Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Anakinra può limitare drammaticamente la quantità di lesione cerebrale nei pazienti del colpo

Gli scienziati piombo dal Presidente dell'università di Manchester hanno dimostrato una droga che può limitare drammaticamente la quantità di lesione cerebrale nei pazienti del colpo.

Il professor Dame Nancy Rothwell, il professor Stuart Allan ed il loro gruppo hanno passare i 20 anni ultimi che studia come diminuire il danneggiamento del cervello che segue un colpo.

Stanno verificando l'efficacia della droga Anakinra (IL-1Ra), che già è utilizzata per l'artrite reumatoide negli studi sperimentali sul colpo.

Configurazioni di questo nuove studio su ricerca precedente, sebbene la grande differenza sia che i ratti con i fattori di rischio del colpo quali l'obesità, l'insulino-resistenza e l'aterosclerosi sono stati usati accanto ai ratti sani ed a quei più vecchi. Significa che i risultati hanno una probabilità ben maggior di replica nei pazienti umani del colpo.

I ricercatori hanno indotto un colpo nei ratti e nella droga IL-1Ra, o un placebo per il confronto, è stato iniettato sotto l'interfaccia. I ricercatori non hanno conosciuto quali animali erano stati dati che drogano. Ciò è un simile trattamento a che cosa accade nei test clinici delle medicine.

I risultati erano sensazionali. Le scansioni di MRI hanno rivelato che i ratti che sono stati dati IL-1Ra fino a tre ore dopo che il colpo ha avuto soltanto circa la metà della lesione cerebrale del gruppo del placebo.

Il professor Rothwell ha detto: “Questo è la prima volta che siamo informati di nuovo trattamento potenziale per il colpo che è provato negli animali con lo stesso ordinamento delle malattie e dei fattori di rischio che la maggior parte dei pazienti hanno. I risultati molto stanno promettendo e speriamo di intraprendere ulteriori studi clinici nei pazienti del colpo presto.„

Gli impianti di IL-1Ra bloccando l'interleuchina naturale della proteina 1. ricercatori all'università di Manchester hanno identificato che è una causa chiave del trauma cranico che segue un colpo.

L'interleuchina 1 incoraggia l'infiammazione nell'area del cervello influenzato dal colpo. Ciò spedisce i segnali attirare i globuli bianchi ed inserire le celle di microglia nel cervello. Poiché la barriera che circonda il cervello è stata indebolita dal colpo i globuli bianchi lo trovano più facile entrare nel cervello. Ma invece di aiuto dell'area infiammata realmente uccidono le cellule nervose e peggiorano la lesione. La presenza aumentante di queste celle egualmente spiega perché il danno nel cervello peggiora col passare del tempo quanto segue un colpo.

IL-1Ra egualmente diminuisce la quantità di danneggiamento della barriera ematomeningea che segue un colpo in modo dalle celle nocive non possono entrare nel cervello. Negli esperimenti recenti IL-1Ra ha ridotto il danneggiamento della barriera ematomeningea di 55% in ratti sani e di 45% in ratti con gli stati di salute di fondo. In tutti i tipi di ratti la droga ha ridotto la quantità di celle attivate di microglia di 40% confrontato al gruppo del placebo.

Il solo trattamento della droga attualmente disponibile per i pazienti del colpo è attivatore tissutale del plasminogeno (tPA). Tuttavia, questo può essere amministrato soltanto ai pazienti che soffrono da un coagulo di sangue (colpo ischemico) piuttosto che lo spurgo. Una scansione di cervello è richiesta per valutare che il tipo di colpo un paziente ha sofferto che è perché è essenziale per ottenerle all'ospedale il più rapidamente possibile. il tPA anche deve essere amministrato in alcune ore di un colpo per essere efficace.

Il professor Stuart Allan all'università di Manchester spera che IL-1Ra potrebbe essere usato per entrambi i moduli del colpo, significanti che potrebbe essere amministrato immediatamente.

Ha detto: “Questa droga ha potenziale reale di salvare le vite e fermare le centinaia di migliaia di gente che è resa non valida seriamente dal colpo. Ciò realmente potrebbe essere il trattamento per il colpo che stiamo cercando durante le due decadi scorse.„

Una prova di fase 2 con un piccolo numero di pazienti ha dato i risultati incoraggianti. Ha sperato che un test clinico molto più grande dimostrasse l'efficacia di IL-1Ra nella diminuzione della lesione cerebrale nei pazienti del colpo e quello finalmente si trasformerà nel trattamento standard.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    The University of Manchester. (2019, June 24). Anakinra può limitare drammaticamente la quantità di lesione cerebrale nei pazienti del colpo. News-Medical. Retrieved on October 17, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20120727/Anakinra-can-dramatically-limit-amount-of-brain-damage-in-stroke-patients.aspx.

  • MLA

    The University of Manchester. "Anakinra può limitare drammaticamente la quantità di lesione cerebrale nei pazienti del colpo". News-Medical. 17 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20120727/Anakinra-can-dramatically-limit-amount-of-brain-damage-in-stroke-patients.aspx>.

  • Chicago

    The University of Manchester. "Anakinra può limitare drammaticamente la quantità di lesione cerebrale nei pazienti del colpo". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20120727/Anakinra-can-dramatically-limit-amount-of-brain-damage-in-stroke-patients.aspx. (accessed October 17, 2021).

  • Harvard

    The University of Manchester. 2019. Anakinra può limitare drammaticamente la quantità di lesione cerebrale nei pazienti del colpo. News-Medical, viewed 17 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20120727/Anakinra-can-dramatically-limit-amount-of-brain-damage-in-stroke-patients.aspx.