Il rischio di artrite reumatoide ha diminuito tramite il consumo moderato dell'alcool

Il consumo moderato di alcool è associato con un rischio diminuito di sviluppare l'artrite reumatoide, suggerisce uno studio pubblicato oggi su bmj.com.

I risultati indicano che le donne che consumano regolarmente più di tre bevande che alcoliche un la settimana per almeno 10 anni abbia circa la metà del rischio di sviluppare l'artrite reumatoide hanno paragonato ai non bevitori.

Dopo avere registrato per ottenere i fattori quale l'età, il fumo e le abitudini dietetiche, donne che hanno riferito bere più di tre vetri dell'alcool alla settimana sia in 1987 che in 1997 hanno avuti un rischio diminuito 52% di artrite reumatoide non non rispetto mai ai bevitori ad entrambe le valutazioni.

Questi risultati aggiungono ad un organismo crescente di prova che il consumo moderato dell'alcool di lungo termine non è nocivo e può proteggere da una malattia cronica come l'artrite reumatoide, dicono gli autori. Tuttavia, sollecitano che l'effetto delle dosi elevate dell'alcool sul rischio di artrite reumatoide rimane sconosciuto.

L'artrite reumatoide è un disordine unito infiammatorio cronico che si sviluppa solitamente fra le età di 40 e di 50. Circa 1% della popolazione del mondo è commovente - donne tre volte più spesso degli uomini. Alcuni studi hanno indicato che l'alcool bevente è associato con un più a basso rischio dell'artrite reumatoide, mentre altri non hanno trovato associazione.

La relazione fra ingestione di alcol e l'artrite reumatoide rimane discutibile. Così un gruppo dei ricercatori basati in Svezia ha precisato per analizzare questa associazione fra 34.141 donna svedese sopportata fra 1914 e 1948.

L'informazione dettagliata circa il livello del consumo, di dieta, di tabagismo, di attività fisica e di formazione dell'alcool è stata raccolta nel 1987 ed ancora nel 1997.

I partecipanti sono stati continuati per sette anni (gennaio 2003 al dicembre 2009) quando sono stati invecchiati 54-89 anni, e nel frattempo 197 nuovi casi dell'artrite reumatoide sono stati registrati.

La tariffa età-standardizzata dell'artrite reumatoide era più piccola fra le donne che hanno bevuto più di quattro vetri dell'alcool un la settimana (7 a 10.000 persona/anno) che fra le donne che hanno bevuto meno di un vetro una settimana (9,1 a 10.000 persona/anno) come riferito nel 1997.

Dopo avere registrato per ottenere i fattori quale l'età, il fumo e le abitudini dietetiche, donne che hanno riferito bere più di tre vetri dell'alcool alla settimana sia in 1987 che in 1997 hanno avuti un rischio diminuito 52% di artrite reumatoide non non rispetto mai ai bevitori ad entrambe le valutazioni.

Un vetro standard dell'alcool è stato definito come circa 500 ml di birra, 150 ml di vino o 50 ml di liquore.

Il rischio diminuito era simile per tutti e tre i tipi di bevande alcoliche.

Ulteriori analisi hanno fatto poca differenza ai risultati, supportanti la teoria che una quantità moderata di alcool può essere un fattore protettivo per l'artrite reumatoide. Gli autori suggeriscono che questo sia più probabile da essere dovuto la capacità dell'alcool di abbassare la risposta immunitaria dell'organismo.

Ciò è pertinente perché l'artrite reumatoide è una malattia autoimmune - induce il sistema immunitario, che combatte solitamente l'infezione, per attaccare le celle che allineano le giunzioni.

Source:

BMJ