Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Curcumina può inibire la formazione di metastasi del carcinoma della prostata

La curcuma In Polvere è stata usata per secoli per trattare l'osteoartrite ed altre malattie. Il Suo principio attivo, curcumina, inibisce le reazioni infiammatorie. Un nuovo studio piombo da un gruppo di ricerca a Ludwig-Maximilians-Universit-t (LMU) a Monaco Di Baviera ora indica che può anche inibire la formazione di metastasi.

Il Carcinoma della prostata è una delle malignità più prevalenti nel mondo Occidentale e spesso è diagnosticato solo dopo che i tumori metastatici si sono formati in altri organi. In tre per cento dei casi, queste metastasi sono letali. Un gruppo di ricerca piombo dal Dott. Beatrice Bachmeier del PALLADIO a LMU Monaco Di Baviera sta studiando il modo di atto di un prodotto naturale che inibisce la formazione di metastasi. Il composto è trovato in curcuma, un impianto che è stato usato per gli scopi medicinali per le migliaia di anni ed è un ingrediente importante di curry.

Centri di ricerca di Bachmeier su curcumina, il polifenolo responsabile del colore caratteristico di curry. La Curcumina bene è tollerata ed è quindi, in linea di principio, adatta sia ad uso profilattico (prevenzione primaria) che anche a soppressione delle metastasi nei casi in cui un tumore stabilito è già presente (prevenzione secondaria). In uno studio precedente Bachmeier e nei suoi colleghi aveva dimostrato che la sostanza diminuisce statisticamente significativamente la formazione di metastasi del polmone in un modello animale di cancro al seno avanzato.

Metastasi Attenuarsi

Il nuovo studio è stato destinato per studiare l'efficacia di curcumina nella prevenzione delle metastasi del carcinoma della prostata e per determinare il meccanismo dell'agente di atto. I ricercatori in primo luogo hanno esaminato i trattamenti molecolari che sono regolamentati anormalmente in celle di carcinoma della prostata. Il Petto ed i carcinoma della prostata sono associati spesso con le reazioni infiammatorie latenti o croniche ed in entrambi i casi, le celle del tumore sono state trovate per produrre gli immunomodulatori pro-infiammatori compreso il und CXCL2 di citochine CXCL1.

I ricercatori hanno continuato ad indicare che la curcumina specificamente fa diminuire l'espressione di queste due proteine ed in un modello del mouse, questo effetto correlato con un declino nell'incidenza delle metastasi. “Dovuto l'atto di curcumina, le celle del tumore sintetizzano i più piccoli importi delle citochine che promuovono la metastasi,„ dice Bachmeier. “Di conseguenza, la frequenza di formazione della metastasi nei polmoni è diminuita significativamente, in animali con cancro al seno, abbiamo mostrato precedentemente, o carcinoma della prostata, come dimostrato nel nostro nuovo studio.„

Curcumina e chemoprevention

Bachmeier quindi crede che la curcumina possa essere utile nella prevenzione del petto e dei carcinoma della prostata - che sia sono collegati ad infiammazione - che nella diminuzione del loro potenziale metastatico. “Questo non significa che il composto dovrebbe essere veduto come sostituzione per le terapie convenzionali. Tuttavia, potrebbe svolgere un ruolo positivo nella prevenzione primaria - prima che un tumore completo sorgesse - o nella guida per evitare la formazione di metastasi. In questo contesto il fatto che la sostanza è tollerata bene è molto importante, perché una può raccomandarla sicuro alle persone che hanno un rischio aumentato del tumore.„

Un'assunzione quotidiana fino a 8g di curcumina è considerare come la cassaforte ed i sui beni antinfiammatori lungamente sono stati sfruttati nella medicina orientale tradizionale. Gli Uomini con l'iperplasia benigna della prostata (BHP) sono un gruppo-obiettivo possibile per la profilassi, come sono donne che hanno una storia della famiglia di cancro al seno. L'agente ha potuto anche essere utile come supplemento a determinate terapie del cancro. A tutti gli eventi, gli effetti benefici della curcumina devono in primo luogo essere confermati nelle prove cliniche controllate. Bachmeier ora pianificazione una tal prova in pazienti che soffrono da carcinoma terapia-resistente della prostata. 

Sorgente: Ludwig-Maximilians-Universitat Munchen