Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio rivela perché il cervello umano è grande e più complesso di quello di altri animali

I ricercatori hanno trovato che che cosa credono è il tasto a capire perché il cervello umano è più grande e più complesso di quello di altri animali.

Il cervello umano, con la sua capacità conoscitiva senza pari, mutevole rapido e drammaticamente.

“Abbiamo voluto sapere perché,„ dice James Sikela, PhD, che ha diretto il gruppo di ricerca internazionale che ha incluso i ricercatori dall'università di scuola di medicina di colorado, dall'istituto universitario di Baylor di medicina e dagli istituti della salute mentale nazionali. “La dimensione e la capacità conoscitiva del cervello umano ci colloca diversi. Ma come ha fatto che accade?„

“Questa ricerca indica che che cosa ha guidato l'espansione evolutiva del cervello umano può bene essere un'unità specifica all'interno di una proteina - ha chiamato un dominio della proteina -- quello è molto più numeroso in esseri umani che altre specie.„

Il dominio della proteina in questione è DUF1220. Gli esseri umani fanno più di 270 codificare copie di DUF1220 nel genoma, molto più di altre specie. Più vicino specie è agli esseri umani, più copie di DUF1220 rivela. Gli scimpanzè hanno il più alto numero seguente, 125. Le gorille hanno 99, gli uistitì 30 e mouse appena uno. “L'un tema ignorante che abbiamo veduto ripetutamente era che più copie di DUF1220 nel genoma, più grande il cervello. E questo ha sostenuto se abbiamo guardato le specie differenti o all'interno della popolazione umana.„

Sikela, un professore alla facoltà di medicina del CU ed al suo gruppo egualmente ha collegato DUF1220 ai disordini del cervello. Hanno associato i numeri più bassi di DUF1220 con microcefalia, quando il cervello è troppo piccolo; un gran numero del dominio della proteina è stato associato con macrocefalia, quando il cervello è troppo grande.

I risultati sono stati riferiti oggi nell'edizione online del giornale americano della genetica umana. I ricercatori hanno ricavato le loro conclusioni paragonando le sequenze del genoma dagli esseri umani e da altri animali come pure esaminando il DNA delle persone alla microcefalia ed alla macrocefalia e della gente da una popolazione di non malattia.

“Il messaggio netto era che la dimensione del cervello può essere in larga misura un aspetto di dosaggio del dominio della proteina,„ Sikela dice. “Questa scoperta apre molte nuove porte. Fornisce i nuovi strumenti per diagnosticare le malattie relative alla dimensione del cervello. E largamente, indica un nuovo modo studiare il cervello umano ed il suo aumento drammatico nella dimensione e nell'abilità sopra che cosa, nei termini evolutivi, è una scarsa quantità di tempo.„