Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il impulsivity di Tratto si è collegato all'inizio di fumo nel disordine bipolare

Dal Segno Cowen, Reporter Senior dei medwireNews

Il impulsivity di Tratto è associato con l'inizio, ma non il mantenimento, di fumo nei pazienti con disordine bipolare (BD), risultati di studio suggerisce.

I ricercatori hanno trovato che i fumatori correnti ed ex con il BD hanno avuti più alti punteggi di impulsivity di tratto che i pazienti del BD che non avevano fumato mai. Tuttavia, non c'era differenza significativa nei punteggi di impulsivity di tratto fra i due gruppi di fumo.

Egualmente hanno trovato che non c'era associazione significativa fra il fumo e le misure comportamentistiche del impulsivity in pazienti con il BD.

I risultati vengono da uno studio di 97 persone, il ‑ invecchiato 16 50 anni, con disordine del BD I che stavano ricevendo il trattamento di paziente esterno o del ricoverato per un episodio maniaco o misto. Dei partecipanti, 33 erano fumatori correnti, 22 erano ex fumatori e 42 non avevano fumato mai.

Tutti partecipanti sono stati valutati per il impulsivity di tratto facendo uso dell'Impulsività Scale-11 (BIS-11) di Barratt di auto-rapporto. Egualmente sono stati valutati per il impulsivity comportamentistico facendo uso del Compito del Arresto-Segnale di Logan (SST), di una misura di controllo inibitorio, del Compito In Ritardo della Ricompensa (DRT), di una misura dell'incapacità di ritardare la soddisfazione e del Compito Continuo Degradato della Prestazione dello Stimolo (DSCPT), una misura del impulsivity attentional.

Il gruppo ha trovato che i fumatori correnti ed ex hanno avuti punteggi significativamente più alti BIS-11 che coloro che non aveva fumato mai, a 79,1 e a 76,1 contro 65,1, rispettivamente. La differenza in punteggi fra i fumatori correnti ed ex non era significativa.

I ricercatori notano che la concentrazione dell'associazione fra stato e il impulsivity di fumo di tratto non è stata diminuita dopo che esclude i pazienti con il ‑ d'avvenimento di ADHD (n=39) un comorbidity comune nel BD che è associato con un rischio aumentato per l'inizio ed il mantenimento del fumo.

Non c'erano differenze significative fra i fumatori correnti ed ex e coloro che non aveva fumato mai per quanto riguarda la prestazione sullo SST, sul DRT e sul DSCPT.

Jaimee Heffner (Università di Istituto Universitario di Cincinnati di Medicina, Ohio, U.S.A.) e colleghi conclude: “Il impulsivity di Tratto può svolgere un ruolo nell'alta prevalenza di fumo nel BD, con i risultati delle nostre analisi di più variabili suggerente che la relazione sia moderata nella concentrazione e soprattutto sia collegata con l'inizio piuttosto che il mantenimento di fumo.„

Aggiungono: “Questi risultati forniscono le fondamenta affinchè gli sforzi futuri identifichino i fattori che contribuiscono ai tassi alti di fumo negli adolescenti e negli adulti con il BD, di tappa critica verso lo sviluppo della prevenzione migliore e di interventi per il tabagismo.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.