Uso Adeguato del laccio emostatico e di exsanguinator capito male

Dal Tipo di Sara

Il personale della sala operatoria Ha una comprensione difficile del exsanguinator appropriato e l'uso del laccio emostatico, mostra i risultati della ricerca da un ospedale in Irlanda.

Nessuno del personale - compreso i portatori, gli infermieri, gli ufficiali senior della casa, gli Ufficiali di stato civile ed i consulenti - 50% o più alto segnato su un questionario hanno progettato per determinare la comprensione fra quelli responsabili dell'applicazione appropriata e dell'uso di questi strumenti chirurgici.

Ancora, 18 di 20 strumenti esaminati hanno mostrato la prova delle crescite positive della cultura, compreso lo Stafilococco, lo Staphylococcus aureus e l'Acinetobatterio negativi alla coagulasi, rapporti il gruppo di ricerca.

Sia i exsanguinators che i lacci emostatici sono utilizzati nella maggior parte dei casi di ortopedia per impedire gli arti che sono sottoposti alle alte pressioni ed alla circolazione sanguigna di controllo ad un'estremità, spiegano Zubin Daruwalla e colleghi dall'Ospedale di Tallaght a Dublino.

“Se applicato correttamente, [le unità] fornisca un vantaggio inerente di un campo chirurgico senza spargimento di sangue all'operatore, ma il loro uso non è senza complicazioni„ che il gruppo scrive Nel Chirurgo, evidenziante che gli strumenti possono rappresentare un vettore potenziale dell'infezione fra i pazienti.

Complessivamente 74 personale della sala operatoria hanno compilato un questionario compilato facendo uso delle linee guida dall'Associazione degli Infermieri Diplomati periOperative, compreso tali domande come: “dove approssimativamente su un arto se il polsino è posizionato?„

Il punteggio di media generale era 30,9%, con il più alto punteggio (48,4%) raggiunto da un infermiere di di gestione durante il settimo anno di pratica clinica ed il secondo più alto punteggio (46,1%) raggiunta da un Ufficiale di stato civile dello specialista durante il loro terzo anno di addestramento.

Un portatore senior con l'esperienza di più di 10 anni ha guadagnato il punteggio più basso di 9,4%, che fosse in modo allarmante, scrive Daruwalla ed altri, consideranti che nella loro istituzione ed in altre gradicalo, portatori è il personale che insanguina gli arti ed applica i lacci emostatici, mentre il chirurgo è infine responsabile di tutte le conseguenze.

Alla conclusione di un di gestione di giorno solo, tamponi da tutti exsanguinators (n=10) ed otto di 10 lacci emostatici hanno mostrato le crescite patogene dopo cultura microbiologica per determinare la sterilità.

Il gruppo ha paragonato gli agenti patogeni identificati sulle unità a quelli trovati nella sepsi del sito della ferita in un gruppo di 24 ferite infettate di frattura della caviglia ed ha trovato che la maggior parte dei batteri responsabili era egualmente negativa alla coagulasi - vale a dire, epidermidis dello S.

Tali batteri sono una sorgente comune dell'infezione unita prostetica, nota Daruwalla e colleghe e possono richiedere il trattamento antimicrobico prolungato e/o ripetere la chirurgia “che pregiudica i risultati, la disponibilità del letto ed i costi pazienti dell'ospedale.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.