Gli effetti di Neuroprotective sostengono i vantaggi del fingolimod in MS

Da Eleonor McDermid

La terapia di Fingolimod diminuisce l'attività infiammatoria e la perdita del tessuto nei cervelli dei pazienti con la sclerosi a placche (MS), mostra ulteriore analisi delle LIBERTÀ di prova.

I ricercatori di LIBERTÀ (Effetti di Valutazione di Ricerca FTY720 della Terapia Orale Quotidiana in MS) precedentemente hanno riferito che il fingolimod ha diminuito la tariffa ed il rischio di ricaduta per la progressione dell'inabilità, riguardante placebo.

Le ultime manifestazioni dell'analisi hanno migliorato i risultati nel gruppo del fingolimod per un intervallo degli indicatori (MRI) di imaging a risonanza magnetica, compreso atrofia del cervello, rappresentata dal volume totale del cervello. Durante i 24 mesi della prova, i pazienti placebo-trattati (n=418) persi circa 1,2% del loro volume del cervello, ma questa perdita sono stati diminuiti da entrambe le dosi del fingolimod (0,5 o 1,25 mg/giorno; n=854), con la dimensione di riduzione contro placebo che varia da 22,7% a 44,7% ai vari timepoints.

L'interferone dei trattamenti del MS beta e il natalizumab non hanno effetto significativo su atrofia del cervello su un simile periodo di tempo, notano i ricercatori negli Archivi della Neurologia.

La perdita del volume del Cervello in pazienti fingolimod-trattati era più veloce sopra la prima che i secondi anni di trattamento, che il gruppo ha posato “ad un certo grado di pseudoatrophy,„ in quali riduzioni della perdita del volume del cervello di causa dell'edema oltre a quello hanno causato da atrofia.

“La pertinenza clinica di perdita dal punto di vista terapeutico diminuita del volume del cervello è sottolineata tramite le osservazioni che l'atrofia è evidente durante le fasi più iniziali del MS, continua implacabile attraverso il corso del MS alle più alte tariffe che in persone in buona salute ed ha una correlazione significativa con l'inabilità fisica,„ dice Ernst-Wilhelm Radue (Ospedale Universitario, Basilea, Svizzera) e gruppo.

“Ancora, l'atrofia del cervello è considerata come un migliore preannunciatore di MRI dell'inabilità futura che il caricamento della lesione del T2 o il caricamento della lesione del hypointense T1.„

Nel corso della prova, i pazienti che catturano il fingolimod hanno avuti un numero medio di 2,5 nuovi o le lesioni recentemente ingrandette del T2, rappresentanti le aree di infiammazione recente, rispetto a 9,8 quelle che catturano il placebo e nel numero delle lesioni infiammatorie dimiglioramento sono state diminuite in simile misura.

Inoltre, il volume di lesioni hypointensive T1, rappresentante il demyelination, lesione axonal e la distruzione della matrice, si è sviluppato da una media di 30-33 millimetri3 nel gruppo del fingolimod, ma da 173 millimetri3 nel gruppo del placebo.

L'effetto protettivo di fingolimod contro atrofia del cervello era coerente indipendentemente dalla presenza di T1 e di lesioni infiammatorie al riferimento e di se i pazienti precedentemente avevano ricevuto i trattamenti del MS.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.