Rivestimento isolante dei Paesi in via di sviluppo nella sicurezza di anestesia

Da Eleonor McDermid, Reporter Senior dei medwireNews

La Mortalità dopo che l'anestesia generale è diminuito in questi ultimi 50 anni, ma i più grandi guadagni è stato in paesi sviluppati, manifestazioni un esame sistematico in The Lancet.

La Mortalità relativa direttamente all'anestesia generale è caduto quasi 10 volte da prima degli anni 70, del rapporto Daniel Bainbridge (Università di Ontario Occidentale, di Londra, di Canada) e dei colleghi.

Ciò era malgrado il fatto che rischio della mortalità è aumentato in conformità con la Società Americana del più povero riferimento di stato degli Anestesisti (ASA) e quella stato medio dell'ASA dei pazienti ha peggiorato durante il periodo di studio.

In paesi sviluppati, la tariffa ponderata di evento della mortalità era 357 per milione prima degli anni 70, cadenti a 32 per milione degli anni 70 agli anni 80. Non c'erano dati disponibili per i paesi in via di sviluppo prima degli anni 70, ma negli anni 70 agli anni 80 la tariffa di evento era 101 per milione - contrassegnato più superiore a quello in paesi sviluppati.

Entro gli anni 90 a 2000s, la tariffa di evento in paesi sviluppati era caduto, a 25 per milione, ma quella in paesi sviluppati non ha avuta, a 141 per milione.

In un commento che accompagna il documento, Michael Avidan (Scuola di Medicina dell'Università di Washington, St. Louis, Missouri, U.S.A.) e Sachin Kheterpal (Facoltà di Medicina dell'Università del Michigan, Ann Arbor, U.S.A.) dicono: “Fortunatamente, molte della sicurezza recente del ricoverato di guadagni in paesi sviluppati sono basate su miglioramento trattato, le tecnologie non costose.

“Per esempio, l'Ambulatorio Sicuro Salva le Vite Studia, intrapreso sotto l'insegna di [l'Organizzazione mondiale della sanità], indicato che una lista di controllo strutturata, con gli interventi semplici che coprono l'arco di tempo perioperative, potrebbe contrassegnato pregiudicare la mortalità e migliorare i risultati chirurgici.„

L'analisi da Bainbridge ed altri è basata su 87 studi, comprendenti i dati per più di 21,4 milione amministrazioni anestetiche. Per la mortalità perioperative totale, definito come morte in 48 ore di chirurgia, le tariffe in sviluppato in ed i paesi in via di sviluppo erano 10.603 e 11.378 per milione, rispettivamente, prima degli anni 70.

Le Tariffe per entrambi i gruppi di paesi sono diminuito da allora in poi, a 1982 e a 7336 per milione, rispettivamente, negli anni 70 e negli anni 80 e a 1095 e a 2445 per milione, rispettivamente, negli anni 90 e nel 2000s.

Di Nuovo, le tariffe erano generalmente più alte nello sviluppo di quanto le nazioni sviluppate.

Ma Avidan e Kheterpal mettono in guardia contro soddisfazione in paesi sviluppati, ad esempio che la definizione “procedura-centrica„ della mortalità perioperative utilizzata nello studio “altera la realtà dei risultati pazienti perioperative.„

Ciò li suggerisce che “in paesi sviluppati alcuna della mortalità perioperative iniziale sia stata rinviata semplicemente,„ dice.

“Probabilmente rimane una pandemia inattesa e male misurata della mortalità perioperative, che è una preoccupazione incompresa di salute pubblica. Che proporzione di queste morti potrebbe essere evitata con la gestione perioperative ottimale è sconosciuto.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.