La proteina di NFAT fa una parte in via di sviluppo di pancreatite acuta

È probabile che la proteina è egualmente altamente significativa per altre malattie infiammatorie.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati in gastroenterologia americana del giornale.

Le eccessive pietre della scorticatura e dell'ingestione di alcol sono fattori di rischio conosciuti per pancreatite acuta. Tuttavia, finora nessuna spiegazione è stata trovata per che cosa realmente accade nell'organismo nei casi di pancreatite acuta.

La ricerca corrente indica che a proteine calcio sensibili trovate nell'organismo, per esempio calcineurin, promuovono l'infiammazione, ma non è conosciuto esattamente come.

Henrik Thorlacius e Maria Gomez al dipartimento dell'università delle scienze cliniche in Malm- hanno studiato più dettagliatamente questo. Il fuoco è su una famiglia delle proteine collegate al calcineurin, chiamato NFAT, il ruolo di cui in pancreatite acuta precedentemente non è stato studiato.

“La proteina ha inatteso un ruolo principale nello sviluppo di infiammazione nel pancreas. Ora c'è un chiaro obiettivo per lo sviluppo delle droghe ed i trattamenti„, dice Henrik Thorlacius, professore di chirurgia all'università di Lund e un medico all'ospedale universitario SK-Ne.

Negli esperimenti sui mouse, i ricercatori hanno trovato una serie di collegamenti fra NFAT e pancreatite acuta. NFAT e particolarmente la variante NFATc3, sono stati trovati per regolamentare l'attività di trypsinogen (un modulo del precursore della tripsina degli enzimi digestivi), che può pregiudicare il rischio di pancreatite acuta. L'attivazione di NFATc3 egualmente è stata trovata per incoraggiare l'infiammazione ed il danno di tessuto nel pancreas nei vari modi.

“Nel nostro studio, abbiamo veduto che l'aorta, la milza ed i polmoni egualmente sono stati influenzati. I risultati quindi indicano che la proteina di NFAT fa una parte nello sviluppo delle malattie infiammatorie ad un livello più generale„, dice Henrik Thorlacius.

I risultati aprono le nuove opportunità per la ricerca sul trattamento e le droghe, sia per pancreatite acuta che per altre malattie infiammatorie acute, quali setticemia e la malattia di viscere infiammatoria.

“Un'efficace droga deve contenere una sostanza che ferma l'attivazione di NFATc3 senza produrre gli effetti collaterali seri„, dice il professor Thorlacius.

Le proteine di NFAT funzionano come fattori di trascrizione, in modo da significa che possono essere limitate al DNA dell'organismo e regolamentare l'espressione dei geni specifici in celle differenti. Finora soprattutto sono state associate con le celle immuni.