Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Donazione di organo: un'intervista con David Shaw

Immagine dell

Potreste descrivere prego il processo attuale per quanto riguarda donazione di organo recentemente del deceduto?

La maggior parte dei donatori muoiono in unità di cure intensive, frequentemente dopo gli incidenti stradali. Una volta che è chiaro che il ripristino è inammissibile, le famiglie saranno dette che ulteriore trattamento è inutile e l'emissione di donazione può essere sollevata sensibile. Il modo di sollevare questa emissione dipenderà parzialmente sopra se la persona era sul registro del donatore di organo.

Voi recentemente avete suggerito che ai membri della famiglia recentemente dei defunti non dovrebbero essere permessi veto i desideri del defunto per donare i loro organi, potreste spiegare prego il vostro ragionamento dietro questa credenza?

Messo semplicemente, nessuno si avvantaggia quando la donazione di organo veto. L'ultimo desiderio della persona morta è stato ignorato, parecchia gente morirà di conseguenza perché non riceveranno gli organi e la famiglia che veto la donazione probabilmente verrà a rammaricarsi abbastanza rapidamente della loro decisione. , Ma lo sforzo a breve termine delle famiglie aumentanti' è necessario a volte per salvare le vite.

Perché pensate questo siete un migliore modo di aumento della donazione di organo dei pazienti vivi facendo uso di ventilazione elettiva?

L'uso di ventilazione elettiva potrebbe aumentare la disponibilità e l'attuabilità degli organi, ma comprenderebbe tenere i pazienti vivi oltre il punto in cui sarebbero stati permessi normalmente morire, il pubblico potrebbe che l'accettazione della difficoltà. Inoltre, le famiglie potrebbero essere più probabili veto la donazione se non sono felici che il loro parente morto elettivo è stato arieggiato.

Le famiglie rifiutano spesso di donare gli organi di un caro?

Dipende dalle circostanze. Uno in 10 famiglie veto la donazione anche quando il loro parente era sul registro di donazione. Nei casi in cui il defunto non fosse sul registro, le famiglie sono chieste di decidere e la percentuale di risposte non date è 3-4 volte più su.

Le famiglie si rammaricano quanto frequentemente di questo veto? Che effetto durevole può questo avere?

La maggior parte delle famiglie si rammarica di di veto la donazione. Ci sono due effetti durevoli principali; in primo luogo, ritengono spesso colpevoli perché hanno negato il voto chiaramente espresso del loro parente morto ed hanno mancato l'opportunità affinchè qualche merce vengano dalla loro morte. In secondo luogo, possono anche rammaricarsi di che la loro decisione possa causare le morti o la sofferenza per altri pazienti.

Che cosa sono gli altri impedimenti a donazione di organo aumentante?

L'impedimento principale è realmente apatia, o pigrizia, perché la maggior parte della gente sarebbe felice affinchè i loro organi sia usata ma mai non circonderebbe ad unire il registro; soltanto 29% della popolazione è su. In questo senso, un movimento verso consenso presunto, dove gli organi sono catturati a meno che la gente specificamente scegliesse fuori, potrebbe essere utile. Tuttavia, un sistema presunto di consenso però non sarebbe ottimale se le famiglie veto frequentemente la donazione.

Quanto cattiva è la scarsità corrente degli organi? Questo varia per gli organi differenti?

Più di 10000 persone richiedono normalmente in qualsiasi momento un trapianto nel Regno Unito. Di questi, tre muoiono ogni giorno perché gli organi non possono essere trovati.

Quanto importante sta cronometrando nella decisione più se i medici catturano gli organi deceduti oppure no?

È molto importante, per due ragioni; in primo luogo, gli organi rimangono soltanto possibili per un tempo limitato dopo la morte. In secondo luogo, la gente che ha bisogno degli organi potrebbe stesse essere vicina alla morte, in modo dal tempo può essere della massima importanza.

È la donazione di organo completamente anonima, o le famiglie del donatore di organo capace di ricevere informazioni su cui gli organi sono aiutati?

Dipendono dal donatore e dal destinatario. I dati di base possono essere divisi se qualsiasi partito è disposto.

Dove possono i lettori trovare più informazioni?

Possono trovare più informazioni a: -

Circa David Shaw

GRANDE IMMAGINE di David ShawDavid Shaw è conferenziere onorario all'università di Aberdeen ed al ricercatore senior all'università di Basilea.

Dal 2007-2012 era conferenziere nell'etica alla scuola di medicina dell'università di Glasgow e di un socio del centro per l'etica applicata e la filosofia legale.

Il suo paletto precedente era ricercatore nell'etica, nella filosofia e negli affari pubblici all'università di St Andrews ed ha completato il suo DLett nella filosofia morale e nella bioetica all'università di Losanna in Svizzera.

È interessato in tutte le aree di bioetica ed ha pubblicato gli articoli su molti argomenti, compreso l'eutanasia, la ricerca dell'embrione, l'inabilità, il consenso, il rischio clinico, i placebi, l'etica di virtù, la professionalità, le diseguaglianze di salubrità, l'omeopatia e il ` riempiente' su NHS.

È egualmente l'autore della moralità genetica del libro e si è seduto sui parecchi l'università e la ricerca di NHS e comitati di etica clinici.

April Cashin-Garbutt

Written by

April Cashin-Garbutt

April graduated with a first-class honours degree in Natural Sciences from Pembroke College, University of Cambridge. During her time as Editor-in-Chief, News-Medical (2012-2017), she kickstarted the content production process and helped to grow the website readership to over 60 million visitors per year. Through interviewing global thought leaders in medicine and life sciences, including Nobel laureates, April developed a passion for neuroscience and now works at the Sainsbury Wellcome Centre for Neural Circuits and Behaviour, located within UCL.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cashin-Garbutt, April. (2018, August 23). Donazione di organo: un'intervista con David Shaw. News-Medical. Retrieved on July 05, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20120809/Organ-donation-an-interview-with-David-Shaw.aspx.

  • MLA

    Cashin-Garbutt, April. "Donazione di organo: un'intervista con David Shaw". News-Medical. 05 July 2020. <https://www.news-medical.net/news/20120809/Organ-donation-an-interview-with-David-Shaw.aspx>.

  • Chicago

    Cashin-Garbutt, April. "Donazione di organo: un'intervista con David Shaw". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20120809/Organ-donation-an-interview-with-David-Shaw.aspx. (accessed July 05, 2020).

  • Harvard

    Cashin-Garbutt, April. 2018. Donazione di organo: un'intervista con David Shaw. News-Medical, viewed 05 July 2020, https://www.news-medical.net/news/20120809/Organ-donation-an-interview-with-David-Shaw.aspx.