facendo uso delle scansioni funzionali (fMRI) di imaging a risonanza magnetica. Poi hanno cercato come la variante genetica ha pregiudicato questa attività.

Mentre l'attività dell'amigdala in tutti i partecipanti è diminuito sopra le esposizioni ripetute alle maschere, la gente che ha portato la versione del gene di FAAH si è associata con la funzione più bassa degli enzimi ed i livelli elevati del endocannabinoid ha mostrato una maggior diminuzione nell'attività. Hariri dice che suggerisce che quelle persone possano potere meglio gestire e regolamentare la loro risposta di timore.

Più ulteriormente la conferma è venuto da un'analisi piombo dal Avshalom Caspi di duca e da Terrie Moffitt di 1.000 persone nello studio di Dunedin (http://dunedinstudy.otago.ac.nz/), che sono state nell'ambito dell'osservazione attenta dalla loro nascita negli anni 70 in Nuova Zelanda. Coerente con gli studi della rappresentazione di cervello e del mouse, quei neozelandesi che portano la versione d'espressione del gene di FAAH sono stati trovati per essere più probabili tenere il loro sforzo di sotto fresco.

“Questo studio in mouse rivela come una droga che amplifica uno dei endocannaboids naturali del cervello permette all'estinzione di timore, un trattamento che costituisce la base della terapia dell'esposizione per PTSD,„ Holmes ha detto. “Egualmente mostra come la variazione umana del gene nelle stesse vie chimiche modula il trattamento dell'amigdala delle minacce e che predice che come la gente fa fronte allo sforzo.„

Gli studi ora sono necessari più ulteriormente per esplorare sia le connessioni fra la variazione di FAAH che il rischio di PTSD come pure il potenziale di inibizione di FAAH come terapia innovatrice per i disordini in relazione con il timore, i ricercatori dicono.