Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le Donne con il vulvodynia più probabile anche avere altro dolore cronico condiziona

Milioni di donne soffrono da dolore vulvare non spiegato così severo possono rendere le richieste, l'esercizio e perfino la seduta insopportabili.

La ricerca Nuova ora indica che le donne con questo stato vaginale doloroso conosciuto come il vulvodynia sono due - tre volte più probabilmente anche avere uno o più altri termini cronici di dolore, compreso la sindrome di viscere irritabili, la fibromialgia (dolore osteomuscolare) e la cistite interstiziale (dolore della vescica).

Questi stati cronici sempre più prevalenti di dolore sono conosciuti per essere underdiagnosed - ed i nuovi dati fanno più indicatore luminoso su come possono anche essere relativi, conciliando l'esame del Sistema di Salubrità dell'Università del Michigan che è stato pubblicato nell'Istituto Universitario Americano degli Ostetrici e dei Ginecologi.

“Milioni di persone negli Stati Uniti hanno dolore cronico. Questo rapporto sottolinea la necessità più ulteriormente di studiare le relazioni fra questi tipi di disordini per contribuire a capire i reticoli comuni e funzionalità comuni,„ dice l'autore principale Barbara D. Reed, M.D., M.S.P.H., il professor della medicina di famiglia alla Facoltà di Medicina di U-M.

“I termini Cronici di dolore come questi possono ostacolare seriamente la qualità di vita ed è di importanza fondamentale che capiamo la comunanza loro. Risultati che vediamo in tutti gli studi relativi ad una delle circostanze, come considerazione dell'eziologia, fisiologia, o il trattamento, può essere pertinente a c'è ne di altre.„

Altri studi indicano che gli stati cronici di dolore sono molto più prevalenti precedentemente dello stimati di e sta coltivando l'interesse nella comprensione dei reticoli dell'co-avvenimento, Reed dice.

“Donne che fanno spesso questi continuare disordini vedere i medici ma non sono date una diagnosi o sono date una diagnosi erronea ed a soffrire senza essere trattato correttamente,„ Reed dice. “Finché i loro sintomi non abbiano un nome, può essere realmente discouraging perché i pazienti cominciano a pensare che sia tutto in loro testa.

“Il dolore Cronico sta cominciando ottenere molto più l'attenzione, con la più ricerca che è fatta su tutti questi disordini come pure le combinazioni di questi disordini. Penso che l'identificazione ed il trattamento di queste circostanze continuino a migliorare.„

Gli Autori hanno usato i dati dall'indagine di seguito di sei mesi della Donna allo studio della Donna, un gruppo basato sulla popolazione del Michigan di 2.500 donne adulte nel Michigan sudorientale. Uno studio originale ha trovato che più di 25 per cento delle donne esaminate nell'area di Detroit della metropolitana hanno avvertito il dolore vulvare in corso ad un certo punto nelle loro vite ma soltanto 2 per cento hanno cercato mai il trattamento per il loro dolore.

Sorgente: http://www.springer.com/