Il maggiore dello stent dell'arteria renale diminuisce la pressione sanguigna in pazienti con ipertensione severa

I pazienti con ipertensione renovascular incontrollata hanno veduto un miglioramento significativo nella loro pressione sanguigna con distribuzione dello stent dell'arteria renale. La prova multicentrata di ERCOLE, valutando la sicurezza e l'efficacia dello Stent dell'elite di RX Herculink, trovate che i pazienti con i livelli elevati di pressione sanguigna al riferimento hanno avuti la riduzione più drammatica della pressione sanguigna dopo intervento. I dettagli di prova compaiono nella cateterizzazione ed interventi cardiovascolari, un giornale pubblicato da Wiley a nome della società per angiografia cardiovascolare ed interventi (SCAI).

La limitazione delle arterie al rene - conosciuto come stenosi dell'arteria renale (RAS) - pricipalmente è causata dadell'accumulazione di grasso e di colesterolo (aterosclerosi) lungo le pareti dell'arteria. L'accumulazione della placca può causare l'ipertensione ed il danno del rene. Mentre l'arteria del rene che stenting è considerata una procedura sicura, l'efficacia della procedura per l'abbassamento della pressione sanguigna ed evitare lesione che quello piombo a stadio finale la malattia renale rimane poco chiara, specialmente una volta confrontato alle medicine da solo.

“I risultati dalla prova di ERCOLE ampliano la prova scientifica dell'arteria renale che stenting nella cura dei pazienti con l'ipertensione che non rispondono alla terapia standard,„ spiega Michael R. Jaff, FANNO, FSCAI, dal centro vascolare al policlinico di Massachusetts a Boston. “Come componente della prova egualmente abbiamo esplorato il valore predittivo della prova natriuretic del peptide (BNP) del cervello prima dell'esecuzione della procedura dello stent.„ La prova del BNP è usata per diagnosticare l'infarto ed i ricercatori cercati per capire se il BNP potesse predire il successo clinico, che è informazioni apprezzate per gli interventisti prima dell'esecuzione delle procedure dilaganti.

Per i ricercatori di prova di ERCOLE ha iscritto 202 pazienti con 241 lesione totale e 78 lesioni bilaterali fra agosto 2007 e ottobre 2009. I pazienti hanno avuti una cronologia dei livelli e attivo ricco in colesterolo o uso recentemente interrotto del tabacco. La maggior parte dei partecipanti era caucasica, l'età media era di 72 anni e 62% dei pazienti era femminile. La prova del BNP è stata eseguita prima e dopo stenting con il sistema renale dello Stent dell'elite di RX Herculink da Abbott vascolare.

All'inizio della prova la pressione sanguigna sistolica media del gruppo di prova era 162 Hg di millimetro e quasi 70% dei pazienti stavano catturando tre o più farmaci ad ipertensione di controllo. Gli indici di successo per l'unità di prova, la procedura ed i risultati clinici erano 96%, 99% e 98%, rispettivamente. I ricercatori hanno riferito che la libertà dagli eventi avversi importanti (morte, rimozione del rene, o embolia che provoca ferite renali) era 95%.

Ulteriori risultati mostrano che quello a seguito di nove mesi la tariffa di restenosis era 11% e la pressione sanguigna sistolica media per i partecipanti era 145 Hg di millimetro post--stenting senza cambiamento in farmaci. I ricercatori non hanno trovato associazione fra una riduzione dello stenting seguente di pressione sanguigna ed hanno elevato la pre-procedura del BNP, o una diminuzione nei livelli del BNP che seguono riuscito stenting. Mentre c'era una diminuzione significativa nello stenting seguente del BNP, il livello del BNP prima della procedura non era affidabile nella risposta di pressione sanguigna di predizione.

“La prova di ERCOLE dimostra che il maggiore dello stent dell'arteria renale abbassa significativamente la pressione sanguigna sistolica in pazienti con ipertensione severa,„ conclude il Dott. Jaff. “Quei pazienti con le più alte tariffe di pressione sanguigna al riferimento hanno avuti la più grande grandezza di abbassamento di pressione sanguigna.„ Gli autori precisano che perché la maggior parte dei partecipanti di prova era caucasica i risultati non possono essere applicabili ad altri gruppi razziali.

In un video relativo, il Dott. Jaff discute i particolari della sua ricerca con Steven R. Bailey, MD, FSCAI, il redattore capo di cateterizzazione ed interventi cardiovascolari. “La ricerca dal Dott. Jaff e colleghi è un contributo importante a stenting supportante di prova come efficace intervento per i pazienti con la malattia renovascular,„ ha detto il Dott. Bailey.

Source: